1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    la mia ragazza tramite asta giudiziaria ha acquistato una villetta che in catasto risulta A/3, il piccolo terreno di mq.415 su cui insiste il fabbricato è indicato come ente urbano ma chiaramente sia foglio di mappa che particella sono le stesse.
    Per questo motivo l'agenzia delle entrate che tassa la vendita giudiziaria del tribunale, oggi ha rigettato la richiesta delle agevolazioni prima casa sostenendo di dover tassare l'acquisto al 18% e chiaramente mi sono opposto lasciando tutto in stand by, la motivazione comunicatami è che nella perizia del CTU il lotto ed il prezzo di vendita è unico e non c'è distinzione tra valore della villetta e del terreno (ente urbano) su cui insiste.
    Secondo me è una fesseria colossale e se la motivazione è corretta sarebbe opportuno che il giudice richiedesse al CTU una integrazione di perizia sdoppiando il prezzo di aggiudicazione tra valore della villetta da trattare al 3% e valore del terreno o ente urbano da tassare al 18%.
    Secondo voi è corretto o essendo pertinenza della villetta devono tassarme tutto al 3%?
    Inoltre se il giudice dovesse accettare il mio suggerimento d'integrazione della perizia, le propabili spese del CTU sono a carico di chi?
    Secondo me sono a carico della procedura esecutiva perchè si tratta di un errore del CTU che non ho nominato io ma il giucice!
    Attendo fiducioso qualche consiglio.....Grazie 1000
     
  2. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    scusate gli errori di ortografia ma ho scritto il messaggio di corsa.
    Come dice qualcuno "ABBIAMO RIMASTI IN POCHI A PARLARE L'ITALIANO!!":risata::risata::risata::risata:
     
  3. sfilasto

    sfilasto Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Caro Fabio,

    il quesito è insidioso e ritengo che per poter rispondere sia indispensabile esaminare il carteggio.
    Ti consiglio di rivolgerti ad un bravo fiscalista, integrando l'indagine con il consulto del Notaio e di un competente avvocato tributarista, il tutto "carte alla mano"


    Buona serata.
     
  4. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    in genere gli immobili sorgono su aree censite al catasto terreni come enti urbani. Foglio e particella (ex mappale) identificano l'area ed il subalterno le unità immobiliari. E quando compri un appartamento non paghi il 18% perchè ha il giardino di pertinenza od una parte di cortile comune.
    Non capisco invece come la villetta possa essere accatastata come A/3.
    Detto questo, potrei capire che avendo il tuo immobile avesse caratteristiche di lusso (come indicate nel d.m. 2 agosto 1969), ti escludessero la possibilità di beneficiare delle agevolazioni prima casa; ma l'applicazione del 18% sull'intero lotto trattato come terreno agricolo mi lascia alquanto perplesso.
    Non è chiaro dalla tua descrizione come fosse formulata l'asta: vendita di lotto di terreno o di abitazione con terreno pertinenziale?
    Ti consiglierei di avere un parere da parte di un notaio, che abbia esperienza come professionista delegato nelle esecuzioni immobiliari, od ad un fiscalista esperto nel settore immobiliare.
     
  5. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    L'asta è per abitazione con terreno di pertinenza e risulta in catasto a/3 classe 2, domattina ho un incontro con AdE speriamo di chiarire!!
     
  6. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non vedo presupposti per tassare tutto al 18%. ed in seconda battuta comunque almeno l'immobile dovrebbere essere al 10% (o 3% come prima casa). A meno che non considerino l'immobile come una costruzione al solo servizio del bene principale terreno. Sarebbe comunque una forzatura, a maggior ragione con un A/3.
    Le via dell' AdE sono infinite. Aggiornaci! ne impareremo comunque una nuova. speriamo non a tue spese.
     
  7. pamarfabio

    pamarfabio Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Dopo consultazioni con Voi esperti di Immobilio.it, notai, geometri ecc ecc ho provato ad imporre le mie ragioni e finalmente l'AdE si è redenta tassandomi tutto al 3% .....ma tanto per non darmi troppa soddisfazione hanno detto che secondo non si sa bene quali nuove norme anche gli enti urbani pertinenze di immobili avranno in catasto una distinta rendita dall'abitazione e dovranno essere tassati distintamente come terreno. Bho!! Qualcuno conosce questa nuova norma??
     
  8. jacopoge

    jacopoge Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    tutto è bene quel che finisce bene.

    no.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina