1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fzeni

    fzeni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buondì,

    avrei un quesito sull'impatto fiscale che la cessione (o per meglio dire cointestazione al 50%) di una parte di immobile acquistato come prima casa può causare al cedente che non riacquista.

    Nel caso specifico, una moglie in regime di separazione dei beni cederebbe al marito metà casa, che è stata acquistata nel 2009 con i benefici e le agevolazioni legate, appunto, alla prima casa.

    La nuova imposizione fiscale nei confronti del cedente sarà sull'intero importo pagato in origine, oppure verrà calcolato sulla metà?

    Se serve posso postare anche la rendita catastale che è di €524 per un immobile cat A/2

    Grazie in anticipo per l'aiuto
     
  2. fzeni

    fzeni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  3. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ???
    che intendi per nuova imposizione fiscale per il cedente???''
    a che titolo è stato ceduto il bene?? venduto donato ??? (l'imponibile di ogni tassazione è la quota che viene ceduta anche in percentuale e non per l'intero) . Dovresti essere più chiaro :confuso:
     
  4. fzeni

    fzeni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Intendo che se una persona cede una casa acquistata con agevolazioni prima casa entro 5 anni dalla data di acquisto della stessa, e non dovesse riacquistare entro 1 anno dalla data di cessione, vedrà decadere i benefici dell'agevolazione e quindi, sempre io non sia in errore, sarebbe soggetto a maggiore imposizione fiscale.

    Ora, se la moglie cede al marito il 50% della prima casa acquistata nel 2010, sarà tenuta a pagare retroattivamente, un'imposta maggiore rispetto a quella pagata in fase di acquisto (per i motivi di cui sopra).
    La mia domanda è: la base di calcolo sarà sull'intero immobile originariamente acquisito, o sarà determinata solo dalla quota che lei cede al marito? (considerando che la moglie non riacquisterà nessun bene immobile post cessione di quotaal marito...)

    Cordialmente ringrazio per l'intervento
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    la base di calcolo sarà sull'immobile originariamente acquisito (al 50% ovviamente)
     
  6. fzeni

    fzeni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Molte grazie Granducato.

    E' preciso comunicare al cliente che, oltre al fatto che la base imponibile sarà del 50%, essa sarà composta dalla differenza sulla percentuale prima casa ed il 10% + ipocatastali? (ovviamente sempre su base calcolata con rendita catastale, non valore dichiarato in atto...)

    Ancora grazie
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    10% - percentuale pagata(3% registro oppure 4%IVA) maggiorata della sanzione del 30% (che puoi ridurre se pagata entro 60gg)+interessi legali.
     
  8. fzeni

    fzeni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    grazie ancora. Immagino allora sia sottinteso che, trattandosi di imposta di registro, (non IVA) la base di calcolo, anche per la sanzione, sia la rendita catastale x coefficente di riferimento?

    Auguro intanto buona notte
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si, non è il prezzo finale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina