1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve, è il mio secondo post che scrivo in merito alla mia situazione:
    stiamo cercando di vendere la nostra casa con una nota agenzia immobiliare, abbiamo esigenza di spostarci in un altro quartiere della nostra stessa città, ora in 3 mesi abbiamo ricevuto solo una visita (i potenziali acquirenti anche loro devono vendere per acquistare) ma nello stesso tempo abbiamo visto sempre con la stessa agenzia del quartiere dove cerchiamo una casa che ci interessa molto, ora stavamo pensando di fare una proposta di acquisto vincolato alla vendita del nostro immobile e se il proprietario accetta ribassare anche di 20/30 mila euro il nostro immobile perchè solo cosi rientreremo nelle spese e non ci perderemo molto, ora vi chiedo info in merito l'agenzia mi ha detto che si fa la proposta vincolata con assegno non trasferibile che il venditore non incassa ma nel frattempo firma una liberatoria con la quale la casa è sempre visitabile quindi se c'è qualcuno interessato lui può vendere è giusto? ma l'assegno mi ritorna indietro? come posso gestire al meglio la faccenda?
    Grazia mille
     
  2. ColosseoPel

    ColosseoPel Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    io ti consiglierei di vendere prima il tuo immobile e poi vai in cerca della tua futura casa..ce ne sono tante!
    in ogni caso nella proposta verrà inserita la clausola relativa al vincolo e voi dovrete consegnare un assegno non trasferibile al venditore. l'assegno non potrà essere incassato e nel caso in cui la proposta non vada a buon fine vi ritorna indietro (proprio perchè nella proposta è stato inserito il vincolo)
    che il venditore possa vendere ad un altro non te lo so dire...io sapevo che si vincolava anche lui a tenere fermo l'immobile..
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Tutte le condizioni vanno inserite nella proposta ed è possibilissimo lasciare al proprietario la potenzialità di vendere l'immobile nel frattempo.

    Naturalmente, l'assegno rimane un deposito cauzionale infruttifero e non va incassato, così come non si paga l'agenzia, fino all'avverarsi o meno della condizione.

    Nel caso in cui il proprietario trovi un altro acquirente nel frattempo, ovviamente si restituisce l'assegno.
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  4. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie, quindi mi consigli di far inserire una data entro la quale se non riesco a vendere l'immobile la proposta perde efficacia? quindi nel frattempo se qualcuno è interessato l'agenzia è libera di far vedere la casa...ma io almeno sarò avvisata?
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Devi essere avvisata certo.
     
  6. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    ho parlato con l'agente che tratta la casa che ci interessa, ci ha detto che possiamo provare a fare una proposta dove lui comunque sarebbe libero di continuare a far visionare la casa, intanto noi faremo un assegno che lui ci consiglia abbastanza alto (circa 10 mila euro) per invogliare il venditore e un assegno con le provvigioni per l'agenzia....entrambi non verranno incassati....insomma un tentativo molto aleatorio...insomma a questo punto il venditore potrebbe accettare comunque sa che c'è qualcuno che è interessato alla casa...che ne pensate? a cosa dovrei prestare attenzione nella proposta?
     
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    cosa c'entra l'assegno all'agenzia!
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  8. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    Rosa1968 l'agente cosi mi ha spiegato...mi spiazzi? perchè non occorre l'assegno all'agenzia?
     
  9. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Perche' se c'e' una condizione sospensiva finche' non si avvera l'agente non matura il diritto alla provvigione quindi l'assegno all'agenzia non ha senso.
     
    A sarda81, Tobia, ludovica83 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  10. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    grazie, avrò capito male io....chiederò meglio....
     
  11. od1n0

    od1n0 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Prima di firmare qualsiasi cosa vi consiglio di capire bene cosa c'e' scritto e le implicazioni.
     
    A sarda81, Gama e ludovica83 piace questo elemento.
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ti ha risposto prontamente od1no. attenzione che la clausola sia sospensiva e non risolutiva. il fatto che ti abbiano chiesto l'assegno per le provvigioni mi fa pensare ad una clausola risolutiva.
     
    A Tobia, od1n0 e ludovica83 piace questo elemento.
  13. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    scusami Rosa1968 che differenza passa tra clausola sospensiva e risolutiva? puoi spiegarti meglio? grazie mille
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Gama,
    il fatto che ti abbiano chiesto l'assegno per la provvigione mi ha fatto pensare, come ti dicevo ad una condizione risolutiva, e non sospensiva. Mentre la sospensiva, come dice la parola sospende gli effetti del contratto fino al verificarsi della condizione, e quindi per il mediatore il diritto alla provvigione sorge nel momento in cui si verifica la condizione, con la condizione risolutiva, il diritto alla provvigione non viene meno col verificarsi della condizione in quanto gli effetti del contratto si producono fino al verificarsi della condizione (e quindi al mediatore spettano le provvigioni) . Mi sono spiegata? Nel tuo caso la condizione deve avere questo tenore per essere sospensiva ti faccio un esempio "la validità della presente proposta è subordinata alla vendita del mio immobile di mia proprietà in via bla bla bla entro la data del ... diversamente la proposta perderà di efficacia a tutti gli effetti e nulla sarà dovuto al proprietario dell'immobile e all'agente immobiliare a nessun titolo.
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  15. Ale.

    Ale. Membro Senior

    Altro Professionista
    Ti rispondo con una domanda : mi spieghi quale utilità deriva da questa operazione laboriosa e contorta a te ed alla tua trattativa di compravendita ?
     
    A sarda81 e andrea boschini piace questo messaggio.
  16. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao Rosa1968 quindi è consigliabile scrivere una data? tipo la validità della proposta è subordinata alla vendita del mio immobile entro la data x...ma cosi facendo il venditore non può vendere nel frattempo?
     
  17. Gama

    Gama Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ale. lo so forse non deriva nessuna utilità...perchè l'assegno dal venditore non verrebbe incassato quindi io non blocco l'immobile che mi interessa...facciamo questo perchè il prezzo dell'immobile è buono e il nostro a questo punto verrebbe abbassato per poter vendere più velocemente...ma è tutto affidato al caso...ma l'immobile ci interessa per varie esigenze...certo se viene un altro acquirente il venditore può benissimo vendere e non aspettarmi ma mi ha detto l'agente che io verrei avvisata...non so l'immobile mi interessa ma non ho la liquidità e solo con la vendita del mio posso fare l'operazione... il problema e che mi sposto da un quartiere a un altro della mia città dove il mercato è totalmente diverso...ovvio che il mio stesso appartamento che voglio vendere visto che è in perfette condizioni tutto ristrutturato se lo volessi vendere nella zona che mi interessa valerebbe molto di più
     
  18. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @Gama , ti prospetto uno scenario diverso;)
    oggi stai trattando un immobile priva di alcuna certezza, tranne che di ribassare la tua e di molto, e trattare l'acquisto con pochissimi margini ( non dai danaro realmente ).
    Bene... immagina invece di vendere la tua casa al prezzo che tu ritieni possibile e vai con danari veri e date certe dal proprietario dell'immobile di tuo interesse...non pensi di avere margini decisamente diversi? Col soldo in tasca, il coltello dal manico lo tieni tu oggi, come dicono giustamente i colleghi , di case ce ne sono a gogo'... sei tu a decidere dove.
    Prima si vende ...poi si compra;)
     
    A sarda81 e od1n0 piace questo messaggio.
  19. pellico6

    pellico6 Membro Junior

    Privato Cittadino

    @Gama
    Ascolta bene questi consigli.....te lo dice uno che, per fare una cosa del genere (io ho versato una caparra confirmatoria con promessa di andare a rogito entro...quello che pensavo fosse un tempo congruo..) ha perso casa nuova, soldi e si è tenuto quella vecchia... !!!! Prima vendi...poi..fai tutto quello che vuoi .
     
    A gmp piace questo elemento.
  20. brizio75

    brizio75 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ma così tanto per parlare ipotizzo uno scenario diverso....lei fa una proposta condizionata alla vendita della sua casa, versa un assegno che il costruttore non incasserà ma terrà li buono e solo in caso di compromesso verrà acquisito...intanto lei si è garantita che la casa nuova venga tolta momentaneamente dal mercato...il costruttore praticamente ha venduto la sua di casa, non vedo sinceramente altri intoppi o cose strane da fare....sinceramente in un momento come questo credo che tutti debbano venirsi incontro....
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina