1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. emanmanf

    emanmanf Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno, chiedo aiuto agli illustri colleghi piu' esperti su una spinosa questione.
    L'anno scorso ho venduto un appartamento ad un cittadino italiano residente all'estero che in un primo momento aveva espresso l'intenzione di venire in Italia e stabilirvi la propria residenza.
    Per questo motivo ha beneficiato dell'IVA ridotta del 4%.
    In seguito per problemi suoi ha momentaneamente rinunciato a trasferirsi ed io avendo mantenuto i contatti mi sono preoccupato che decadesse dai benefici di prima casa.
    Sono poi venuto a conoscenza tramite il mio commercialista che il cittadini italiano enigrato all'estero puo' acquistare in regime agevolato senza la necessita' di stabilire entro 18 mesi la residenza nell'immobile acquistato.
    Nel rogito notarile , l'acquirente intervenuto a mezzo di un rappresentante legale, si e' infatti dichiarato cittadino italiano emigrato all'estero.
    La cosa che mi lascia pero' perplesso e' che la persona in questione e' in realta' figlio di italiani ma nato a Buenos Aires. Mi consigliate quindi di lasciare le cose come stanno o avviare un ravvedimento operoso
    con istanza di revoca delle agevolazioni ?
    E' la classica situazione nella quale la norma puo' prestarsi ad interpretazione, ed io vorrei essere tranquillo di tutelare al meglio l'interesse del mio cliente.
    Ringrazio chi sara' in grado di darmi un suggerimento.
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ma è cittadino italiano o no?


    non potresti comunque revocare le agevolazioni
     
  3. emanmanf

    emanmanf Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Certamente, ha cittadinanza italiana .
    Mi risulta che sia comunque possibile fare istanza per la revoca delle agevolazioni nell'impossibilita' di trasferire la residenza.
    Il dubbio e' : nel rogito sta scritto che l'acquirente e' cittadino italiano emigrato all'estero., ma l'Agenzia delle Entrate contestera' il fatto che e' nato a Buenos Aires ?
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se ha cittadinanza italiana non credo proprio



    non mi risulta. Se è così sarebbe interessante conoscere la normativa
    :stretta_di_mano:
     
  5. emanmanf

    emanmanf Membro Attivo

    Agente Immobiliare
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se è vero ossia se è dimostrabile perchè no? il solo fatto che sia nato a buenos aires non credo significhi nulla.
    E' iscritto all'AIRE?



    interessante. E freschissima....
    immagino però che ci vogliano dei motivi da documentare con precisione x dimostrare l'impossibilità di trasferire la residenza e non una semplice dichiarazione
     
  7. nonukea

    nonukea Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao Granducato, mi rivolgo anche a te per avere una dritta su cosa devo fare. Sono residente in Inghlterra iscritta all'AIRE. posseggo la mia prima casa in Italia dove pago l'IMU con aliquota ordinaria.Ora vorrei affittarla con cedolare secca a canone libero. Le tasse sull'affitto del 21% le dovrei pagare soltanto con il mod. F24 oppure fare anche la dichiarzione con L'UNICO, ma se quì non altri redditi la logica mi dice che che dovrei effettuare il pagamento solo con la cedolare e così. Non so a chi rivolgermi c'è una grassa confusione in merito. Grazie e vorrei una risposta urgente.
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    la cedolare è una tassazione secca appunto del 21%. Quali altri redditi dichiareresti con un UNICO?
    Tecnicamente ti risponderà @Luna_
     
  9. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao, l'essere soggetto aire non preclude l'obbligo di presentazione dell'Unico in presenza di redditi in Italia. Se lochi l'immobile dovrai versare acconto e saldo mediante mod.f24 e compilare il quadro RB con tutti i dati richiesti dell'immobile del contratto stesso e del canone annuo. E barrare altresi l'opzione ced.secca.
     
  10. nonukea

    nonukea Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la pronta risposta. Allora è meglio presentare l'Unico direttamente almeno potrò godere della riduzione del 5% è sul canone e inoltre portò aggiornarnarlo secondo l'ISTAT annualmente visto che è un contratto di 4+ 4 L'aliquota con ll'unico di quanto è. Inoltre l'aggiornamento annuale è del 75% anche per gli immobili dati in locazione perfettamente ammobiliato? Quindi facendo l'Unico dovrei scrivere nei righi apposta solo il canone e i giorni a cui si riferisce, Vero? Comunque vedrò quale è più conveniente.
     
  11. nonukea

    nonukea Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In Italia avrei solo il reddito dell'affitto e nient'altro.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina