1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. agenzialeonardo

    agenzialeonardo Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    In un condominio con riscaldamento centralizzato, hanno messo le termovalvole e i contacalorie.
    Il tecnico ha fatto il conteggio analitico dei consumi e ha determinato che il 55% delle spese sono relative alla quota fissa, il restante 45% relative ai consumi variabili.
    L'assemblea ha invece deliberato di far pagare il 10% come quota fissa e il 90 % come quota variabile.
    Risultato finale: i furbetti che hanno la stufa a pellets pagano pochissimo, i 2 inquilini che usano il riscaldamento centralizzato, hanno ricevuto un conto iperbolico.
    E' corretta la delibera?
    E' corretto far pagare a pochi quelli che sono costi di tutti?
    Cosa fare per riequilibrare la situazione?
    Chiediamo cortesemente un Vs. parere.
    Grazie!
     
  2. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    inpugnare in tribunale la delibera di riparto
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Sono curioso: il tecnico che ha fatto il conteggio analitico, come ha fatto a determinare la quota fissa? E' frutto di un calcolo o è la sua opinione/proposta?

    Normalmente questa è frutto di una ragionevole convenzione, che tiene conto sia dell'aspetto tecnico, ma anche di un certo equilibrio gestionale, per scoraggiare comportamneti estremi. Normalmente ho sempre trovato percentuali per la quota fissa che oscillano tra il 30% e 50%, stabiliti dall'assemblea.

    Stabilire un limite troppo basso, ad es. 10% per la quota fissa, incentiva gli assenti o un distacco di fatto.
    Questa percentuale avrebbe dovuto essere deliberata al momento della installazione dei contabilizzatori, non a posteriori al momento del riparto.
     
  4. agenzialeonardo

    agenzialeonardo Oggi è il mio Compleanno!

    Agente Immobiliare
    Già!
    Ho appena fatto i conti in base alle termovalvole installate sui radiatori: spesa fissa = 63%, variabile = 37% !!!
    Il problema è che c'è il solito prepotente che urla come un matto e si è già fatto l'impianto autonomo...
    E l'amministatore si è arreso.
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Riprendo questa vecchia discussione per un chiarimento.
    1) Su che basi si può impugnare questa delibera assembleare?
    2) Oggi l'impugnazione viene trattata dal giudice di pace?
    3) Nel caso di vertenza affidata al giudice di pace serve il patrocinio di un legale o è sufficiente un esposto del reclamante?
     
  6. roberto1

    roberto1 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    posseggo un' appartamento nn ammobiliato e nn abitato, con riscaldamento centralizzato con valvole, vorrei sapere se secondo voi la ditta che eroga il riscaldamento puo' farmi uno sconto sulla quota fissa visto che per tutto l'anno nn vi è alcun consumo.
    grazie
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
  8. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    lo può decidere l'assemblea e dovrebbe farti pagare di più, perchè hai creato un area che ha sottratto calore ai vicini, costringendoli ad una maggior richiesta di calore per avere la temperatura giusta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina