1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. riccardo1986

    riccardo1986 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Buongiorno a tutti, stavo pensando di acquistare un appartamento in quanto secondo me, almeno per le abitazioni usate, i prezzi sono diventati accettabili dopo questi anni di crisi.
    la mia domanda è pero relativa al loro valore in caso di uscita dell'italia dall'euro o in caso di adozione di una valuta europea di serie b (si parla di svalutazioni del 25-30%).
    Il valore crollerebbe ulteriormente o invece seguirebbe un'ipotetico aumento dell'inflazione? (causando un fermo totale delle vendite immagino....)
    grazie, saluti!
     
  2. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Parere personale: se compri come investimento, lascia stare, i prezzi stanno crollando, siamo appena agli inizi di questa discesa che non può che invertire direzione dopo la ripresa del mercato del lavoro (vedi uscita a breve su questo fronte?), quindi no, non è un buon momento per investire soldi nel mattone.

    Se invece compri per necessità, allora tutti codesti discorsi hanno poco senso: compri e basta, l'appartamento ti serve, e non te ne deve fregare niente se un domani perde di valore (cosa che farà sicuramente, ma se a uno la casa serve, che valga 100 o 200 o 500 ti ripara allo stesso modo dal freddo e dalla pioggia).
     
  3. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il valore sarà anche della moneta inferiore io penso che dopo un ulteriore deprezzamento di almeno un'altro 10% ci sarà una ripresa.
     
  4. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ottimista!!
     
  5. ledzeppelin

    ledzeppelin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    solo ? sarà molto di più. e per fortuna qualche venditore se ne sta rendendo conto.
     
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    effettivamente i valori degli immobili hanno un prezzo molto salato, in realtà i valori catastali dovrebbero essere quelli reali.
     
  7. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    A mio parere non c'è una situazione uniforme del mercato, almeno nella mia zona i prezzi sono tornati ai tempi della lira nel popolare, ultrapopolare o in abitazioni medie con particolari difetti, mentre nel medio/signorile le belle case (lusso non lo tratto non saprei) pur scendendo non toccano ancora i livelli lira.
    Da qui la risposta alla domanda, se compri devi fare tre considerazioni:

    1 Investimento medio lungo termine,vendere subito dopo l'acquisto, anche dopo una valorazziazazione dell'immobile la vedo tosta in questo periodo, al massimo vai in pari.

    2 Meglio la casa da ristrutturare che tu possa valorizzare e usufruire delle detrazioni fiscali.

    3 Come detto ti devi dirigere sul popolare stando però attento, dovendo mettere a reddito l'immobile per qualche anno, che sia una casa che per condizioni intriseche, comparazione con immobili in zona e potenzialità della zona sia affittabile bene e ad una clientela sicura.

    Ora sono tutti a capire quando finirà la caduta, condivido che in linea generale, soprattutto le case medio/signorile, dovranno ancora ridimensionarsi di un 10/20%, ripeto almeno da me ho notato questo stacco, ma è anche vero che la bolla speculativa 2002/2011 la stiamo ora vivendo nei ribassi, qundo ho cominciato a fare l'agente (1999) vedevo un bilocale da ristrutturare a 110/120 milioni ora lo vendo a 60/65 mila ( 115/130) in pratica siamo li, ma quando comincia nel 99 a fare l'agente mi davano un fisso si 700milalire oggi un agenzia deve darti minimo 600 euro, un'operaio guadagnava 1.200.000 lire oggi ne guadagna 1.200,00 euro ( 2.300.000 lire).
    Attenzione a non esagerare in fondo la nostra è una crisi di debito pubblico e quando prima o poi si risolverà questo situazione, non certo con la lira ma magari con il ritorno al marco per la Germania e l'Euro per tutti gli altri, insomma l'Euro a 2 velocità, le banche torneranno ad erogare cerdito e allora si risalirà.
    Le crisi sono naturali e cicliche, non c'è nessuna fine anzi un nuovo inzio.
     
  8. riccardo1986

    riccardo1986 Membro Attivo

    Altro Professionista
    un ribasso del 10% lo vedo molto probabile anche io; oltre secondo me sarà improbabile (la casa è sempre stata un sacrificio, un ribasso del 20% secondo me equivarebbe a comprarsi una casa con 10 anni di mutuo...)
    comunque, la mia domanda era riferita alla massima protezione del capitale; intendo:
    1-l'italia esce dall'euro-> svalutazione del 25%-> "perdo" il 25% del mio capitale in banca
    2-l'italia applica una misura analoga a quella di cipro->prelievo del 10%>perdo il 10% del mio capitale
    3-compro un'immobile da locare->si svaluterà del 10% nel giro di qualche anno->perdo il 10% come al punto 2 ma con qualche margine di guadagno dall'affitto.

    inoltre, in caso di uscita dall'euro o di applicazione dell'euro svalutato, i prezzi delle case come oscillerebbero? crollerebbero oppure seguirebbero l'elevata inflazione che si andrebbe a creare?
     
  9. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non penso si possa azzardare una risposta ai tuoi quesiti, ieri senza mi sembra che Cipro abbia acconsentito al prelievo del 230% sui c/c oltre 100.000 e 4% per quelli inferiori o sbaglio?
     
  10. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Comunque anche se non fa parte dei tuoi quesiti, il vero problema in Italia lo ha chi non non riesce ad arrivare a fine mese.
     
  11. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    ragazzi, scordatevi i mutui al 5% con una nuova valuta si torna al 15-20 pure 25%. poi vedete voi come si vende bene :^^:

    :cauto: io la vedo al contrario. Un investimento in perdita ci può stare, fa parte del gioco della speculazione si vince e si perde; ma trovarsi a vivere in 2 camere invece che in 4, o in una zona che non era quella ideale, è molto peggio. Il benessere non ha prezzo.
    Senza considerare che se calano i prezzi e hai un mutuo su una parte consistente del valore, ci resti incastrato dentro e non puoi piu vendere, per migliorare o per cambiare città (o per estinguere il debito).
    Fa molti piu danni alla propria vita comprare male proprio la prima casa, che la seconda per le vacanze o la terza da affittare.
     
  12. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tranquilli, dall'euro non si esce, non si è fattto scappare Cipro, immaginiamo l italia
     
  13. Hyperion

    Hyperion Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Capisco perfettamente il punto di vista, ma faccio notare che l'acquisto della prima casa è una necessità, ed è una scelta di compromesso come lo sono tutte le scelte della vita.
    E quando uno sente di dovere mettere su famiglia non può pensare all'investimento fatto, o pensare che tra 5 anni potrebbe permettersi una casa migliore di quella che può permettersi adesso.
    D'altra parte stiamo diventando tutti più poveri, e come in passato si viveva in case molto più piccole di quelle di ora, con molte meno comodità, è bene capire che si deve diventare meno schizzinosi (alla fornero...)...

    D'altra parte quali sono le alternative?
    - non mettere su famiglia? Direi proprio di no...
    - andare in affitto? Questa è una possibilità, vedere crescere molto più lentamente i propri risparmi (o non vederli crescere affatto...) nella speranza che poi in futuro i prezzi delle case si adeguino (abbassandosi), e potersi permettere tra 10 anni una casa migliore di quella che avrebbero potuto comprare adesso...
    E' una possibilità, ma alla fine non tanto differente dalla prima, sempre 10 anni di compromesso sono (con la speranza che il mattone cali paurosamente, altrimenti sono solo 10 anni di transizione buttati).

    Se hai altre alternative fammelo sapere; sono nella condizione di mettere su famiglia, e mi sento più fortunato di altri perchè tra me e la mia ragazza abbiamo già più case di proprietà sfrtuttabili (ma molto scomode come casa) e le case dei rispettivi genitori abbastanza grandi da poter essere condivise...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina