1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    [h=1]Lettera aperta a Paolo Righi[/h] di Guglielmo Pelliccioli - 08/09/2011, 17:35 | Italy


    [​IMG]Caro Paolo
    Leggo il seguente comunicato Fiaip e rimango un po’ perplesso:
    “Le nuove misure introdotte oggi con il maxi-emendamento al Senato danno stabilità e credibilità alla manovra nel suo complesso”.
    A dichiararlo è il Presidente Nazionale di Fiaip, Paolo Righi che ribadisce come: “in un momento di recessione dell’economia mondiale, tutte le componenti sociali devono fornire il proprio contributo alla stabilità economica del Paese”.
    Il giudizio sulla manovra finanziaria per Fiaip è positivo: dal punto di vista dei saldi va nella giusta direzione e potrà dare una giusta risposta ai mercati, oltre ad introdurre misure necessarie al nostro Paese, senza penalizzare le famiglie. La Federazione avrebbe auspicato, però, una riduzione meno blanda dei privilegi della politica.”
    Francamente mi pare che il tuo giudizio sia di ‘manica larga’ o, se preferisci, un po’ troppo ‘ottimistico’. Te lo scrivo proprio mentre le agenzie battono un commento del presidente della Banca Centrale Trichet che sostiene testualmente ‘ le misure adottate dal governo italiano andranno integrate con altri provvedimenti’. Vale a dire : avete fatto uno sforzo ma purtroppo non basta.

    Se poi vai a guardare nelle singole voci aggregate della manovra ti accorgi che le maggiori entrate ‘pesano’ per il 65% della manovra e, nel triennio 2012-2013-2014 la voc e di maggior peso è quella dell’incremento dell’IVA che sarà pari a 12.700 miliardi di euro. Soldi tolti dalle nostre tasche , caro Paolo. Quante case si possono comprare con questa cifra? Se pensi che in un anno il fatturato delle transazioni residenziali in Italia è pari a circa 70 miliardi è facile capire che forse anche voi agenti avrete qualche problema in più, sotto forma di mancate vendite immobiliari.
    Certo capisco che qualcosa il governo doveva fare ma sinceramente ( e non c’è nessuna rivendicazione politica) non vedo nessun atteggiamento propositivo e coraggioso verso il recupero delle imposte evase ( oltre 120 miliardi l’anno!) oltre che, come giustamente dici tu, verso i costi della politica.
    Insomma caro Paolo, e non volermene, mi ricordi qualcuno che per la fretta di fare pipì in campagna , non guarda bene dove va il vento e....
    Con la stima e l’amicizia di sempre
    Guglielmo





    Senza commento perchè si commenta da sola...
     
  2. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    scusate,
    ma non ho capito un "h", è un problema mio:domanda::triste:
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Cioè ????
     
  4. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non capisco il perchè di questa lettera aperta, c'era proprio bisogno:domanda:
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Probabilmente perchè, secondo Pelliccioli, quello che fa un Presidente della più importante Associazione Italiana di Mediatori è molto significativo...
     
  6. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    il presidente fà il suo lavoro, in pratica dice tutto e niente, ma non capisco quello che dice Pelliccioli:affermazione:
    Tu Silvana che lo segui con maggiore attenzione cosa ne pensi:domanda:
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Direi che intende che la manovra non va bene per niente, soprattutto per il nostro settore, e che si meraviglia che a Righi vada bene...

    Io mi aspettavo ben altro da questa manovra così strombazzata, e trovo che ci siano delle prospettive non felici per il campo immobiliare, che dovrebbe invece raccogliere la fiducia degli investitori...
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Posto la risposta di Paolo Righi.


    [FONT=Georgia,Times New Roman,Times,serif]Caro Guglielmo, ecco perchè la Fiaip appoggia la Manovra[/FONT]
    [FONT=Georgia,Times New Roman,Times,serif]Paolo Righi risponde all'editoriale di Pelliccioli | Italia | Righi Paolo, Fiaip[/FONT]

    [FONT=Georgia,Times New Roman,Times,serif][​IMG]Caro Gugliemo,
    ti leggo sempre con piacere, le tue riflessioni sono sempre attente e ben ponderate, proverò quindi a illustrarti i motivi che mi hanno spinto ad emanare il comunicato stampa che è alla base delle tue perplessità.
    [/FONT]
    [FONT=Georgia,Times New Roman,Times,serif]Come ben sai, da mesi il nostro Paese è sotto attacco e con lui tutti i Paesi dell'area Euro, nelle ultime settimane il nostro debito è stato acquistato dalla B.C.E. e dalla Germania, se non avessimo avuto questo sostegno le conseguenze per il nostro Paese - e quindi per tutti noi cittadini - sarebbero state disastrose.
    Un assaggio pratico di quello che sarebbe potuto accadere, lo abbiamo provato nei mesi di luglio e agosto, con miliardi di Euro "bruciati" in Borsa e con le quotazioni cadute ai minimi storici delle nostre banche che, nel loro portafoglio, detengono un gran numero di titoli di Stato. Per continuare a "coprire" il nostro debito, la Banca Centrale Europea e la Germania, ci hanno richiesto una manovra correttiva immediata, se così non fosse stato il Paese avrebbe rischiato il fallimento.
    Quindi, una manovra correttiva che garantisse la stabilità dei nostri conti, non era solo auspicabile, era assolutamente necessaria.
    Terminata la breve e sicuramente inutile (almeno per te) lezioncina sull’ineluttabilità di approvare, in tempi rapidi, una manovra correttiva dei conti pubblici, ritengo necessario analizzare, a beneficio dei lettori, le modalità con cui la politica ha affrontato la stesura delle norme che dovevano coprire il deficit. Da subito, si sono opposti due schieramenti, politici e trasversali, ai partiti che appoggiavano due linee di pensiero diametralmente opposte. Quelli che sostenevano l'introduzione della patrimoniale, e quindi volevano colpire la proprietà (tassazione diretta), e quelli che sostenevano la tassazione indiretta, cioè quella sui consumi (ovvero l'aumento dell' I.V.A.).
    Se avesse vinto il partito della patrimoniale, ancora una volta, l' 85% degli Italiani che negli anni hanno acquistato un immobile, a costo di grandi sacrifici, sarebbero stati colpiti e non penso sia utile soffermarmi nell'illustrare quale sia il livello di tassazione che già oggi colpisce gli immobili. Questa ennesima porcheria contro la proprietà, avrebbe disincentivato coloro i quali credono fermamente nel valore del bene casa, anche come rifugio dei propri investimenti, dai marosi di un’economia troppo dipendente dalla finanza.
    L'aumento di un punto dell'I.V.A., è invece stato applicato solo sull'aliquota del 20%, e non colpisce i generi di prima necessità e i trasferimenti immobiliari. E questo aspetto non ti sembri secondario, perché (sempre trasversalmente), vi è stato un momento in cui a qualcuno era balenata l'idea di aumentare di un punto anche l' I.V.A. sui trasferimenti immobiliari.
    Dovendo scegliere tra le due linee di pensiero, noi abbiamo preferito appoggiare la seconda ipotesi e cioè quella della tassazione indiretta, esclusivamente sull'aliquota del 20%, tu forse avresti preferito una bella patrimoniale?
    Con questo penso di averti ben illustrato il senso della prima parte del comunicato Fiaip, ma ancora una volta, permettimi di contraddirti benevolmente; i contenuti della manovra sono stati unanimemente apprezzati dall'Europa, dalla Banca Centrale etc. etc. esclusivamente perché stabilizzano il debito pubblico e garantiscono gli investimenti stranieri sui nostri titoli di Stato, mentre il Presidente Trichet, nella sua dichiarazione odierna, non si riferisce alla bontà della manovra, ma al fatto che la stessa manovra sarà inutile se non supportata dai tagli alla spesa pubblica.
    Purtroppo in Italia la politica ritrova la propria unità esclusivamente quando deve difendere il sistema creato in questi lunghi anni di consociativismo e di male affare. Per questo, caro Guglielmo, nelle dichiarazione della Fiaip e nelle precedenti, abbiamo posto il problema dei costi della politica e, bada bene, non mi riferisco allo specchietto per le allodole degli stipendi dei parlamentari - quelle sono le briciole - ma, a tutto il sistema così come è organizzato, alle mille società municipalizzate dove – ancora oggi - siedono nei Cda politici a fine corsa, in Enti definiti "inutili" che invece sono utilissimi per dare qualche stipendio. Basti pensare poi all’ingerenza della politica nel sistema economico e in particolar modo nel mondo immobiliare (vedi, se confermato, il caso di Penati), ingerenze che bloccano la libertà di fare impresa e aumentano i costi per tutti.
    Questa finanziaria doveva prevedere, e sembra che qualcosa si stia muovendo in queste ore, un drastico taglio dei benefit elargiti in tanti anni di "volemose bene", doveva eliminare le super pensioni e i privilegi ma, ripeto, in questo caso non vi è Governo od opposizione: per difendere il "sistema" si ricrea infatti magicamente l'unità Nazionale.
    Nella tua lettera aperta commenti ogni parte del mio comunicato, ometti però di citare l'incipit del comunicato stesso: Fiaip: Sì alla finanziaria per il bene del Paese, e te lo confermo. Questa manovra per la Federazione doveva essere approvata già da tempo, pena il fallimento del Paese.
    Il mio sì alla finanziaria non entra quindi nello specifico dei provvedimenti, ma alla necessità di introdurre norme volte a garantire la nostra economia. Continuare nel teatrino messo in piedi nell'ultimo mese dai vari partiti è inutile, i soldi non ci sono e come al solito, per la mancanza di responsabilità di "tutta" la classe politica, che negli anni ha prima creato il debito pubblico e poi non è stata capace di eliminarlo, a pagare sono esclusivamente i cittadini.
    Per concludere, ribadisco con senso di responsabilità i contenuti del comunicato stampa: troppo facile fare populismo e limitarsi a constatare che i debiti li pagano tutti i cittadini, troppo facile fare sciopero o disquisire su chi tra noi dovrebbe pagare e chi no.
    La Festa è Finita e questo Paese è rimasto in mutande, cerchiamo almeno di assumerci ognuno le proprie responsabilità.
    Caro Guglielmo, nella tua lettera mi rimbrotti simpaticamente, di aver avuto fretta, ma ti posso assicurare che il vento non andava nella mia direzione, questo Paese e questa nuova economia devono essere affrontate con velocità, ed il comparto immobiliare in Italia troppo spesso si sveglia purtroppo solo a cose fatte.
    Non volermene, Guglielmo, ma leggendo la tua lettera mi hai ricordato qualcuno che facendo pipì guardava sempre in giro, non accorgendosi che se la stava facendo sulle scarpe.
    Alla prossima amico mio.
    [/FONT]
    [FONT=Georgia,Times New Roman,Times,serif]Paolo Righi
    Presidente Nazionale Fiaip
    [/FONT]
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina