1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti
    mi trovo ad acquistare un monolocale gravato da qualche ipoteca e , visto il gioco in essere, preferisco essere certo di aver intrapreso la strada corretta.
    Questo piccolo immobile ha le seguenti ipoteche:

    GN XXXX del 30.12.1996 di €125.000 in simultaneità con la PM del posto auto (l'agente immobiliare mi riferisce che e' gia stata liquidata e quindi cancellabile)

    GN XXXX del 24.9.2007 €60.000 in simultaneità con la PM del posto auto con un residuo di circa €55.000

    GN XXXX 24.7.2009 €7.000 a favore del condominio tramite decreto ingiuntivo e sempre in simultaneità con la PM del posto auto

    Ecco quindi le domande:
    Quale puo' essere il costo ipotizzato della cancellazione della prima ipoteca ?
    Considerando la mia intenzione d'acquiso e per cancellare le 2 ipoteche successive ho queste perplessità: Non si rogita finche non e' libero da ipoteche; eventualmente si potrebbe rogitare chiamando il creditore dell'ipoteca 2 (€60.000) ed il condominio (€7.000) che incasserebbero i loro crediti dal notaio e si potrebbe quindi procedere contestualmente alla cancellazione.
    E' funzionale o esiste una strada migliore ?
    Il presupposto e' che non vorrei anticipare una caparra per aiutarlo a chiudere l'ipoteca 3 (€7.000) non avendo molta fiducia visto il debito con il condominio, e poi ritrovarmi con un venditore che non vende o non si presente e quindi rincorrerlo per riavere il denaro
    Ulteriore dettaglio:
    L'appartamento e' locato con un contratto in essere (2008-2012 rinnovabile di ulteriori 4 anni)
    Il contratto e' da rifare o posso semplicemente subentrare ?
    La mia intenzione e' quella di utilizzare lo strumento della cedolare secca ed ora il contratto non ne fa' menzione e il proprietario non sa' di cosa io parli
    Posso quindi immaginare non abbia fatto alcuna comunicazione al conduttore
    Scusate l'email un po' lunga ma preferisco una certezza ulteriore nel mio modus operandi
    Grazie ancora
    Buon lavoro a tutti :applauso:
     
  2. Braveheart84

    Braveheart84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sul preliminare d'acquisto c'è scritto che il venditore deve cancellare le ipoteche?
     
  3. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, per non correre rischi potresti fare una proposta d'acquisto con assegno a garanzia da incassare solo all'atto notarile, il contratto d'affitto in essere dovrà essere rispettato, ma Tu come proprietario potrai optare per la cedolare secca, l'inquilino avrrà solo dei vantaggi e sarà contento. ;)
     
    A Bianca84 e La Capanna piace questo messaggio.
  4. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Non ho ancora stipulato alcun prelimare proprio per essere sicuro di muovermi come di dovere
    E' quindi un ipotesi plausibile rogitare con tutti i creditori e liquidare li e solo li il debito contratto ?
     
  5. Braveheart84

    Braveheart84 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    i debiti sono con banche o con privati? Perché nel primo caso è semplice far venire un funzionario della banca e chiudere il debito
     
  6. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao, se è possibile liquidare i creditori contestualmente all'atto notarile puoi stare tranquillo, se vanno liquidati prima chiaramente spetta al venditore, il notaio ti guiderà in entrambi i casi.
     
  7. Gianluca1977

    Gianluca1977 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Le ipoteche sono 2
    La prima e' relativa ad un debito contratto con la banca
    La seconda e' un decreto ingiuntivo del condominio per spese arretrate
    Credo che l'eventuale ipotesi di assegno a garanzia o rogito con tutti i creditori siano le soluzioni piu' consone
    Vi ringrazio per l'aiuto !
    Buona giornata e buon lavoro
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina