1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lucia22

    lucia22 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, avrei bisogno di un consiglio sulla seguente questione: tra due balconi confinanti appartenenti a due proprietari dello stesso condominio, A e B, vi è una vetrata alta poco più di un metro, ma il proprietario A appoggia un pannello in anodizzato e vetro alla vetrata originaria e lo tiene fermo con dei perni. Ciò avviene circa 15 anni fa e viene fatto perché i gatti di B entravano in caso di A. Inizialmente B non si oppone, ma qualche anno dopo, nel 2004, invia due raccomandate tramite legale ad A lamentandosi che la vetrata posta da quest’ultimo limitava aria, luce e veduta del suo appartamento. Poi non succede più nulla, intanto B va ad abitare altrove e in casa resta solo la moglie. Dopo nove anni, quest’anno, A si vede arrivare una citazione dall’avvocato di B in cui viene chiesta la rimozione della vetrata e un risarcimento danni di più di 5.000 euro. Spero che possiate aiutarmi, come può difendersi A? è davvero illecita quella vetrata da lui posta? non è troppo tardi per B per fare queste richieste?
     
  2. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    Senza leggere gli atti è quasi impossibile. P.es. come hanno superato il fatto che è 15 anni che esiste la variazione dello stato dei luoghi? Inoltre mancano una serie di dati quali p.es. com'era la vetrata originale? opaca, trasparente o come? com'è il vetro aggiuntivo? qual'è l'altezza del manufatto aggiunto? ecc.

    In altre parole la difesa potrebbe essere imbastita in primis contestando il termine temporale (15 anni) poi in subordine l'inesistenza dei presupposti delle lamentele di controparte quali il diritto di guardare nel mio terrazzo o che il manufatto privi la controparte di luce oltre quanto fatto dalla vetrata originale, infine che per l'aria è pleonastico dire che su un terrazzo non viene mancare o ad essere limitata per un pannello.

    Però, ripeto, senza elementi più precisi rispondere tecnicamente alla domanda è come voler vincere alla lotteria senza comprare il biglietto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina