1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Stefania D'Andria

    Stefania D'Andria Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve, vi spiego brevemente quello che mi sta succedendo:tramite agenzia abbiamo acquistato villetta trifamiliare con regolare certificato di agibilità (consegnatomi dal costruttore insieme ad altri documenti) nel quale è indicato che L'UNITÀ IMMOBILIARE È ALLACCIATA ALLA RETE IDRICA. All'atto del rogito,una volta firmato il costruttore dice che sono da fare lavori per il Tronco idrico e che successivamente,come condominio i proprietari dovranno chiedere e farsi carico dei costi per installare il contatore. Vi chiedo gentilmente se, vista la gravità della situazione sia possibile annullare la compravendita e,se non fosse così,i costi relativi all'impianto su chi devono gravare.
    Grazie anticipatamente
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Per allacciamento idrico si intende il tratto di tubazione che collega la condotta di distribuzione al punto di condegna dove è alloggiato il contatore.
    La posa del contatore non è compresa quindi credo che dovrai farti carico della sua posa.
     
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Volevo scrivere "al punto di CONSEGNA"
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    .... però se scrivono che l'u.i. è allacciata alla rete idrica .....

    Qui si parla di condominio: e sembra non esserci nemmeno il collegamento dall'acquedotto ad un punto di consegna (il tronco): e quanto dista il punto di prelievo dell'acquedotto rispetto al condominio? Che non ci sia ancora il contatore, e quindi un contratto di fornitura può star bene.
    Che si debba ancora realizzare il collegamento, cioè quel tronco, magari con richiesta di occupazione di suolo pubblico per scavo e derivazione, mi sembrerebbe non normale.

    Non credo ci siano gli estremi per annullare l'atto, ma forse ci sono quelli per esigere il rimborso di una bella fetta di spese.
     
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Innanzitutto auguri.
    Per l'allacciamento mi sembra che il costruttore dica che dovrà essere fatto l'allacciamento idrico ma non parla di spese a carico dei condomini, quindi deve farlo a sue spese.
    Se Stefania D'andria si è espressa bene il costruttore parla di spese a carico dei condomini solo per la posa del contatore e il contratto di fornitura.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  6. Stefania D'Andria

    Stefania D'Andria Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve, il punto di prelievo dell'acquedotto dista circa una decina di metri dal condominio. Se l'atto di compravendita non è nullo comunque esiste un vizio perché non ho possibilità d'uso della cosa acquistata...e devo continuare a pagare altri mese di fitto,contemporaneamente al mutuo,in attesa dell'attacco alla rete idrica!!chi mi dovrebbe ripagare in questo caso?grazie per ogni chiarimento
     
  7. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Mi sembra evidente che l'unità immobiliare non è allacciata alla rete idrica.
    10 metri o 100 di distanza non fa differenza.
    Annullare il contratto mi sembra eccessivo e probabilmente dispendioso e inutile, puoi chiedere i danni per il ritardo.
     
    A Bastimento piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina