1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ginore

    ginore Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno

    Dal 1 febbraio stipulerò un contratto di affitto (io sono il proprietario locatore, al 50% con mia moglie).
    Mia moglie ha convenienza ad applicare la tassazione ordinaria (immobile da locare di interesse storico con riduzione forfettaria del 35% del canone, solo reddito derivante da questo canone, possibilità di far valere una capienza IRPEF di 400 euro perchè beneficia detrazione d'imposta per bonus ristrutturazione).
    Io ho invece convenienza ad applicare la Cedolare Secca (fascia di reddito) nonostante la possibilità di abbattere il canone del 35%.

    In ogni modo dovremo quindi rinunciare all'adeguamento anuale ISTAT.

    Mia moglie (solidalmente con il conduttore) dovrà invece pagare la sua quota di imposta di registro annuale e di bollo.
    Io NO avendo optato per la cedolare.

    Sino a qua tutto mi è chiaro.

    I dubbi pratici:

    1) Come esercitare l'opzione
    Chi intende avvalersi del regime della "cedolare secca" può esercitare l'opzione in sede di registrazione del contratto compilando il modello semplificato Siria (approvato con provvedimento del 7/04/2011) oppure il modello 69. Ed è quello che farò.
    Però poil'Ade recita: "inoltre il proprietario deve dare comunicazione della scelta al conduttore (affittuario) con lettera raccomandata. Nella lettera deve essere contenuta la rinuncia alla facoltà di chiedere, per tutta la durata dell'opzione sulla "cedolare secca", l'adeguamento Istat del canone di locazione, anche se previsto contrattualmente. NOTA: la comunicazione è obbligatoria e deve essere inviata prima di esercitare l'opzione della "cedolare secca". Il mancato invio rende inefficace l'opzione stessa (articolo 3, comma 11 del DLGS 23/2011)".
    Quindi, oltre a mettere la mia opzione di scelta della cedolare sul contratto, devo anche mandare una raccomandata al conduttore?

    2) Come si paga la cedolare
    Sempre leggendo le istruzioni leggo: "L' importo a saldo della cedolare secca relativo all'anno precedente e l' eventuale prima rata di acconto per l'anno in corso devono essere versati entro il 16 giugno dell'anno in cui si presenta la dichiarazione.
    La scadenza per la seconda rata o per il versamento in un'unica soluzione dell' acconto è il 30 novembre dello stesso anno.La Cedolare Secca, così come la altre imposte sui redditi, va versata utilizzando il modello F24".
    Andando nello specifico del mio caso, tenendo conto che come lavoratore dipendente a giugno di ogni anno presento il mod. dichiarazione redditi 730, chiedo se sia possibile o meno liquidare l'imposta in sede di chiarazione dei redditi da parte del CAF o necessariamente debba ricorrere all'F24.

    Grazie per tutti i chiarimenti che vorrete o potrete darmi.
     
  2. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    1) In generale occorre inviare raccomandata all'inquilino (preesistente) prima della scadenza dell'adempimento (di registrazione o rinnovo del contratto)
    Nel caso però oggi di un nuovo contratto, la AdE ha emesso un provevdimento che specifica che se il contratto specifica già all'origine nel testo l'intenzione di avvalersi della cedolare e sua decorrenza, oltre alla rinuncia a qualsiasi adeguamento, la raccomandata diventa superata.
    (personalmente consiglierei di integrare questo articolo, riservandosi anche di recedere in un secondo tempo, se le condizioni della cedolare dovessero mutare)
    2) I pagamenti della cedolare, si pagano in concomitanza ai pagamenti IRPEF: nel caso di 730, vengono trattati dal sostituto d'imposta, purchè sia informato. Non so però come e quando si debba comunicare al sostituto la cosa: ritengo alla stessa stregua di un qualunque altro reddito oltre lo stipendio.
     
  3. ginore

    ginore Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie Bastimento.

    Ho ancora un dubbio: il codice tributo da indicare sulla prima registrazione di un contratto di locazione è il 115T (imposta di registro, 2% sulla quota di canone annuo sul quale non è stata fatta, da mia moglie, l'opzione per la cedolare), almeno fino al 1 febbraio 2014, poi diventerà 1500. OK.
    E' ancora obbligatorio pagare, come una volta, anche i tributi speciali 964T (solo per la prima registrazione, dal 1.2.14 codice 1506), circa 7-8 euro (sapevo che la cifra variava da ufficio ad ufficio) o è stata abolita già lo scorso anno?
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    vado a memoria perchè non trovo la circolare: che specificava che in caso di semplice registrazione i tributi speciali (credo siano quelli che citi), non erano dovuti spettando al contribuente la copia timbrata con gli estremi di registrazione e timbri vari a ricevuta.
    Con il nuovo F24 Elide e con il RLI che sostituirà il mod 69, so che cambieranno i codici tributo: ma di questo non ho ancora dimestichezza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina