• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

rosatea

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Buonasera a tutti cari colleghi e non colleghi, vi scrivo questo messaggio perché non so cosa fare, vi spiego, come da titolo ho affittato un appartamento 4 giorni fa, mi chiamano i conduttori dicendomi che devo ritornare i soldi perché il proprietario della casa un Signore anziano e l'usufruttuario essendo che io lo vengo a sapere il giorno del Contratto mentre che leggo il Contratto dico: , il locatore e usufruttario fino a qui tutto ok.
Dopo 4 giorni mi accusano che io sono in dolo perché dovevo spiegargli prima chi è l'usufruttuario perché sono ignoranti e non sanno il significato (con tutto che ho letto il Contratto a voce alta e loro mi seguivano perché avevao una copia nelle mani), aggiungendo che a morte dell'usufruttuario vengono buttati fuori perché i figli devono vendere casa e non e vero perché può essere buttato fuori 6 mesi prima della scadenza naturale dei 4 anni del Contratto, il conduttore insiste con tono nervoso dicendo che non è come dico io perché se il proprietario (usufruttario) muore tra 6 mesi lui può essere buttato fuori subito cioè dopo 6 mesi perché gli mandano una lettera con raccomandata che devono vendere casa... Siete d'accordo con me che quello che dice il conduttore e una fesseria per avere restituito i soldi perché ha cambiato idea ?
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Il contratto di locazione è valido e dura per tutta la durata pattuita anche se l'usufruttuario dovesse morire oggi e i proprietari volessero vendere l'immobile domani e disdettare il contratto oggi stesso.

Che tu l'abbia letto loro è una cosa positiva ma di poca importanza, nel senso che potresrti anche non averglielo letto, in quanto spetta loro farlo prima di firmare.

La firma sul contratto, prova che conoscevano al momento della stipula del contratto (e quindi in tempo utile), la situazione dell'immobile, ovvero chi ne fosse proprietario e chi avesse diritto di locarlo, ecc....

Sei stata chiara e hai assolto al tuo dovere.

Ripeto: il contratto è valido (e lo sarà per tutta la durata pattuita idipendentemente dalla morte dell'usufruttuario) e la tua provvigione è dovuta.
Tutto il resto sono fisime mentali o probabilmente scuse.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Per me si sono scontrati coi proprietari (figli) che avendo già messo gli occhi sopra l'immobile non volevano legarsi a un affitto..... così hanno provato a intimidire i tuoi clienti. A quel punto però stava a te chiarire la situazione, così come già ha scritto @Zagonara Emanuele . I mesi di preavviso vanno dati per il primo rinnovo dei 4 anni (ma l'affittuario ha diritto a restare nell'immobile fino a scadenza, i mesi servono per potersi organizzare a trasferirsi), e comunque solo se sussitono particolari motivi di esigenza personale e la vendita non ci rientra! Ma tu tutto questo glielo hai detto?
 

rosatea

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Il contratto di locazione è valido e dura per tutta la durata pattuita anche se l'usufruttuario dovesse morire oggi e i proprietari volessero vendere l'immobile domani e disdettare il contratto oggi stesso.

Che tu l'abbia letto loro è una cosa positiva ma di poca importanza, nel senso che potresrti anche non averglielo letto, in quanto spetta loro farlo prima di firmare.

La firma sul contratto, prova che conoscevano al momento della stipula del contratto (e quindi in tempo utile), la situazione dell'immobile, ovvero chi ne fosse proprietario e chi avesse diritto di locarlo, ecc....

Sei stata chiara e hai assolto al tuo dovere.

Ripeto: il contratto è valido (e lo sarà per tutta la durata pattuita idipendentemente dalla morte dell'usufruttuario) e la tua provvigione è dovuta.
Tutto il resto sono fisime mentali o probabilmente scuse.
Grazie sei stato chiarissimo
 

josko

Membro Ordinario
Agente Immobiliare
Dal Codice Civile :
Art. 999 Locazioni concluse dall'usufruttuario

Le locazioni concluse dall'usufruttuario, in corso al tempo della cessazione dell'usufrutto, purché constino da atto pubblico (2699) o da scrittura privata di data certa (2704) anteriore, continuano per la durata stabilita (1599), ma non oltre il quinquennio dalla cessazione dell'usufrutto.
 

gagarin

Membro Attivo
Amm.re Condominio
cosa fare, vi spiego, come da titolo ho affittato un appartamento 4 giorni fa, mi chiamano
Le risposte che ti sono state date, con cui concordo pienamente, confermano la correttezza del tuo operato; ma, Rosatea, scusami se te lo dico e non volermene, spero che il contratto non sia stato scritto con la grammatica e la punteggiatura del tuo intervento nel forum, forse scritto in fretta e con un pò di agitazione.
 

rosatea

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Le risposte che ti sono state date, con cui concordo pienamente, confermano la correttezza del tuo operato; ma, Rosatea, scusami se te lo dico e non volermene, spero che il contratto non sia stato scritto con la grammatica e la punteggiatura del tuo intervento nel forum, forse scritto in fretta e con un pò di agitazione.
Scusate per gli errori, scrivo da un cellulare di 8 pollici
 

Aidualc

Membro Junior
Agente Immobiliare
I mesi di preavviso vanno dati per il primo rinnovo dei 4 anni (ma l'affittuario ha diritto a restare nell'immobile fino a scadenza, i mesi servono per potersi organizzare a trasferirsi), e comunque solo se sussitono particolari motivi di esigenza personale e la vendita non ci rientra!
La vendita può essere uno dei motivi validi per la disdetta del locatore alla prima scadenza, se vengono rispettati alcuni requisiti (cito: "il locatore intende vendere l'immobile a terzi e non ha la proprietà di altri immobili a uso abitativo oltre a quello eventualmente adibito a propria abitazione. Al conduttore spetta in tal caso il diritto di prelazione, da esercitare entro 60 giorni dal momento in cui il locatore gli comunica in modo esatto le condizioni della vendita").

Non ho capito invece cosa intendi con "i mesi servono per potersi organizzare". Logisticamente sì, ma è bene tenere a mente che i 6 mesi vanno dati per legge, sia alla prima sia alle successive scadenze, specie da parte del locatore, per evitare di restare imbrigliato. Poi nella pratica spesso le cose vanno diversamente.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
I 6 mesi sono garantitii dalla legge, ma la legge li ha previsti come congruo termine per poter far organizzare il trasferimento dell'inquilino chiaramente.... c'è una ratio dietro la normativa, non è scritta a caso! Ho scritto ciò per far capire al postante che quanto gli viene riferito non sta ne in cielo ne in terra

il conduttore insiste con tono nervoso dicendo che non è come dico io perché se il proprietario (usufruttario) muore tra 6 mesi lui può essere buttato fuori subito cioè dopo 6 mesi perché gli mandano una lettera con raccomandata che devono vendere casa...
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

fabiocaroli ha scritto sul profilo di il Custode.
salve cè possibilitá di pubblicare bannerini pubblicitari di un nuovo portale imm e costi grazie..i moduli richieste non funzionano!
Justyfra=G💝 ha scritto sul profilo di Avv Luigi Polidoro.
Buona sera Egregio Avvocato,le chiedo scusa per l’orario se la disturbo. Ho un problema di divisioni di beni di miei suoceri (ancora vivi) tra mio cognato e mia figlia adolescente, ma visto che suo padre cioè mio marito è deceduto tre anni fa, ma come vanno la divisione? Aiutatemi a capire.
Alto