elisasile82

Membro Junior
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti
Io e mio marito siamo in fase di trasferimento nelle Marche. Abbiamo acquistato un immobile a maggio scorso, dando tempo 9 mesi ai proprietari per trovare un'altra sistemazione e quindi lasciandoli in possesso dell'immobile durante questo periodo. A tutti gli effetti noi siamo i proprietari da giugno, data in cui è stato fatto il rogito. Come saprete a settembre c'è stato il nubifragio in quelle zone e purtroppo anche la casa che avevamo acquistato (senza mutuo quindi senza assicurazione) è stata colpita. Vivendo ancora in altra regione durante i primi giorni non siamo potuti andare a controllare la situazione ma siamo sempre stati in contatto con gli ormai ex proprietari. Era entrata acqua in casa e fango, ma non moltissimo, fino al battiscopa ma tanto è bastato per far sì che l'umidità facesse il suo lavoro sotto il pavimento e sui muri. In concerto con i proprietari, che ancora vivevano lì, abbiamo cercato di agire nell'immediato ma ci era stato detto che l'unica cosa da fare era aspettare che asciugasse tutto o l'utilizzo di deumidificatori (che abbiamo noleggiato dividendo la spesa). Adesso loro hanno fatto il trasloco e noi abbiamo visto che la situazione è peggiorata notevolmente. Ci hanno sempre tenuti aggiornati ma nei fatti erano poi presi dal trasloco. Quello che ci stiamo chiedendo, a parte risarcimenti vari che forse possono venire dalla Regione, possiamo chiedere una parte di danni agli ex proprietari? Non perfare una guerra ma visto le spese che dovremo sostenere, che sono tante, impreviste e onestamente con un sentimento di rabbia infinito. Sentendo qua e là sembra che per eventi come i nubifragi non si possa parlare di danni volontari o inadempienza ma chiedo a voi che siete esperti e magari avete visto situazioni simili. Grazie mille
Elisa
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Credo che la risposta alla tua domanda sia ovvia e scontata, ovvero NO !
Se i danni sono dovuti ad un evento naturale eccezionale, per quale ragione dovrebbero risarcirti i vecchi proprietari?

Non credo che i vecchi proprietaria abbiano contribuito buttando secchiate d'acqua a caso o abbiano aperto le porte per farla entrare più abbondantemente, ....... in fondo anche se non erano più proprietari dell'immobile, comunque ci vivevano.
E se anche fossero così folli da averlo fatto, sarebbe da dimostrare.

Del resto mi pare tu abbia già la risposta a questa pseudo domanda, dato che l'hai citata nel tuo quesito.
 
Ultima modifica:

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Situazione davvero spinosa e spiacevole, dovuta anche alle incertezze che sempre porta la permanenza dei venditori nell’immobile, dopo il rogito.
Avevate previsto qualche accordo, in merito a questo aspetto ?
Cioè , a che titolo erano nell’immobile ?
Di solito si tratta di comodato gratuito, e il danno da evento atmosferico fuori dal normale non può essere imputato a chi aveva l’immobile in custodia.
Certo se hanno peggiorato la situazione, non prendendo tutte le iniziative necessarie per “salvare il salvabile” , qualche responsabilità ce l’hanno anche loro.
Tenta la strada di una richiesta “morbida”, ma temo che tu non possa ottenere molto.
Comprendo il vostro disappunto, e spero casomai che possiate avere un risarcimento dalla Regione.
 

elisasile82

Membro Junior
Privato Cittadino
Erano in possesso dell'immobile fino alla data ultima poi hanno lasciato prima avendo trovato casa. Con la consegna delle chiavi e dell'ultima parte di denaro depositata presso l'agenzia immobiliare è finita lì. Avendoci comunque abitato per un mese dopo l'evento a quanto hanno detto hanno cercato di renderla vivibile, sicuramente non so se poteva essere fatto di più, come dimostrare questo? O dimostrare che agire diversamente poteva portare a un esito diverso? Sono riflessioni non mi fraintendete, guidate molto dalla rabbia non tanto verso di loro (e se effettivamente non hanno fatto abbastanza perché tanto non era più casa loro?) ma dalla situazione. Mio marito parlava di avvocato ma onestamente non trovo riscontro da nessuna parte di poter sperare in qualcosa in quel senso, diventerebbe forse un'ulteriore spesa boh
 

schisanoa

Membro Attivo
Privato Cittadino
Avendoci comunque abitato per un mese dopo l'evento a quanto hanno detto hanno cercato di renderla vivibile, sicuramente non so se poteva essere fatto di più, come dimostrare questo?
Voi vi eravate accordati con loro sul da farsi in seguito all'evento? Visitato la casa per valutare personalmente il danno e decidere come agire?
Sono riflessioni non mi fraintendete, guidate molto dalla rabbia non tanto verso di loro (e se effettivamente non hanno fatto abbastanza perché tanto non era più casa loro?) ma dalla situazione.
Ti comprendo, purtroppo è quel genere di evento per cui senza una assicurazione c'è poco da fare. Magari se avessero lasciato la casa pochi giorni prima del nubifragio il danno sarebbe stato anche peggio perché essendo voi in altra regione ci avreste magari messo più giorni a rilevarlo, questo solo per dirti che c'erano dentro loro, non so se le cose potevano andare meglio, e se avrebbero potuto far di più loro (ma in questi casi non so nemmeno cosa si possa fare più che asciugare e deumidificare), ma probabilmente tra i vari scenari poteva anche andarvi peggio
Mio marito parlava di avvocato
Secondo me rischia di buttar via soldi
 

elisasile82

Membro Junior
Privato Cittadino
Voi vi eravate accordati con loro sul da farsi in seguito all'evento? Visitato la casa per valutare personalmente il danno e decidere come agire?
Abbiamo fatto un sopralluogo con un muratore per una stima dei danni nei giorni successivi e lui ci ha detto che prima di fare qualsiasi cosa si doveva asciugare tutto, tenere aperte le finestre e stop. Un altro tecnico che abbiamo consultato è mandato a controllare ci ha detto che invece avrebbero potuto tenere acceso il riscaldamento h24 per deumidificare i pavimenti e i muri ma onestamente mi chiedo se al loro posto l'avrei fatto, vivendo lì e con il caldo che era a settembre/ottobre. È una situazione in cui puoi dire sì ok forse potevano fare di più ma potevano anche non pulire e andare in albergo. Difficile giudicare in modo razionale. Rimane che siamo rimasti fregati purtroppo.
 

davideboschi

Membro Assiduo
Privato Cittadino
I danni per un evento naturale si possono imputare ai detentori solo se fosse stato possibile evitarli (i danni, non l'evento) con la normale diligenza nella conservazione della cosa. Ad esempio, se un temporale rovescia acqua sul parquet perché hanno lasciato la finestra aperta. Certo il temporale non è colpa loro, ma lasciare che il parquet prendesse acqua sì.

Poi mi colpisce l'affermazione
senza mutuo quindi senza assicurazione
Qui il mutuo non c'entra: potevate benissimo stipulare un'assicurazione fabbricati che coprisse anche gli eventi naturali. Una casa non costa due lire: di solito dopo aver messo centinaia di migliaia di euro in un immobile, si pensa anche a come proteggere i propri soldi.

Certo, dopo aver fatto un acquisto, non si pensa che il peggio possa arrivare subito dopo: all'assicurazione si pensa dopo aver sistemato la casa e magari anche dopo avervi traslocato, quasi come se fosse una rifinitura dell'acquisto. Ma come diceva Freak Antoni, la fortuna è cieca, ma la sf... ci vede benissimo.
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità
Alto