1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti e grazie in anticipo per la delucidazione che vorrete darmi su questo problema.

    Due anni fa ho preso in locazione un locale commerciale che, non avendo dei profitti, ho deciso di disdire il 30 gennaio di quest'anno, rispettando il preavviso dei 6 mesi pattuiti sul contratto.

    Premetto che da quest'anno mi sarebbe scattato un aumento contrattuale di 100 euro sul canone mensile che, avendo dato la disdetta, poi in effetti non mi è stato più applicato.

    La mia commercialista mi ha spiegato che, avendo dato disdetta del contratto prima della scadenza dello stesso (aprile 2011), il canone si è mantenuto quello di prima, senza dover incorrere nell'aumento dei 100 euro per gli ultimi tre mesi di preavviso.

    Mi chiedo allora come mai ora mi è arrivata una fattura maggiorata per il mese di giugno dove mi viene chiesto di pagare la tassa di registrazione di contratto e l'aumento ISTAT del 2,6%?

    Inoltre, ho richiesto al proprietario la possibilità di pagare con il deposito cauzionale i tre mesi restanti del canone e lui mi ha risposto di sì, a parole però, non per iscritto. Fatto sta, io ho stoppato di fare i bonifici e nessuno mi ha mai detto niente finora, ne per iscritto ne a parole. Oltretutto ho inviato delle mail e nessuno mi ha mai risposto.

    Nel pomeriggio dovrei sentire il commercialista del proprietario dell'immobile ma, prima che mi dica cose non veritiere, volevo capire come gestire questa situazione.

    Grazie mille e a presto.

    ANAC

    Aggiunto dopo 13 minuti :

    Dimenticavo di aggiungere una cosa importante: questo contratto era stato modificato lo scorso anno per evitare il famoso aumento dei 100 euro che, alla stipula del contratto nel 2009, era stato concordato per il secondo anno. Poi ho chiesto al proprietario di NON aumentarmi e lui acconsentì dicendo però che per il terzo anno di attività mi avrebbe aumentato.

    A questo punto, prima che ciò accadesse, ho dato disdetta al contratto.

    Premetto che lo scorso anno non mi è stato applicato alcun aumento ISTAT come invece hanno fatto ora e la spesa di registrazione dello scorso anno mi è stata motivata per il cambiamento di contratto realizzato, ora, una volta disdetto, che lo registrano a fare???

    AIUTOOO!!!
     
  2. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Mamma mia che confusione!

    Non sono sicuro di aver capito bene per cui, al momento, non ti do nessuna risposta. Se avrai la pazienza di rispiegarmi con chiarezza e semplicità i dati essenziali (data stipula contratto, condizioni economiche dello stesso, ecc...) cercherò di aiutarti.

    Ricorda che tutti i patti verbali in deroga al contratto che sono intercorsi successivamente allo stesso non hanno nessun valore (in mancanza di testimoni).
     
  3. PAPILLON

    PAPILLON Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mi chiedo allora come mai ora mi è arrivata una fattura maggiorata per il mese di giugno dove mi viene chiesto di pagare la tassa di registrazione di contratto e l'aumento ISTAT del 2,6%?


    L'adeguamento istat dei locali commerciasi si applica al 75% NON AL 100% (2,6)
     
  4. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ok, grazie mille, ci riprovo cercando di essere più schematica:confuso:

    1) Ad aprile del 2009, prendo in locazione un locale commerciale al canone di 500 euro più IVA, quindi 600 euro che sarebbero aumentati a 600 euro + IVA, quindi 720 euro, dal secondo anno (2010);

    2) In accordo con il proprietario, a maggio del 2010 stipuliamo un altro contratto mantenedo il canone a 500 euro + IVA, quindi senza l'aumento dei 100 euro. Nel contratto però c'era scritto che dall'anno successivo (2011), il canone sarebbe passato a 600 euro + IVA, quindi con l'aumento delle famigerate 100 euro.

    3) Non potendo sostener più l'attività, il 31 gennaio 2011 ho mandato il preavviso per lasciare il negozio a fine luglio 2011, rispettando il preavviso dei 6 mesi.

    4) La mia commercialista mi ha spiegato che, avendo dato disdetta del contratto prima della scadenza dello stesso (aprile 2011), il canone si sarebbe mantenuto quello di prima, senza dover incorrere nell'aumento dei 100 euro per gli ultimi tre mesi di preavviso (maggio/giugno/luglio).

    5) Ciò invece non è accaduto: ho ricevuto una fattura per il mese di maggio con l'aumento dei 100 euro contrattuale e ora invece mi è pervenuta una fattura con inoltre l'aumento ISTAT e la ricevuta del pagamento della tassa di registrazione del contratto.

    A questo punyo mi domando:

    1) è legale applicare un aumento avendo dato il preavviso?
    2) è legale applicare l'aumento ISTAT se tra un mese lascerò il negozio?
    3) era necessario registrare il contratto solo per un mese?

    A questo punto forse era meglio per me NON rispettare il preavviso e andarmene prima da qui, o no?

    Grazie per il chiarimento.

    ANAC

    Aggiunto dopo 14 minuti :

    Ah, dimenticavo un altro aspetto importante:
    ho stoppato il bonifico permanente ad aprile, in quanto ho chiesto a voce al proprietario se fosse possibile coprire con il deposito cauzionale gli ultimi tre mesi di preavviso: maggio/giugno/luglio 2011. Lui mi ha risposto, sempre a voce, che non c'erano problemi ed io così ho fatto, dal momento che il deposito cauzionale era appunto pari a tre mensilità. Ora però, avendo applicato l'aumento, io come dovrei regolarmi?
    Grazie ancora.
    ANAC
     
  5. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Grazie ANAC, ora è tutto chiaro :sorrisone:

    Purtroppo quello che ti è successo è tutto regolare e non vedo su quali basi la tua commercialista possa averti detto il contrario.

    1) L'aumento dei 100 € è dovuto in quanto il contratto è ancora legalmente in essere.
    2) L'aumento istat è dovuto per gli stessi motivi.
    3) L'obbligo di registrarlo pure (idem come sopra). Credo però che tu possa richiedere all'ufficio del registro la quota parte di tassa di cui non hai usufruito (ossia il periodo che va da Agosto 2011 ad Aprile 2012).

    Questo non potevi farlo. Il proprietario avrebbe sicuramente cercato di recuperare il credito nelle sedi opportune.

    Aggiunto dopo 4 minuti :

    Strano che il proprietario abbia accettato una richiesta del genere che tra l'altro è espressamente vietata nel contratto.

    Vorrà dire che la differenza gliela darai a parte.
     
  6. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie mille Enrikon per il tuo chiarimento.

    Hai letto anche il discorso del pagamento con il deposito cauzionale delle tre ultime mensilità da me proposto, sul quale il proprietario mi ha detto di sì a voce?

    Posso farlo/pretendere almeno questo oppure no, dal momento che ho sospeso il bonifico e non ho i soldi per pagare l'affitto di questi tre mesi? Loro hanno in loro potere ben 1800 euro, pari appunto a tre mensilità prima dell'aumento, potrei al limite pagare loro la differenza.
    Cosa mi suggerisci?

    Grazie mille.

    ANAC
     
  7. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Legalmente no. Ma visto che il proprietario te lo ha accordato... meglio così per te.

    Se poi il debito supera le 3 mensilità ti metterai d'accordo col proprietario sul come pagargli la differenza.

    Nulla ti vieta, ovviamente, di provare a chiedergli uno sconto... magari piangendo un po' miseria :fico:
     
  8. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    O magari facendo leva sugli interessi maturati dal deposito cauzionale in questi due anni, non trovi sia possibile?
    Qualcosa avranno reso quei 1800 euro, o no?

    Un'ultima cosa, approfitto della tua gentilezza, mi spieghi per favore perchè lo scorso anno NON mi è stato applicato l'aumento ISTAT? Forse perchè si trattava di una nuova stipula di contratto? Grazie ancora per la disponibilità.

    ANAC
     
  9. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'aumento istat decorre dal 2° anno di locazione (ovviamente se stipuli un nuovo contratto si riazzera tutto).

    Gli interessi legali sul deposito cauzionale sono dovuti per legge. Quindi il proprietario dovrà riconoscerteli, ma saranno poche decine di euro. :occhi_al_cielo:
     
  10. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Chiarissimo.

    Grazie mille. Eppure mi era stato detto che con il recesso del contratto tutto sarebbe rimasto "congelato"..
    Alla faccia del congelamento.. :occhi_al_cielo:

    Vabbè! A breve finirò di buttare soldi in questo negozio che proprio non va!

    Ciao ciao e di nuovo: GRAZIE!

    ANAC
     
  11. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ciao ANAC, mi dispiace per il tuo negozio. Ci hai provato :applauso: ma sono momentucci per tutti ;)
     
  12. ANAC

    ANAC Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie di cuore per il tuo sostegno... dispiace tantissimo, credimi...
    Purtroppo, il mio negozietto è nato sotto una cattiva stella...:triste:
    Che te lo racconto a fà...
    Eppure è tanto carino...
    Pazienza... Si vede che non era la mia strada..
    Ciao ciao ;)
     
    A enrikon piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina