1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. FriDaa

    FriDaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, sono nuova e dopo molte ricerche questo forum mi semra molto valido...
    A gennaio 2016 ricevo atto di accertamento ICI per omesso, insufficiente e/o tardivo versamento. La lettera riporta la data del 9/12/2015 mentre quando io sono andata a controllare il tracciato della raccomandata mi dice che la raccomandata è partita da Roma (io sono a milano) l'8 gennaio 2016 ed io l'ho ricevuta l'11 gennaio 2016.

    La casa l'ho ereditata e nel 2010 i primi due mesi mia nonna era viva ed esente ICI, ma nella tabella dell'accertamento quei due mesi risultano tassati, io oltretutto ho pagato il bollettino ICI di fine 2010 perchè l'ho ricevuto, mentre l'ICI (chiamiamolo acconto 2010) non l'ho mai ricevuto, anche perchè nonna era viva fino a febbraio comrpeso, poi la casa è passata a mia madre che l'ha ceduta a me a giugno, quindi nè a me nè a mia madre nè a mia nonna è mai pervenuto questo bollettino, anche perchè se mia nonna era esente ICI è forse per questo che nessuno di noi l'ha ricevuto? E poi in 5 anni nessuno ci ha mandato delle lettere per dirci di questa cosa...ho richiesto appuntamento presso uffici ATI per poter visionare i documenti sui quali hanno lavorato. Nel mentre però..quando mi hanno fissato questo appuntamento mi dicono che non è caduto in prescrizione il mio atto poichè fa fede la data riportata sulla lettera (ovvero il 9 dicembre 2015) e non l'atto di notifica (che serve a me solo per calcolare i 60 gg).. e questa persona l'ha spiegato così: "in pratica il funzionario preme un pulsante a pc e fa partire i controlli (perchè come me sono state tassate altre persone che conosco per gli anni 2010 e 2011 ricevendo gli atti a gennaio ma datati tutti il 9/12/15) lui ha premuto il pulsante il 9/12/2015 ed ha fatto i controlli che poi ha spedito alle poste a Milano, che le stesse poste hanno girato a Roma che poi l'ha spedita dopo 1 mese". Quindi deve pagare oppure viene a visionare questi documenti ma sono a computer e poi se ci sono le basi fa ricorso.
    Vorrei capire

    Scusate per le troppe parole ma non so di quanti dati avete bisogno e così ho abbondato.. :) Grazie mille a chiunque mi aiuterà.
     
  2. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Purtroppo ha ragione lui !
    Per quanto riguarda i termini massimi non fa fede quando giunge al contribuente e neanche quando parte bensì quando viene deciso l'accertamento e quindi la data che hanno scritto sull'accertamento (anche se l'hanno scritta dopo, predatandola).
    Se fosse antecedente sei mesi potresti provare a ricorrere ma 15 giorni non otterresti mai ragione.
    Per quanto riguarda l'arrivo a casa dei bollettini ICI è una "cortesia" che un Comune può fare o meno ma non è obbligato mentre è obbligato il cittadino a sapere che deve pagare.
    Se tutto fosse stato nella continuità il bollettino sarebbe arrivato ma passando la proprietà da nonna esente a mamma (o figlia) non esente ........ sarebbe successo molto probabilmente anche in altro comune.
    Preciso che io non sono un "professionista" della materia, ma ........ il tuo quesito è tutto sommato banale e frutto di discussioni che si ripetono identiche anno dopo anno (e per questo l'ho definito banale).
     
  3. FriDaa

    FriDaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie Gherardo, infatti temevo questa risposta. Mi vien solo da dire che te lo accertano dopo 5 anni per poterti far pagare tutti gli interessi/more possibili e immaginabili. Vero è che io dovrei sapere se un ICI è da pagare ma è altrettanto vero che se questa persona è deceduta, il comune dovrebbe poi mandare la lettera del mancato pagamento a nome del nuovo proprietario, cosa che infatti non è avvenuta se non per il secondo bollettino, anche perchè se mi avessero mandato al lettera avrei prolungato i tempi della prescrizione ma avrei pagato di meno. Andrò a chiedere i documenti e poi pagherò.. che peccato.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Consolati.
    Ho ricevuto una richiesta di saldo di una bolletta dell'acquedotto del 2009, emessa nel 2010 o 11, intestata a mia suocera deceduta 4 anni fa. E' mancata pure mia moglie ....
     
  5. FriDaa

    FriDaa Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Che tristezza di paese... davvero non ho parole.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina