1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Lauri

    Lauri Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Carissimi,

    Mi rovlgo a voi perché davvero non so più dove sbattere la testa.
    Il quesito è il seguente.

    Il mio compagno ha un capannone da vendere. Condizioni del capannone, disastrose.
    Esigenza di vendere: disperata (come tutti ,mi rendo conto.....).

    Lui e sua sorella stanno valutando di renderlo inagibile. Di fatto lo è, ma manca una dichiarazione ufficiale che lo attesti tale. Dalle ricerche che ho fatto, pare che per renderlo ufficialmente "inagibile" ci si debba rivolgere all'ufficio tecnico del comune di residenza perché rediga una perizia.

    La domanda è.... una volta reso inagibile, un ipotetico compratore può poi renderlo nuovamente agibile? Se sì, come? Ci sono dei costi? Spetta all'aquirente? Ci si accorda in fase di preliminare?
    Sto cercando di recuperare informazioni utili, ma non conoscendo bene l'argomento, fatico a trovarle.

    Vorrebbero capire se il rendere il capannone inagibile comporta complicazioni ai fini della vendita.

    Attendo speranzosa le vostre risposte....

    Laura
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A che pro ? Per le tasse ?
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    l'inagibilità attuale esattamente in cosa consiste?
    E' stato regolarmente autorizzata la sua realizzazione all'epoca dell'edificazione?
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    penso che l'inagibilità serve per non pagare l'IMU
     
  5. Lauri

    Lauri Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Eccomi. La realizzazione del capannone è stata all'epoca regolarmente autorizzata. E' stato poi affittato e ora da anni giace abbandonato. E' di fatto inagibile/non abitabile......... Da quanto ho letto inabitabilità e inagibilità sono equiparate ai fini IMU (Sole 24 ore: "... Inabitabili sono invece i fabbricati che, pur essendo staticamente idonei, sono privi di caratteristiche che li rendano fruibili (ad esempio, l'acqua corrente o i vetri alle finestre). La normativa IMU equipara inagibilità all'inabitabilità, come in precedenza avveniva per l'ICI (articolo 8 del Dlgs 504/1992)." ).
    Il capannone è di fatto non utilizzato da molti anni, che credo essere l'ultima caratteristica necessaria per poter parlare di non abitabilità.
    Quello che vorrebbero capire è come può incidere l'inagibilità su un immobile in vendita. Se ci sono delle regole scritte per cui il possibile acquirente si dovrà poi occupare di renderlo agibile; se non è necessario; se a carico degli attuali proprietari o se si definisce il fase di preliminare.

    Grazie a tutti per le risposte!

    Laura
     
  6. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    questo solo requisito non fa un'immobile inagibile, un immobile è inagibile se nel corso di questi anni di non uso presenta delle deficienze strutturali, quali crolli della copertura, totale abbandono e meta di vandalismi tali da rendele il capannone formato solo dai muri perimetrali senza più aperture, ecc.ecc., ma solo perchè è rimasto chiuso ma integro non si può ritenerlo inagibile, quindi,
    l'inagibilità attuale esattamente in cosa consiste?
     
  7. Lauri

    Lauri Membro Ordinario

    Altro Professionista
    Ohi, ohi.... dovrei chiedere con più precisione al mio compagno.
    Sai per caso darmi qualche indicazione pratica sul cosa succederebbe nel caso in cui si ritrovino a vendere (quindi trovino acquirente interessato) il capannone una volta reso da perizia inagibile? perché è più quello che vorrebbero cercare di capire.... ci sono casi simili? Ohi, temo di non riuscire a spiegarmi bene.... Vorrebbero insomma sapere cosa comporta l'avere sul mercato e ai fini di una ipotetica vendita un immobile inagibile....

    Spero di essere riuscita a spiegarmi!

    Grazie mille!

    Laura
     
  8. Wile

    Wile Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non sono un tecnico quindi prendi questo con le molle.
    Per dichiarare l'inagibilita' devi rivolgerti a un geometra che con una perizia lo dichiarera' inagibile (se questo e' possibile), poi depositera' i documenti in Comune e fara' se necessario le variazioni catastali. Potrebbe anche passarlo in F/2 (immobile collabente) se proprio messo male. Ma in tal caso potreste rischiare di dover pagare l'IMU come terreno edificabile.
    Chi lo compra dovra' ripristinare l'agibilita', se basta anche con una CIL senza lavori. Se e' stato messo in F/2 invece dovra' farsi fare un nuovo permesso di costruire (o altro titolo abilitativo) e alla fine (con o senza lavori) richiedere una nuova agibilita'.
    Vai pero' da un geometra e anche da un buon commercialista (non un semplica CAF, per intenderci, a meno che non ti mettano in contatto con il loro responsabile), perche' in caso di fabbricati strumentali la normativa cambia non poco. E i casini (anche grossi) sono dietro l'angolo. Ti potrebbero addirittura contestare la vendita di un terreno edificabile invece che un fabbricato e allora con le plusvalenze sono dolori...!!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina