• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Savetta

Membro Junior
Privato Cittadino
Ciao a tutti. Io e mio marito (in separazione dei beni) abbiamo fatto una proposta (accettata) versando 10mila a testa di caparra. A rogito dovrebbe intervenire mio suocero versando il resto (decisione maturata dopo). La mia domanda è: visto che alla fine, viene tutto dalla sua famiglia, per evitare doppie donazioni, dal suocero al marito e dal marito a me (al 50%), possiam fare il preliminare con solo il marito come acquirente? Grazie
Ps (Ci son soluzioni alternative per evitare una casa donata e praticamente invendibile?)
 

Savetta

Membro Junior
Privato Cittadino
Quindi al rogito potrebbero dire: La somma è versata dal suocero al marito e il 50 dal marito alla moglie e il tutto è versato alla proprietaria?
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
possiam fare il preliminare con solo il marito come acquirente?
Del tutto ininfluente; quello che conta è a chi sarà intestata la casa; se anche i soldi li mettesse tutti il suocero, risulterà come donazione indiretta parte verso suo figlio e parte verso di te, in funzione delle quote di proprietà che deciderete.
Nessun problema per la rivendita dell'immobile, perché la donazione non riguarderà l'immobile stesso, ma i soldi.

Se però tuo marito non fosse figlio unico, deve avere beni da lasciare anche agli altri figli, per evitare che dobbiate restituire quanto ricevuto, alla sua morte.
La somma è versata dal suocero al marito e il 50 dal marito alla moglie e il tutto è versato alla proprietaria?
Complicazione inutile, mi pare.
 

Savetta

Membro Junior
Privato Cittadino
Sui rapporti con la sorella son già d'accordo. Penso che sia meglio una donazione indiretta unica (padre/figlio) anche per una questione fiscale.
 

francesca63

Membro storico (ex agente)
Privato Cittadino
Penso che sia meglio una donazione indiretta unica (padre/figlio) anche per una questione fiscale.
Premesso che non c'è nessuna questione fiscale ( perché per donazione indiretta legata ad atto pubblico che paga già le imposte non ci sono altre incombenze), se il padre versa i soldi al rogito la donazione sarà verso entrambi gli acquirenti.
Per fare una donazione solo al figlio, deve farla prima, con atto pubblico.
Non mi pare una gran trovata.
Comunque senti il notaio.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buonasera, ho un quesito da porre: sono socio accomandatario di una società sas con oggetto sociale la mediazione immobiliare. Contemporaneamente posso essere socio accomandante di un'altra società sas con oggetto sociale la ristrutturazione di immobili?
Alexpa80 ha scritto sul profilo di francesca63.
Ciao Francesca, scusami.
Domani avrò il preliminare davanti al notaio.
Ancora non ho la delibera definitiva del mutuo.
L'agente mi ha chiesto già la provvigione.
Ma non si ottiene alla delibera definitiva?
Anche il consulente mi ha detto che la mia attualmente non é una delibera definitiva.
Grazie anticipatamente
Alto