• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

salvo0573

Membro Junior
Privato Cittadino
Salve a tutti,
ho un dubbio che riguardo alle modalità di riscossione di ratei pensionistici con delega.
Il pensionato impossibilitato a riscuotere può farsi rappresentare con mandato speciale presentato all'Ente erogatore INPS, validato e trasmesso dell'Ente sia al pensionato sia all'istituto pagatore. Quindi il delegato esibirà ogni volta il mandato per la riscossione della pensione. Questa modalità di riscossione con delega è prevista quando la riscossione deve avvenire in contanti. Se il pensionato ha scelto l'accredito su conto o libretto (e dal 2012 tale accredito è obbligatorio per gli importi superiori a euro 1000) non mi sembra previsto il rilascio di delega come sopra anzidetta ossia mandato speciale validato da INPS.
Traggo la conclusione che per riscuotere la pensione in nome e per conto di un soggetto impossibilitato con prelievo dal conto/libretto occorre procura notarile. Il mio dubbio è se sia sufficiente una procura notarile o in qualche modo vi sono adempimenti informativi nei confronti di INPS (che con il mandato speciale per la riscossione in contanti ha cmq un controllo sul delegato). Non riesco a trovare conferme utili sul sito INPS.
Grazie per il supporto.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Dovrebbe bastare una procura notarile ; l'Inps non c'entra più, il rapporto sarà con la banca.
 

salvo0573

Membro Junior
Privato Cittadino
Dovrebbe bastare una procura notarile ; l'Inps non c'entra più, il rapporto sarà con la banca.
[/QUOTE
L'INPS non sarebbe più soggetto coinvolto in quanto, tramite accredito sul conto intestato al pensionato, si è liberata dell'obbligo di erogazione mettendogli la somma "direttamente" a disposizione. Ciò non esige il controllo della delega che sarebbe necessario allorchè il delegato debba riscuotere in contanti.
Non avendo trovato circolari INPS o quant'altro (e non credo che ne esistano ad hoc) il dubbio mi era stato generato dallo sportello pagatore.
Grazie del supporto.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Salve a tutti,
ho un dubbio che riguardo alle modalità di riscossione di ratei pensionistici con delega.
Il pensionato impossibilitato a riscuotere può farsi rappresentare con mandato speciale presentato all'Ente erogatore INPS, validato e trasmesso dell'Ente sia al pensionato sia all'istituto pagatore. Quindi il delegato esibirà ogni volta il mandato per la riscossione della pensione. Questa modalità di riscossione con delega è prevista quando la riscossione deve avvenire in contanti. Se il pensionato ha scelto l'accredito su conto o libretto (e dal 2012 tale accredito è obbligatorio per gli importi superiori a euro 1000) non mi sembra previsto il rilascio di delega come sopra anzidetta ossia mandato speciale validato da INPS.
Traggo la conclusione che per riscuotere la pensione in nome e per conto di un soggetto impossibilitato con prelievo dal conto/libretto occorre procura notarile. Il mio dubbio è se sia sufficiente una procura notarile o in qualche modo vi sono adempimenti informativi nei confronti di INPS (che con il mandato speciale per la riscossione in contanti ha cmq un controllo sul delegato). Non riesco a trovare conferme utili sul sito INPS.
Grazie per il supporto.
Secondo me risolvi tutto aprendo un libretto postale dedicato.

Poste Italiane ha nel suo paniere di prodotti svariate soluzioni.
Tra queste, libretti e conti correnti dedicati, per il ricevimento di pensioni o vitalizi per minori e o per soggetti incapaci.
La delega, la fai una volta sola, nominandoti all'apertura del conto e ci operi come e quando vuoi.

Senza l'intervento improbabile di procure notarili.
 
Ultima modifica:

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Certo, se non che, probabilmente, il pensionato non può andare in posta.
Altrimenti basterebbe anche andare in banca, dove già ha il conto, e far mettere la firma sul conto al delegato.
conti correnti dedicati, per il ricevimento di pensioni o vitalizi per minori
Conosci qualche posto nel mondo dove i minorenni possano andare a riscuotere pensioni...?

Secondo te bambini disabili che percepiscono la pensione dall'INPS che fanno...?
Vanno dal notaio a conferire la procura?
 
Ultima modifica di un moderatore:

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Conosci qualche posto nel mondo dove i minorenni possano andare a riscuotere pensioni...?
Minori ? Chi ha nominato dei minori ? Che ci azzecca ?
Secondo te bambini disabili che percepiscono la pensione dall'INPS che fanno...?
Vanno dal notaio a conferire la procura?
Secondo me e secondo chiunque, un bambino disabile ha dei genitori o un tutore, che riscuoteranno la pensione per lui.
Ma queste domande non c’entrano nulla: è un’interrogazione ?
 
Ultima modifica di un moderatore:

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Minori ? Chi ha nominato dei minori ? Che ci azzecca ?
Ci azzecca eccome.

Perche' i minori sono interdetti ed impossibilitati a compiere atti giuridici.

Cosi' come lo e', qualunque maggiorenne, che si trovi nella stessa condizione o impossibilitato, per i piu' svariati motivi di sorta.

Secondo me e secondo chiunque, un bambino disabile ha dei genitori o un tutore, che riscuoteranno la pensione per lui.
Certamente si spera che abbiano i genitori.

Tuttavia l'INPS, accredita la pensione eo qualsiasi vitalizio, a minori e non, solo ed esclusivamente a chi ne ha il diritto e che dev'essere il titolare esclusivo del conto.
Non permettendo alcuna forma di cointestazione.

Men che meno, l'improbabile svolazzamento perpetuo di procure notarili, agitate qua e la' in ogni singolo ufficio dello stivale dove ci si trovi.

I libretti postali che ho citato, "per minori e non" - si chiamano proprio cosi'- anche se a volte i minori non ci azzeccano nulla (puoi benissimo verificarlo presso poste italiane) che sono disponibili presso gli uffici postali, consentono di ricevere in entrata il vitalizio, tramite l'apposito iban.

Mentre, per le operazioni in uscita, non e' previsto l'emissione e l'utilizzo di bancomat o altri circuiti di credito come ad esempio gli assegni, ma solo operazioni di prelievo, direttamente effettuate allo sportello, con l'obbligo di rendiconto.

Pensa che per i libretti postali intestati ai minorenni, poste italiane, consente la loro apertura, nella modalita' "non per minori".
Cio' perche' diversamente, i conti non potrebbero essere movimentati in uscita, neppure dai genitori o da chi ne fa' le veci.
 
Ultima modifica di un moderatore:

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Purtroppo abbiamo tutti il box. Auto parcheggiate fuori da volantinare poche...e cosi' si ha tanto, tanto tempo per la tastiera..

Per caso si tratta di un bonifico domiciliato ? Se fosse possibile questo basterebbe comunicare all inps il delegato. Credo non abbia limiti di cifra. Chiedo...sia chiaro...di volantini ne ho gia troppi...

Non vuoi capire, ed è grave, per uno che mi sta facendo una lezione non richiesta.
Se il postante parla di procura, evidentemente il "suo" pensionato non è minore, non è interdetto, ma è solo fisicamente impossibilitato di andare in posta o in banca.

Casomai per "cognizione di causa", e certo non sei nessuno per chiamarmi "Franceschina cara".

Con questa storia hai davvero rotto; se non hai un matrimonio felice, sono problemi tuoi. Se a tua moglie sta bene di essere considerata meno di te e di fare la ruota del tuo carro, sono problemi vostri.
Io ho abbastanza autostima da prendermi le mie responsabilità da sola, anche quando sbaglio, e decidere cosa scrivere in un forum, senza il supporto di mio marito, che del forum e dei tuoi post sconclusionati se ne strafrega.

Se tu sei il libro, non è difficile.
Anche perche'......Schermata 2020-03-21 alle 17.01.53.png

Non vuoi capire, ed è grave, per uno che mi sta facendo una lezione non richiesta.
Se il postante parla di procura, evidentemente il "suo" pensionato non è minore, non è interdetto, ma è solo fisicamente impossibilitato di andare in posta o in banca.

Casomai per "cognizione di causa", e certo non sei nessuno per chiamarmi "Franceschina cara".

Con questa storia hai davvero rotto; se non hai un matrimonio felice, sono problemi tuoi. Se a tua moglie sta bene di essere considerata meno di te e di fare la ruota del tuo carro, sono problemi vostri.
Io ho abbastanza autostima da prendermi le mie responsabilità da sola, anche quando sbaglio, e decidere cosa scrivere in un forum, senza il supporto di mio marito, che del forum e dei tuoi post sconclusionati se ne strafrega.

Se tu sei il libro, non è difficile.
A volte per rendere inoffensivi i LOPESCIO con patentino basta poco....1584805850730.png

Salve a tutti,
ho un dubbio che riguardo alle modalità di riscossione di ratei pensionistici con delega.
Il pensionato impossibilitato a riscuotere può farsi rappresentare con mandato speciale presentato all'Ente erogatore INPS, validato e trasmesso dell'Ente sia al pensionato sia all'istituto pagatore. Quindi il delegato esibirà ogni volta il mandato per la riscossione della pensione. Questa modalità di riscossione con delega è prevista quando la riscossione deve avvenire in contanti. Se il pensionato ha scelto l'accredito su conto o libretto (e dal 2012 tale accredito è obbligatorio per gli importi superiori a euro 1000) non mi sembra previsto il rilascio di delega come sopra anzidetta ossia mandato speciale validato da INPS.
Traggo la conclusione che per riscuotere la pensione in nome e per conto di un soggetto impossibilitato con prelievo dal conto/libretto occorre procura notarile. Il mio dubbio è se sia sufficiente una procura notarile o in qualche modo vi sono adempimenti informativi nei confronti di INPS (che con il mandato speciale per la riscossione in contanti ha cmq un controllo sul delegato). Non riesco a trovare conferme utili sul sito INPS.
Grazie per il supporto.
Ecco se si potesse fare tutto tramite bonifico domiciliato e L INPS ( ma nn solo ) lo fa, comunicando il delegato questo potrebbe essere riscosso in posta o in banca anche senza conto corrente di nessun tipo. Tra l altro non c e linite di somma essendo cifre erogate da ente statale. Cred proprio di non sbagliarmi.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Ecco se si potesse fare tutto tramite bonifico domiciliato e L INPS ( ma nn solo ) lo fa, comunicando il delegato questo potrebbe essere riscosso in posta o in banca anche senza conto corrente di nessun tipo. Tra l altro non c e linite di somma essendo cifre erogate da ente statale. Cred proprio di non sbagliarmi
..guarda,

Mi spiace dirtelo cosi' apertamente.

Ma sei proprio ignorante.

Ho gia' anticipato che parlo per cognizione di causa e non per accademia.
Avendo un figlio che percepisce ogni mese un vitalizio dall'Inps.

Il conto corrente e l'iban di riferimento e' un requisito essenziale OBBLIGATORIO e dev'essere esclusivamente intestato all'avente diritto.
Senza l'INPS non ti invia nessuna pensione.
Che sia per minore, per maggiore o per ultra settantenni.

I vitalizi o le pensioni vengono riconosciuti con procedure precise e complesse e vanno rinnovate, a seconda della gravita' o della prassi, ogni uno, fino ad un massimo di tre anni.

I tuoi Porsche o le tue Mercedes, a noleggio di lungo termine, non mi fanno nessun effetto.
Tralasciando, che non hai neppure il box per ricoverarle e ti tocca usare il telo per coprirle, neanche il più modesto dei Lo Pescio si sbatterebbe cosi' tanto.

Le auto poténti che avevo le ho (S)vendute qualche anno dopo essermi sposato.

Primo perche' non me ne fotteva nulla.
Le trattavo a pesci in faccia, altro che ricoprirle tutte le sere, come un baccala'.
D'altro canto, erano le mie e le usavo come più mi pareva, senza dover rendere conto a nessuno.

Il mito e il desiderio, di avere ed ostentare le macchine di lusso, e' il classico sogno e la caratteristica più comune dei poveracci.

Secondo mi portavano una sfiga tremenda.

Con utilitarie a vetture normali si vende molto di piu'.
Probabilmente perche' si risulta piu' simpatici verso il pubblico.

Detto questo per me la discussione puo' pure concludersi qui.

Tanto e' chiaro che ad essere ignorante te ne fai un dovere.
 
Ultima modifica:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Sai quella storia che usiamo solo il 20% del nostro cervello? [...] Con questa ne usi solo il 2%...
Salve a tutti, mi sono appena iscritto, non ho mai usato un forum in vita mia, quindi vi chiedo di perdonare qualche mio errore iniziale e di supportarmi nell'utilizzo.
Mi chiamo Simone Troisi, ho un agenzia immobiliare a Cava dè Tirreni in provincia di Salerno
L'immobiliare è la mia passione principale in tutte le sue forme... dai citofoni per il porta a porta, agli aspetti più tecnici come l'asset management.
Alto