1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. hurricane

    hurricane Ospite

    Salve.
    E' stato deciso di dividere un grande appartamento in due unità. Si è quindi contattato un geometra affinchè, rilevando le misure dell'immobile in loco (più di una volta), potesse progettare una soluzione che potesse garantire una divisione equa: si voleva, infatti, che i due appartamenti risultanti avessero lo stesso valore economico.

    Per la particolare disposizione dell'immobile PRIMA dei lavori, era impossibile fare in modo che lo stesso fosse diviso in due parti esattamente uguali: la soluzione presa di comune accordo (tra i due futuri proprietari degli immobili risultanti e il geometra) è quindi stata quella di acconsentire che un appartamento fosse un pò più grande dell'altro, ma la differenza sarebbe stata annullata con un controvalore in liquidità, valore che è stato determinato dal geometra stesso con una perizia (sia sull'immobile "vecchio", sia sui due risultanti come da progetto).

    I due futuri proprietari si sono accordati, il progetto è stato presentato ed accettato dal Comune e da qualche settimana sono iniziati i lavori di ristrutturazione.

    Il geometra si è poi ripresentato per confermare le misure, ma la "sorpresa" è stata che non aveva considerato la particolare conformazione (alcuni angoli non sono esattamente retti), facendo risultare così un'ulteriore differenza (la precedente era già stata coperta) tra i due appartamenti risultanti.

    Ora, chi deve pagarla questa differenza? Uno dei due appartamenti risulta leggermente più piccolo, ma i due (futuri) proprietari hanno già rispettato i loro accordi sulle differenze precedenti.

    Ringrazio per l'attenzione e per eventuali risposte.
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Mi pare di capire che la differenza di un appartamento per una linea non retta, sia di minima entità ... mi chiedo se monetizzata questa variazione sia un'entità notevole da ritenerla danno oppure i due futuri proprietari sono così presuntuosi che anche il mm. deve essere uguale ... credo che nell'entità di un appartamento o immobile, si debba guardare come sono realizzati realmente le pareti, non sempre una parete è uguale all'altra e magari se guardi attentamente lo spessore dell'intonaco è superiore rispetto all'altra ... allora guarda bene che ci saranno ancora differenza perchè uno risulterà più grande dell'altro ... ,i pare di capire che queste diatribe (magari anche voluttuarie) siano inutili di partenza su confinanti che non vanno d'accordo dall'inizio ... soluzione guardate la differenza e monetizzatela ...
     
    A hurricane piace questo elemento.
  3. hurricane

    hurricane Ospite

    In effetti, da una valutazione occhio e croce, sembra che l'ulteriore differenza sia del singolo metro quadro (o addirittura una frazione di esso).
    La parte 'svantaggiata', però, ha già espresso chiara volontà di voler equiparare anche questa discrepanza.

    Capisco la 'morale' che Architetto ha voluto esprimermi (e che ringrazio per avermi risposto), ma vorrei sapere quello che succederebbe nel caso in cui questa differenza debba venire effettivamente monetizzata.
    Deve essere la parte 'avvantaggiata' a pagare, oppure il geometra dovrebbe riconoscere il suo errore? D'altronde lo stesso ha effettuato più volte misurazioni in loco, e ora ci si ritrova con quasi 20cm in meno ... mi sembrano un pò troppi, anche considerando 'errori' di intonacatura.

    Ringrazio ancora per l'attenzione e per l'aiuto che vorrete darmi.
     
  4. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si obbligheranno reciprocamente ad una cena con le rispettive famiglie e manteranno gli accordi precedenti.
    Che valore può avere qualche millimetro di differenza rispetto alla tranquillità condominiale?
     
    A NMC architetto piace questo elemento.
  5. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Se non volete monetizzare e vi sentite in difetto, allora sarebbe buona cosa che spostate il muro dei 20 cm., ma non penso che il tecnico anche se ha preso le misure, una volta suddiviso i beni il muratore realizza mantenendo il millimetro ... allora dobbiamo imputare le colpe anche all'impresa ... no ... non penso sia imputabile una responsabilità se questo non è rilevabile come danno voluto, probabilmente il problema sarà dovuto anche alla conformazione dell'ambiente e delle pareti ...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina