1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. dadima

    dadima Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    ringrazio anticipatamente tutti coloro che risponderanno a questa discussione.
    Sono interessato all'acquisto di un appartamento che presenta la seguente situazione:
    Il signor A deceduto nel 2008 a 76 anni non sposato e senza figli lascia in eredità tutti i suoi beni a due fratelli (B e C) ed una sorella (D). Uno dei fratelli (B) è precedentemente deceduto e la sua quota passa ai suoi due figli (B1 e B2). L'altro fratello del defunto (C), senza figli anche lui, rinuncia alla sua parte di eredità che viene quindi redistribuita agli altri eredi. Nel 2012 la sorella (D), non sposata e senza figli, muore e lascia un testamento olografo con il quale nomina come erede universale di tutti i suoi beni un ente religioso.

    L'appartamento a cui sono interessato fa parte dei beni iniziali del signor A. Cosa rischio nell'acquistare l'appartamento? Cosa posso fare per minimizzare i rischi? Il mutuo in questi casi le banche sono disposte ad erogarlo?
    Grazie a chiunque può darmi un consiglio.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, fermo restando che in linea di massima nessun problema ci potrebbe essere, mi manca all'appello solo B1 e B2 che non vedo più come proprietari di quota parte... mi spiego la sorella D lascia tutto ad un Ente religioso ma lascia la sua quota parte ? ... comunque un controllo con un Notaio ti chiarirà le idee. Fabrizio
     
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tu sei interessato ma chi lo sta vendendo? Fai fare una visura catastale. L'ente religioso avrà una quota. Fa parte della proprietà insieme ai due B.
     
  4. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    forse meglio se in conservatoria


    sembra una battaglia navale :)

    sicuramente la sorella D lascia all'ente religioso la sua quota parte d'eredità.


    Se tutta la provenienza è giusta come da te riportata e tutti i passaggi sono stati correttamente rispettati (successione, rinuncia dell'eredità di "C" testamento olografo regolarmente pubblicato di "D" e B1 e B2 non si sono opposti :confuso: ed intervengono in atto per vendere, compreso l'Ente religioso in persona del legale rappresentante , diciamo che a parte la complessità , di problemi non ne vedo.

    E' vero che alcune banche tendono ad assimilare il testamento olografo (in questo caso parziale rispetto l'interà proprietà) come la donazione, ma c'è anche da analizzare e valutare ogni singola situazione in base alla sua particolarità.

    Proprio oggi ho stipulato (non io ma il Notaio ovviamente ) un atto dove la provenienza totale è/era un testamento olografo dove la zia (unica proprietaria senza figli) con un fratello che non si è opoosto al testamento , ha lasciato tutto alle tre nipoti, abbiamo fatto l'atto con un mutuo Unicredit

    (Ps per tutti i colleghi un segnale positivo) Unicredit era da tre anni che non erogava più mutui (qualc'osa stà cambiando) :ok:

    Quindi se tutti i passaggi relativi alla ricostruzione dell'attuale giusta provenienza sono ok, non vedo grosse problematiche, semprechè tutte le parti si presentino per la firma di tutti e sottolineo tutti i passaggi inerenti la vendita, preliminari compresi.

    Credo che qui sia d'obbligo la relazione preliminare del notaio .

    Nemmeno di un AI per quanto preparato possa essere o avvocato, ma ribadisco Notaio per darti le giuste rassicurazioni
     
    Ultima modifica: 24 Ottobre 2013
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per lasciare o rinunciare ad un bene ereditato, bisogna che prima sia accettata l'eredità
     
  6. dadima

    dadima Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie davvero a tutti per le risposte...
    Qualche chiarimento:
    - confermo che a sorella D lascia all'ente religioso la sua quota parte d'eredità.
    - Leggendo meglio le carte mi sono accorto che il fratello C che rinuncia, in realtà ha due figli (C1 e C2) che ereditano al suo posto per rappresentazione.

    La situazione finale è la seguente con indicazione delle relative quote di possesso:

    1. ente religioso, con 1/3 di quota di possesso
    2. B1 e B2, nipoti del defunto A, figli di B premorto, ciascuno con 1/6 di quota di possesso.
    3. C1 e C2, nipoti del defunto A, figli di C rinunciatario, ciascuno con 1/6 di quota di possesso.[/FONT]

    I 5 attori in elenco sono i miei interlocutori che mi venderanno casa per il tramite di un AI...che bordello!
    Dalle carte in mio possesso (testamento, successione, visura ...) mi sembra tutto regolare. Sicuramente il notaio puo' aiutarmi.
    Vedete dei problemi in questo "nuovo" scenario? Non corro rischi quindi nell'acquisto dell'appartamento?

    Grazie grazie e grazie ancora[DOUBLEPOST=1382689159,1382689045][/DOUBLEPOST]
     
  7. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    sembrerebbe che i conti tornano :)
    comunque fai verificare tutto dal notaio

    Ps. speriamo che i comparenti siano finiti
    altro che battaglia navale
     
  8. dadima

    dadima Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie a tutti per i preziosi contributi!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina