1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Oggi sono andata dal commercialista per la annuale dichiarazione dei redditi:triste: . Sono comproprietaria di tre immobili/negozi. Tutti e tre i conduttori non pagano il canone da mesi e abbiamo ottenuto la convalida di sfratto dal tribunale per tutti e tre i negozi. Oggi ho scoperto che i canoni non percepiti dai conduttori morosi sono comunque tassati. Qualcuno può confermare questa catastrofica scoperta o darmi la bella notizia che, invece, possiamo pagare le tasse SOLO sui canoni che abbiamo effttivamente percepito?
    Grazie.
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    no ma appena avrai finito la procedura potrai dedurre i canoni non pagati
     
  3. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino

    Riguardo le imposte versate sui canoni venuti a scadenza e non percepiti, come da accertamento avvenuto nell’ambito di un procedimento giudiziale di convalida di sfratto per morosità, “è riconosciuto un credito di imposta di pari ammontare” (ad esclusione del contributo al servizio sanitario nazionale), a norma dell’art. 26 del TUIR come modificato dal comma 5 dell’art. 8 della legge n°431/1998.

    Purtroppo la novità introdotta dal legislatore del 1998 riguarda esclusivamente gli immobili ad uso abitativo, essendo inserita all’interno della riforma delle locazioni abitative. Pertanto, nel caso di immobili catasticati C/1, il reddito individuato è tassato, indipendentemente dalla percezione, fino alla data di effettivo rilascio.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  4. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    la convalida di sfratto è stata emessa dal giudice ormai più di un mese fa, purtroppo l'ufficiale giudiziario ha tempi lunghissimi prima di eseguire effettivamente lo sloggio con fabbro e forza dell'ordine. Dovremo comunque pagare l'IRPEF anche sui canoni non percepiti dopo la convalida? Ormai, tra causa, tempi del tribunale e dell'ufficiale, è passato un anno dall'ultimo canone che abbiamo percepito! Che razza di legge hanno fatto?
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    quest'anno devi pagare i redditi 2012, e se per il 2013, pagherai solo quelli antecedente allo sfratto
     
  6. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Forse non riesco a capire bene: so che quest'anno pagherò le tasse sui redditi del 2012, ma la convalida degli sfratti l'ho avuta a marzo 2013, nonostante che i conduttori non paghino più da aprile 2012. Ho avviato la causa di sfratto a novembre 2012. Dunque è più di un anno che non percepisco i canoni, ma da quello che mi sembra di aver capito, dovrò pagare l'IRPEF anche sugli importi non percepiti....è così? ho capito bene?
     
  7. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino



    Hai perfettamente ragione. Con la novità introdotta dal legislatore nel 1998 si fece un’opera che fu solo di parziale giustizia. Resta in verità ancora difficile da giustificare il persistere della disparità di trattamento riservato alle locazioni ad uso diverso rispetto a quelle abitative in tema non solo di crediti d’imposta per canoni di locazione non percepiti, ma anche in tema di sanatoria della morosità e sarebbe giunto il momento di prendere atto che il meccanismo disegnato dal legislatore trentacinque anni fa, per tale tipo di locazioni, ha ormai fatto il suo corso.

    Con un evidente riguardo alla tassazione dei canoni di locazione non riscossi, l’Amministrazione finanziaria, in data 19 maggio 2000 (Ministero delle Finanze, circolare n°101/E, risposta 5.2), si è così espressa: “Resta fermo, pertanto che per gli immobili ad uso diverso dall’abitativo, il canone di locazione va comunque dichiarato come risulta dal contratto di locazione ancorché non percepito, rilevando in tal caso il momento formativo del reddito e non quello percettivo”.

    La questione, per la verità, non appare pacifica in quanto continuano a persistere interpretazioni difformi sul territorio nazionale da parte degli uffici locali dell’Amministrazione finanziaria riguardo il momento a partire dal quale scatta l'intassabilità del reddito fondiario. Alcuni uffici dell’Agenzia delle Entrate sostengono che in caso di convalida di sfratto per morosità relativa a contratti ad uso diverso dall'abitativo, i canoni vadano dichiarati fino alla conclusione del procedimento giudiziale. Altri ritengono, invece, che, non operando il richiamato art. 26 del TUIR, la tassabilità del reddito fondiario in oggetto persista sino a quando il conduttore non ha rilasciato i locali. E’ da osservare, tuttavia, che anche coloro che si dicono propensi a tassare il reddito fondiario fino alla conclusione del rapporto locativo, finiscano poi per delineare l’occorrenza di una risoluzione anticipata (con conseguente cessazione fiscale degli effetti negoziali) rispetto all’esecuzione forzata di sfratto, qualora il conduttore continui a detenere a lungo i locali. Pertanto, nel caso di specie, per evitare spiacevoli contestazioni, si suggerisce di rivolgersi all’ufficio competente.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Un grazie a 100 decibel per Pennylove: credo che se istituissimo delle votazioni on line per eleggere il ns candidato a sostituire Befera, ... cioè le ns parlamentarie, saliresti sul gradino più alto del podio.
    :fiore:
    p.s.: mi spieghi come fai a risalire alla circolare pertinente con tanta rapidità? E' merito della tua memoria ed archivio personale o c'è un modo efficiente di fare il search sulla documentazione AdE?
     
    A topcasa e Tobia piace questo messaggio.
  9. MELISSA75

    MELISSA75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    purtroppo, anche se assurdo, occorre pagare sul reddito non percepito...
    aggiungo materiale a conferma
    ciao a tutti
     

    Files Allegati:

  10. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino

    Ti ringrazio, Basty! :fiore: Lo considero un segno di affetto e di stima, ma ho deciso di non candidarmi alle parlamentarie per sostituire Befera...:risata:



    Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile un efficiente motore di ricerca. Per accedervi basta andare nella homepage dell’Agenzia e cliccare Motore di ricerca della normativa in “Normativa e prassi”.

    La banca dati, in materia economica e finanziaria, contiene la normativa nazionale a partire dal 1972 e quella pregressa se ancora vigente, la prassi amministrativa (tutte le circolari e risoluzioni emesse dall’Agenzia delle Entrate dal 1994 ad oggi) e la giurisprudenza italiana in materia economica, finanziaria e tributaria (Corte di Cassazione, Commissione tributaria centrale ecc.). Se la ricerca è infruttuosa, è possibile contattare direttamente il Centro Ricerche dati economici e finanziari e richiedere via e-mail la legislazione e la prassi riguardante l’argomento di interesse.
     
    A Antonello, e_l_e e Bastimento piace questo elemento.
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Grazie. Conoscevo il sito Cerdef ma non ricordavo di averlo raggiunto attraverso Motore di ricerca della normativa in “Normativa e prassi”. L'ho usato, ma spesso conoscendo già cosa andare a cercare. Vedrò di sperimentare ed imparare ad usare meglio la funzione di ricerca per argomenti, invece che per nr di provvedimento. Grazie ancora per la disponibilità e semplicità con cui ci "benefici" della tua competenza.

    Supplemento completamente OT, ma la cosa mi ha incuriosito: Ho visto cercando quanto sopra nel sito AdE, un comunicato di Befera che prende atto di una disfunzione del sistema di ricezione delle pec:
    Il comunicato finisce li, ma mi pare una cosa enorme: ma che conseguenze possono esserci nel caso di contenzioso coi privati ecc?
    Mica è durato un giorno: parla di un mese....
     
  12. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino

    Il disservizio non dovrebbe comportare conseguenze ai contribuenti. Nel Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 maggio 2013 si legge: “Le operazioni di ripristino del sistema si sono concluse il 22 maggio 2013. A partire da tale data gli uffici destinatari sono stati messi in condizione di conoscere il contenuto dei messaggi in oggetto e poter quindi procedere alla loro protocollazione in ingresso e lavorazione”.
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ... si, ma potrebbe essere stata emessa nel frattempo una cartella di pagamento, il contribuente dovrà farla cancellare, magari per cancellarla dovrà quanto minimo ripetere la domanda e riportare il riferimento alla prima, e riperdere tempo ecc. ... moltiplicato per una mensilità ....; alla fine tutto si aggiusterà, ma ... mi immagino una situazione di ingorgo, come quando ad un automobilista si ferma la macchina proprio in mezzo all'incrocio...:D

    Comunque di nuovo, dalla tua risposta, traspare la tua razionalità e autocontrollo: :ok:
     
  14. e_l_e

    e_l_e Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Pennylove, le tue informazioni sono davvero preziose! Vorrei chiederti se ti risulta che gli Uffici territoriali dell'ADE possono decidere di comportarsi in maniera diversa dalle prescrizioni delle normative e, se si, in caso di accertamenti come si può dimostare di essersi comportati seguendo le indicazioni ricevute da un determinato ufficio territoriale?
     
  15. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quindi è possibile, in presenza di convalida di sfratto, presentare all'AdE la risoluzione del contratto anche se il conduttore continua a detenere i locali, evitando così la tassazione dei canoni non percepiti?
     
  16. carbisig

    carbisig Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Certo se la risoluzione coincide con lo sfratto. Se invece la risoluzione precede la sfratto fa testo la data di risoluzione perché chiude il contratto. Basta presentare all'AdE l'F23 codice tributo 113T con 67 euro pagati e il mod. 69 con barrata la casella Ris e nella parte Tipologia Atto scrivere “Risoluzione contratto locazione dal …..” riportando la data della risoluzione. Normalmente l'AdE non chiede altro, comunque vanno conservati i documenti.
     
    A e_l_e piace questo elemento.
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Aspettiamo conferma da Pennylove, ma credo che l'unico parere probante ed utile per il contribuente, sia la risposta data ad un interpello formalizzato. Che tra l'altro vincola la AdE ma non il contribuente, che nel caso di risposta sfavorevole può sempre ricorrere: cosa che invece la AdE non può fare dopo essersi espressa.

    Rimane dubbia la valenza di una risposta scritta ottenuta attraverso il canale di assistenza on-line: che sicuramente ci rende forti, ma teoricamente potrebbe essere smentita da un diverso ufficio.

    Quanto poi alle risposte a voce date dall'assistenza..... credo che non provino nulla.
     
  18. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Ripeto, anche con il conduttore che ancora occupa il locale?
     
  19. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Pare interessante la cosa: forse è la classica via d'uscita all'italiana.
    Del resto, in caso di disdetta dell'inquilino a decorre da una certa data, poi non rispettata, ricordo che non si rilascia quietanza per ricevuta locazione, ma per occuppazione locali.
    Qui non percependo nulla , non si fa nessuna ricevuta, e la risoluzione comunicata all'AdE rimane. A logica l'effetto prodotto potrebbe proprio essere quello di interrompere l'obbligo di dichiarazione del non-reddito.
     
  20. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sarebbe una cosa troppo bella per essere vera, conoscendo il Fisco italiano!!
     
    A Gentedimare e Bastimento piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina