1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    salve a tutti,
    ho una domanda per gli esperti in materia. Vi spiego brevemente la questione.
    Io proprietario di un immobile abusivo (costruito a meno di 150 mt dalla battigia è stato in parte confiscato dal Comune), usufruivo di una stradella costituita mediante il possesso di una servitù di passaggio ultraventennale costituita sul fondo servente del signor B..
    Dopo alcuni anni di dispute sui confini tra i terreni tra me e il sig. B (mio confinante ex fondo servente), interviene una sentenza che accerta che parte del mio terreno è in realtà del sig. B. cio' comprendendo logicamente anche la servitu di passaggio che io usavo. Per questi motivi il giorno dopo la sentenza, il sig. B recinta tutto il suo terreno legittimamente, ma nel recinto è compreso anche il mio passaggio, cio' non mi permette piu di accendere nel mio immobile e nel mio terreno che anche se in parte confiscato, rimane sempre una mia necessità arrivarci.
    Inizio allora un' altra causa di possessorio con l'azione di reintegrazione ex art. 1168cc. per riavere il passaggio, ma il giudice mi da torto sostenendo che non ho titolo per farlo in quanto non sono piu proprietario del terreno, ma è il comune in quanto aveva confiscato.
    Ora io vi chiedo: Ma l'azione di reintegrazione 1168 non va attribuita anche al semplice detentore? per esempio se io fossi un semplice affittuario avendo un terreno il locazione non sono IO tenuto ad esperire azioni contro le turbative sul mio possesso (pensavo, al proprietario che importa alla fine esperire tale azione)? ? ? Perchè il giudice mi ha dato torto ?
    scusate se mi sono dilungato ma ho cercato di essere il piu preciso possibile. Vorrei sapere cosa ne pensate in merito. Grazie a tutte quelle persone che come sempre rispondono ai miei quesiti.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma il Comune ti ha confiscato parte del terreno o tutto il terreno? Aldilà di questo il giudice a ragione ti ha negato il reintegro della servitù, in quanto tu non sei il possessore del bene oggetto della servitù ( se leggi il dispositivo della sentenza troverai la motivazione ) ed inoltre per accedere al tuo pezzo di fondo rimanente è evidente che si possa accedere dalla battigia o da altro terreno confinante che non è quello confiscato e del tuo ex vicino. Qualora la strada di accesso non sia la battigia , dovresti vedere il primo terreno confinante con il tuo e con la strada. Fabrizio
     
  3. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Certamente il giudice non ha sbagliato, a meno che il tuo avvocato non abbia presentato la situazione correttamente.
    Come dice Fabrizio, si deve esaminare quale parte è rimasta tua. La confisca sarà relativa ad una parte od a tutto l'edificato, Il terreno non edificato dovrebbe essere rimasto tuo. Il giudice non avrà ritenuto, quanto ti è rimasto, un fondo dominante rispetto al servente originario. O dimostri che sei intercluso o non puoi fare nulla.
    L'esempio con la detenzione non calza : non sei detentore dell'immobile.
     
  4. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    non sono detentore dell immobile, ma per prima cosa sono ancora proprietario del terreno e secondo sono stato per 30 anni possessore/detentore della stradella di passaggio. per accedere tramite altra strada da realizzare su perizia ci vorrebbero piu di 10,000 euro e non sarebbe possibile. se la strada cè sempre stata perche ora ne sono stato spogliato ?
     
  5. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    dalla battigia non è possibile accedervi perchè è un terreno roccioso in quota e l unico modo sarebbe passare da quella strada o pagare 10.000 euro per aprire una strada nuova non lo dico io ma il perito nominato. e poi anche se il comune mi ha confiscato l immobile io devo pagare ogni anno l affito che mi chiede proprio il comune (dunque possessore sono!) e secondo che in ogni caso il terreno sempre mio resta perche non è stato confiscato!
     
  6. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa Zubenelgenubi ( mamma che ID complesso :risata: ) ma se tu scrivi determinate cose , ti verrà risposto sulla base di quel che hai scritto.

    poi hai scritto
    Proprietario o detentore poco importa ai fini della tua problematica.
    Tu sei proprietario di un immobile abusivo edificato su di un terreno a 150 mt dalla battigia ( mi sembra strano che non sia proprietà del Demanio ) e per 30 anni hai usufruito di una strada che portava al tuo fondo . Un giorno il Comune si è reso conto che l'immobile è abusivo e te lo ha confiscato, di questo immobile confiscato tu paghi un affitto al comune ( ? ) ... a che titolo ??? lo abiti ??? già questo di persè è molto strano... Poi un giorno il Tribunale assegna parte del tuo terreno al tuo vicino perchè ne è risultato essere il proprietario effettivo e ti spoglia della servitù di passaggio. Senza leggere il dispositivo della Sentenza del Tribunale è difficile capire con precisione il tutto, ma ripeto probabilmente il Giudice ha ravvisato che non c'erano più i criteri per la servitù o che la stessa era abusiva, il fatto che per fare una strada per accedere al tuo fondo ci voglia una spesa non è motivo di servitù di passaggio, la servitù di passaggio è una sorta di lesione di un diritto altrui e comunqne una limitazione che viene meno per cause di forza maggiore solo e se per accedere al fondo non c'è altra strada non se è costosa.
    Probabile che il giudice abbia ravvisato anche nella servitù un abuso e per questo ti abbia spogliato del diritto , però ripeto sono supposizioni forse vicine alla realtà ma solo la lettura della Sntenza ci potrà chiarire. Fabrizio
     
    A m.barelli e H&F piace questo messaggio.
  7. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    si si abito in questa casa durante il periodo estivo e per questo il comune mi chiede il pagamento dell affitto a questo titolo. il terreno è mio quello restante e io passo dalla stradella da 30 anni saro un possessore o no. i miei vicini come ho scritto sopra mi hanno fatto causa per una disputa sui confini non certo per la servitu. dopo che il giudice ha detto cio' i miei vicini si sono recitanti tutto e mi hanno anche tolto la possibilità di passare a me. mi hanno spogliato di un diritto che credo di aver usucapito.
     
  8. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    ps il mio nick è il nome di una stella
     
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Allora Zubenelgenubi non si possono vantare diritti sulla scorta di considerazioni o esigenze personali:
    1° se tu usufruisci di una servitù di passaggio non sei il possessore del terreno dove passi nè della servitù, ma il fruitore di un peso imposto sopra un fondo di altra proprietà ( la servitù è un diritto connesso solo ed esclusivamente al fondo )
    2° Quando si usufruisce di una servitù questa è riportata in atto, se i tuoi vicini sulla scorta di una Sentenza del Tribunale hanno recitanto il loro terreno e ti hanno privato della servitù di passaggio questo significa che ... o tu ti sei creato da 30 anni una servitù di passaggio che non ha ragione di esistere, oppure i tuoi vicini hanno commesso un abuso non tenendo di conto che esiste una servitù di passaggio regolarmente riportata in atto , in questo caso allora li citi in tribunale
    3° per usucapire una servitù prima di tutto è necessario che esista realmente la servitù, poi che ci siano state opere significative e visibili per la costituzione della servitù ( es. costruire una strada ) e poi è necessario che il proporietario del fondo servente non abbia mai partecipato a dette opere, se hai questi elementi potrai inoltrare domanda giudiziale per usucapione.

    il terreno restante ??? allora il comune ha confiscato parte del terreno e la casa ?
    premesso che non sei il possessore della stradella, per i motivi riportati sopra, se sulla base di quello che riporti... tra te ed il vecchio fondo servente c'è il pezzo di terreno confiscato ( del quale non sei più proprietario ) e per accedere al tuo fondo c'è la possibilità di creare la strada anche se costa crearla, non è possibile imporre un peso ad altri fondi serventi. La ratio della servitù di passaggio è quella di consentire l'accesso al fondo se non esiste altra strada che quella di passare per un altra proprietà, se esiste altra strada non si può limitare un diritto altrui, per spiegarmi meglio ... non puoi per risparmiare dei soldi passare per casa di altro ( cosa che credo avrai fatto visto la citazione in tribunale per i confini e la rispsota negativa del tribunale ) Fabrizio
     
    A H&F piace questo elemento.
  10. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    voglio rispondere a tutto il tuo messaggio.
    se tu usufruisci di una servitù di passaggio non sei il possessore del terreno dove passi nè della servitù (PERCHE ALLORA IL PROCEDIMENTO DA ATTIVARE è QUELLO POSSESSORIO), ma il fruitore (FRUITORE IN DIRITTO VUOL DIRE UN AVERE UN DIRITTO?) di un peso imposto sopra un fondo di altra proprietà ( la servitù è un diritto (ALLORA è UN DIRITTO NON SONO UN SEMPLICE FRUITORE? E SE QUESTO DIRITTO MI VIENE VIOLATO COME DOVREI AGIRE GENERALMENTE CON QUALE AZIONE?) connesso solo ed esclusivamente al fondo )
    2° Quando si usufruisce di una servitù questa è riportata in atto(L'ATTO Cè E IO SONO SEMPRE PASSATO DA QUELLA STRADA DA 30 ANNI), se i tuoi vicini sulla scorta di una Sentenza del Tribunale hanno recitanto il loro terreno e ti hanno privato della servitù di passaggio questo significa che ... o tu ti sei creato da 30 anni una servitù di passaggio che non ha ragione di esistere(HA RAGIONE DI ESISTERE PERCHE CI SONO SEMPRE PASSATO E HO UN PROCEDIMENTO IN APPELLO CHE DOVRà ACCERTARE SE SI SIA COSTITUITA LA SERVITU PER USUCAPIONE OPPURE NO), oppure i tuoi vicini hanno commesso un abuso non tenendo di conto che esiste una servitù di passaggio regolarmente riportata in atto , in questo caso allora li citi in tribunale (CHE PROCEDIMENTO SI USA IN TRIBUNALE PER CITARLI?)
    3° per usucapire una servitù prima di tutto è necessario che esista realmente la servitù(OVVIAMENTE ESISTEVA REALMENTE ALTRIMENTI NON FACEVO CAUSA), poi che ci siano state opere significative e visibili per la costituzione della servitù ( es. costruire una strada(E PER LE STRADE DI CAMPAGNA CHE SONO SERVITU STERRATE COME ERA LA MIA CHE MI DICI? ) e poi è necessario che il proporietario del fondo servente non abbia mai partecipato a dette opere(QUESTO CHE COSA SIGNIFICA IN SOLDONI? IL PROPRIETARIO DEL FONDO SERVENTE DEVE EFFETTUARE LE SPESE PER FARMI PASSARE NN DEVO MICA PAGARE IO SE SONO INTERCLUSO DA LUI), se hai questi elementi potrai inoltrare domanda giudiziale per usucapione.

    ZUBENelgenubi ha scritto:
    il terreno è mio quello restante e io passo dalla stradella da 30 anni saro un possessore o no​
    il terreno restante ???(SI IL TERRENO RESTANTE) allora il comune ha confiscato parte del terreno e la casa ? (ESATTAMENTE)
    premesso che non sei il possessore della stradella(E COSA SAREI? SE PASSO USO LA STRADA, LA POSSEGGO E LA PROPRIETà è SOLO AD COLORANDUM POSSESSIONIS, NOTA NUMEROSE SENTENZE DELLA CASSAZIONE), per i motivi riportati sopra, se sulla base di quello che riporti... tra te ed il vecchio fondo servente c'è il pezzo di terreno confiscato ( del quale non sei più proprietario(NON SARO PIU PROPRIETARIO DI QUELLO CONFISCATO MA RIMANGO PROPRIETARIO DI UN FONDO CHE NON MI è DATA LA POSSIBILITà DI ARRIVARCI PER IL MOMENTO ) e per accedere al tuo fondo c'è la possibilità di creare la strada anche se costa crearla(NON è SOLO QUESTIONE DI MONETA è ANCHE QUESTIONE DI TEMPO PERCHE PER COSTRUIRE UN ALTRA STRADA DOVREI SBANCARE E PASSEREBBE TEMPO INOLTRE SICCOME CHI AGISCE AGISCE NEL NOME DI UN CURATORE IN QUANTO IL TITOLARE è INTERDETTO NON CREDO CHE IL GIUDICE MI DIA L'OK PER SPENDERE 10,000 EURO PER SBANCARE UNA STRADA E CI VORREBBE TEMPO QUESTO NON è POSSIBILE), non è possibile imporre un peso ad altri fondi serventi(OVVIAMENTE, MA ANCHE IO NON VOGLIO IL PESO DI NON ARRIVARE AL MIO TERRENO, NON CHIEDO LA VITA CHIEDO UN PASSAGGIO). La ratio della servitù di passaggio è quella di consentire l'accesso al fondo se non esiste altra strada che quella di passare per un altra proprietà(AD OGGI NON ESISTE ALTRIMENTI NON SAREI INTERESSATO A FARE CAUSE), se esiste altra strada non si può limitare un diritto altrui, per spiegarmi meglio ... non puoi per risparmiare dei soldi passare per casa di altro ( cosa che credo avrai fatto visto la citazione in tribunale per i confini e la rispsota negativa del tribunale ) Fabrizio
    SPERO CHE rispondendo alle tue domande adesso ti sia tutto piu chiaro
     
  11. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Mi intrometto solo per fare notare a ZUBEN che le cose pobabilmente non sono così chiare come le descrive lui.
    Il tuo avvocato avrà spiegato al giudice le "verità" che tu hai richiamato sopra o no ?
    Il giudice di 1° grado non ha ritenuto più valido il tuo diritto, in quanto il tuo immobile è confiscato cioè non è più tuo.
    Tu hai un pezzo del terreno, che forse è raggiungibile per altra strada.
    I giudici a volte sbagliano e se così avrai di nuovo la servitù.
    Se potessi vedere la mappa del tuo terreno e di quello servente, forse riuscirei a capire.
    Allo stato attuale debbo ritenere che il magistrato abbia a ragione negato la servitù.
    Il tuo avvocato è bravo ?
     
  12. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    ho capito che è stato confiscato ma non tutto solo una parte!
     
  13. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma magari la parte confiscata è quella confinante col fondo servente.
    Se coosì fosse tu devi ottenere due servitù : una sul fondo confiscato e d una sul fondo servente il confiscato. Devono essere tutti e due serventi. E senza altra possibilità.
    Ecco perchè dicevo senza vedere le mappe dei fondi è difficile dire se sei fondo dominante.
    Do per sempre esistente la possibilità dell'errore del giudice, ma questo vorrebbe dire che il tuo avvocato non ha saputo evidenziare la tua posizione "dominante".
    Una serie di punti oscuri, a cui tu non fai nemmeno cenno, ma parli di possesso, usucapione etc. Bisogna specificare quali sono i titoli e se legali ( con una confisca di mezzo, il termine "legale" sembra fuori posto ).
     
    A studiopci piace questo elemento.
  14. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    voglio aggiornare tutti quanti sulla questione perchè abbiamo ricevuto le ordinanze diciamo di primo grado e di appello (reclamo). Dunque in primo grado il giudice non ci ha riconosciuto il possesso e ci ha condannato alle spese. mentre con il reclamo il collegio ci ha sempre fatto perdere pero ci ha riconosciuto il titolo di possessore della servitù. in sostanza però ci ha condannati perchè non è avvenuto nessuno spoglio da parte dei proprietari del fondo servente in quanto veniva recintato il terreno solo in ottemperanza della sentenza che era stata emanata relativamente alla questione dei confini riconoscendogli quella determinata proprietà ed in piu avveniva in presenza dell'ufficiale giudiziario che concludeva la procedura di rilascio. ma ora dico: come puo un collegio prima riconoscermi il titolo di possessore e dopo negarmi tale situazione di fatto? mhà ! misteri della mente dei giudici! tutto questo è a dir poco abominevole! ma volevo rispondere a chi mi chiedeva se il mio avvocato fosse bravo: oggi posso dire di si.

    il terreno pur se stato confiscato non significa che non mi legittima ad esercitare il possesso. dovresti sapere che il possesso è una situazione di fatto esercitata sulla cosa e i giudici del reclamo come detto sopra me lo hanno anche riconosciuto. ;)
     
  15. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Francamente mi sembra di non avere detto le cose che mi attribuisci. Il mio post è chiaro : lamentavo che non fornivi dati giuridici per valutare le cose. I giudici le avevano e mi sembra, che dopo averle lette, ti hanno perdere. Bella soddisfazione hai avuto. Complimenti al tuo avvovato : lui ha guadagnato e tu hai perso e sei pure contento. Come dicono a Napoli ( ed in tutto il mondo)...........e mazziato. Forse ti rosica che io avevo azzeccato che non vincevi : sono abominevole, ragiono come un giudice e senza leggere le carte. URRAH ! :risata: Grazie.

    CAPORETTO II
    Per usucapire non basta avere "un possesso", ma ci vuole un certo tipo "di possesso".:^^:
    Ma mi dispiace che hai buttato i soldi.......nel fiume. Secondo me li potevi spendere meglio.
     
  16. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    guarda che la cosa non riguarda a me personalmente. quindi o vinco o perdo sai che me ne importa! era solo per curiosità su una questione giuridica alquanto discussa. a differenza di quello che hai pensato sono stato grato delle cose che hai detto e del confronto che ho avuto con te. a presto
     
  17. ZUBENelgenubi

    ZUBENelgenubi Membro Junior

    Altro Professionista
    ragionare come un giudice senza leggere le carte mi sembra un tantino esagerato sopratutto quando al contrario sostenevi che il possesso di una servitu non esista. o ricordo male
     
  18. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Che io ed I GIUDICI siamo arrivati alla stessa conclusione, ed io senza carte, vuol dire che il tuo caso era molto facile.
    E non credo, scusami, che tu abbia compreso bene cose dice il giudice.
    Fatti spiegare la differenza fra proprietà e possesso. E poi chi ha titolo per usucapire.
    I giudici sono stati chiari e chiaro ero stato io nel mio commento, che puoi rileggerlo quante volte vuoi visto che è su internet.
    A me sembra, e l'ho detto subito, che era una causa persa in partenza e senza leggere le carte : mi era bastata la tua descrizione dei fatti. Poi se la cosa non ti rigurda personalmente, perchè continui a fare cause ? per il gusto di perderle ?

    P.S. Rileggi bene per favore le cose che ho scritto io e quell che hai scritto tu .
    Con l'occasione fatti spiegare la differenza anche con il termenie detentore.
    In diritto ogni parola ha un significato e conseguenze connesse. Ciao
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina