1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti ,l'anno scorso a gennaio io è le mie sorelle abbiamo stipulato il compromesso,con un ragazzo, per la vendita della casa dei miei genitori (l'acquirente ovviamente ha versato una caparra ) a dicembre avremmo dovuto fare il rogito .nel frattempo abbiamo dato a lui le chiavi di casa poiché quest'ultimo voleva apportare delle migliorie.( la casa che abbiamo consegnato noi era abitabile )purtroppo il ragazzo e deceduto a novembre.gli eredi più vicini sono i genitori e il fratello .quest'ultimo non vuole comprare la casa e in più pretende la restituzione della caparra dicendo che il fratello ha apportato delle migliorie (ma il fratello invece ha demolito quasi tutto e ha lasciato un cantiere ,noi avevamo un bagno ,un pavimento ,delle porte e finestre ,e adesso non ci sono più ).preciso che al momento del compromesso il ragazzo che avrebbe dovuto comprare la casa ha firmato con la clausola che qualsiasi cosa fosse successa non ci sarebbe stata nessuna restituzione della caparra .detto tutto questo vorrei sapere se siamo tenuti a dare la caparra o invece no .scusatemi se mi sono dilungata e spero di essere stata chiara .
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La sottoscrizione di un contratto, nella fattispecie di un contratto di compromesso di acquisto... giuridicamente parlando è un obbligazione, queste seppure presa in vita non cessa la sua validità alla sopravvenienza della morte di uno dei contraenti. Nel quadro dell'eredità del De Cuius rientrano tutti i rapporti patrimoniali in essere ed in sospeso siano essi attivi o passivi, che i chiamati all'eredità ( eredi ) con l'accettazione dell'eredità ( anche se con il beneficio dell'inventario ) sono obbligati a concludere ed onorare. In parole povere significa che gli eredi, se accettano l'eredità, sono tenuti alla conclusione del contratto di compromesso ed all'acquisto della casa ai patti ed alle condizioni descritte nel contratto di compromesso, in mancanza o in rifiuto di questo sono contrattualmente inadempienti con le penali del caso.
    A questo punto la vicenda è logico che assume valore di umanità e la soluzione deve essere personale, le strade che hai davanti sono:
    1 - chiedi la conclusione del contratto così come descritto nel compromesso;
    2- fai sottoscrivere una dichiarazione alla parte acquirente ( eredi ) a recedere dal compromesso, recesso che tu accetterai trattenendo la caparra come per legge.
    Altre strade non esistono ed ogni richiesta da parte degli eredi è infondata. Fabrizio
     
    A francesca7, Bastimento, marcellogall e ad altre 5 persone piace questo elemento.
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Tieni anche presente che laddove gli eredi dovessero rinunciare all'eredità, hai diritto comunque di costituirti " creditore dell'eredità " e richiedere l'esecuzione dell'obbligazione ( a norma dell'articolo 2932 cc ) a chi dopo la rinuncia sarà chiamato all'eredità. Fabrizio
     
  4. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Fabrizio ti ringrazio per la tua gentilezza e per avermi risposto .faro presente la cosa alle mie sorelle sperando che tutto si risolva per il meglio .grazie ancora .
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Detto fuori dai denti, una definizione bonaria è auspicabile, stante la motivazione, però anche in virtù dei lavori fatti e delle spese che dovrai sostenere per il ripristino dell'appartamento, la restituzione della caparra non vedo essere una cosa giusta. Fabrizio
     
    A francesca7, Bastimento e Daniela.V piace questo elemento.
  6. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il problema e che a parer loro alla casa hanno apportato migliorie(poiché hanno rifatto l'impianto elettrico ,ma solo quello ...) e quindi per loro la caparra gli è dovuta ,ma se io prima la potevo vendere ed era abitabile immediatamente adesso posso venderla o come rustico oppure devo mettere pavimenti ,sanitari ,finestre e tutto il resto .per questo più che miglioria mi sembra un danno bello e buono
     
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    l'appartamento era da ristrutturare?
     
  8. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    No ,volendo potevi andarci a vivere .era completo di tutto .un eventuale ristrutturazione era a discrezione dell'acquirente .ma sia sanitari che termo che piastrelle era tutto in buono stato
     
  9. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Possono dire o pensare quello che meglio gli aggrada e pare, ma la situazione non cambia... delle due l'una... o comprano casa o recedono dall'acquisto... in qualità di eredi sono tenuti a rispettare le obbligazioni prese dal De Cuius non a discuterle o ricontrattarle, purtroppo è così... c'è un contratto da onorare e concludere.
     
    A ROSFRUM, marcellogall e Bagudi piace questo elemento.
  10. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nella mia ignoranza anche io dico così Fabrizio .il problema e che loro non vogliono sentir ragione .la loro proposta e stata :shock: vi riportiamo la casa come era (piastrelle messe da loro ,sanitari ovviamente decisi da loro e via dicendo ) e gli diamo la caparra ,oppure gli diamo la caparra e basta ..mi sa che qui l'ignoranza regna sovrana .adesso quello che vorremmo fare e far firmare una dichiarazione di recesso del contratto e anche di rinuncia all'eredità (cosa che a loro non comporterebbe niente poiché la persona defunta non aveva nessuna eredità )...ma sembra che il problema sia che loro non si presentino davanti al notaio ..mha ! Staremo a vedere .
     
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Daniela non è una questione di ignoranza o meno, è una questione di legge... il diritto di successione stabilisce che l'eredità si può accettare, accettare con beneficio dell'inventario ( per evitare che in caso di debiti da pagare i beni del De Cuius si confondano con i beni personali ) oppure rifiutare ( il rifiuto si manifesta con dichiarazione resa dal Notaio ), altre formule non esistono. I signori eredi dell'acquirente non possono dettare nessuna condizione... comunque vada a finire loro non hanno nessun diritto a ricevere la caparra. Il mio consiglio è mandare una lettera dell'avvocato con diffida ad adempiere previa comunicazione dei chiamati all'eredità, in mancanza dei quali procederai alla tutela dei tuoi interessi presso le sedi opportune. L'unica scocciatura per te , in tutta questa storia e che fino a definizione non potrai vendere l'immobile ad altri. Fabrizio
     
    A Bastimento, marcellogall, eldic e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  12. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio ancora per la tua cortesia,sei stato molto gentile a spiegarmi tutto bene .adesso provvederemo con la lettera scritta dall'avvocato e vedremo cosa decideranno di fare .di nuovo ti rinnovo il mio "grazie " per la tua gentilezza e il tuo tempo .
     
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  13. d1ego

    d1ego Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    E questo chi te l'ha detto? Con quali soldi se la voleva comprare questa casa? Una parte mutuo, forse, ma il resto?
     
  14. Daniela.V

    Daniela.V Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si è vero ,una parte mutuo l'altra parte era una poliza che la persona deceduta aveva a nome suo e di sua madre .ma quando è morta hanno usato quella poliza per il funerale (a detta loro ) quindi non è rimasto quasi niente
     
  15. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Cosa significa ... non riesco a comprendere il tutto, la persona deceduta ( il ragazzo ) aveva una polizza vita ( presumo ) cointestata a lui ed alla madre , quindi sia il compratore che la madre sono deceduti insieme ??? oppure come faceva il compratore ad usare dei soldi derivanti da una polizza vita intestata a lui ed alla madre ??? inoltre mi sembra strano che una polizza vita in caso di morte renda il necessario al pagamento di un funerale, è molto poco ... dovresti chiarire questo fatto , ma comunque ripeto gli eredi possono dire e fare quello che credono ma le cose non cambiano ... o comprano o si rendono inadempienti. Fabrizio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina