1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. maurizio58

    maurizio58 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve mio padre mi ha lasciato in eridità una casa di 2 appartamenti,a me come nudo proprietario e mia madre le ha lasciata l'usofrutto di tutto lo stabile.Vi dico subito che tra me e mia madre non abbiamo un buon rapporto infatti io abito in un'altra abitazione ,il punto è questo . Da due anni mia madre vive in una casa di riposo e L'appartamento dove viveva è vuoto,il problema è che con il freddo che fa le tubazioni potrebbero facilmente scoppiare .Se cio dovesse avvenire le spese dei danni a chi andranno in conto tenendo conto che io non posso entrare e non posso quyantificare il danno in quanto non ho le chiavi? Come posso tutelarmi? Grazie
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve l’usufrutto è un diritto reale di godimento che consiste nell’attribuire a chi ne è titolare una serie di facoltà inerenti il godimento della cosa stessa. Spetta all’usufruttuario il diritto di godere della cosa e di fare propri i frutti naturali e civili .
    Nello specifico, sono a carico dell’usufruttuario” le spese e, in genere, gli oneri relativi alla custodia, amministrazione e manutenzione ordinaria della cosa”, nonché “le riparazioni straordinarie rese necessarie dall’inadempimento degli obblighi di ordinaria manutenzione “– art. 1004 c.c. -
    Spettano, invece, al proprietario le riparazioni straordinarie, ossia: “ quelle necessarie ad assicurare la stabilità dei muri maestri e delle volte, la sostituzione delle travi, il rinnovamento per intero o per una parte notevole, dei tetti, solai, scale, argini, acquedotti, muri di sostegno, o di cinta” – art. 1005 c.c. – Fabrizio
     
    A maurizio58 e bonats piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina