1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. paola 47

    paola 47 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    insieme ai miei fratelli possiedo un alloggio in località turistica di montagna che desidero affittare temporaneamente, finchè capiamo se tenerlo o venderlo.
    L'abbiamo quindi affidato ad una agenzia locale che ci ha trovato una famiglia per un anno, così ci dicono. L'altro giorno, dovendo stipulare il contratto e registrarlo, l'agenzia ci domanda se siamo interessati ad optare per la cedolare secca: dopo sondaggio familiare decidiamo che ci conviene e l'agenzia ci invia la raccomandata da firmare e inviare all'inquilino.
    La raccomandata dice però: La presente per comunicare che, rispetto alla locazione in oggetto, a valere per il periodo della proroga automatica del secondo quadriennio, tutti i comproprietari locatori intendono avvalersi del regime di imposizione sostituiva introdotto dall’art. 3 del DLgs. 23/2011
    (c.d. “cedolare secca”)....ove è chiaramente scritto che il contratto è un 4+4 e non turistico o transitorio.
    Interpellata l'agenzia (in modo secco) mi dice che non è un problema, che è ovvio che è un 4+4, ma che la famiglia, che loro conoscono e di cui garantiscono, alla fine dell'anno è disponibile ad andarsene se noi lo desideriamo.
    Discutiamo un po', mi sembrano dei pasticcioni! A parte il fatto di non fidarmi della parola (che in caso di contenzioso non ha nessun valore) perchè non fare un contratto turistico di un anno? non sono riuscita a capirlo...
    Domande:
    1)è possibile fare un contratto turistico di un alloggio arredato per un anno?
    2) è possibile optare per il regime di cedolare secca in un affitto turistico?
    3) che tipo di contratto mi suggerireste voi? eventualmente avete un modulo che possa portare come esmpio alla agenzia?
    Grazie
    Paola
     
  2. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non sarà un problema per l'agenzia immobiliare, ma può diventarlo in futuro per te, se necessiti di avere disponibile l'immobile in tempi brevi. A norma dell'art. 1, comma 2, lettera c) della legge 431/1998, la disciplina dettata da quest'ultima legge non si applica alle locazioni ad uso turistico, che sono in linea di massima assoggettate alle norme del nostro codice civile in materia di locazioni urbane (articoli 1571 e seguenti). Sia la misura del canone sia la durata sono libere. Il contratto deve essere stipulato in forma scritta e dovrà essere ben specificata l'esigenza abitativa di villeggiatura, in modo da escludere una eventuale abitazione primaria del conduttore. Se lo ritieni vantaggioso , potrai optare per la cedolare in sede di registrazione, prevedendo espressamente in contratto la rinuncia agli aggiornamenti del canone, evitando, in questo modo, l'onere della raccomandata. Potresti prendere come base il contratto tipo di locazione abitativo "libero" 4+4, inserendo le seguenti clausole:

    1) Il contratto è stipulato per il periodo dal..........al..........., allorché cesserà senza bisogno di disdetta alcuna, intendendosi sin da ora disdettato per tale data.
    2) L'immobile dovrà essere destinato esclusivamente ad uso di civile abitazione ed essere utilizzato solamente per finalità turistica, come infra precisato.
    3) Le parti espressamente dichiarano e si danno reciprocamente atto:
    a) che l'unità immobiliare è concessa in locazione esclusivamente per finalità turistica, e più precisamente al solo scopo di...........esclusa ogni altra finalità;
    b) che l'unità immobiliare verrà utilizzata dal conduttore esclusivamente quale abitazione secondaria, dichiarando il medesimo di avere la sua abitazione principale nel Comune di.............in via..................n°....... come da certificato di residenza/autocertificazione allegato/a (facoltativo);
    c) che il locatore si è determinato alla conclusione del presente contratto esclusivamente in funzione di quanto dal conduttore come sopra dichiarato.
     
  3. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Io consiglio un contratto di natura transitoria di mesi 12 dove viene espressamente dichiarato come motivo di transitorietà le esigenze turistiche. Attenzione al 4+4! Quelli non se ne vanno più!!!
     
    A Limpida e Stefo piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina