1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. fiaip bergamo

    fiaip bergamo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Intervista a Giuliano Olivati, presidente provinciale Fiaip Bergamo: "Abbiamo salvato il salvabile della vecchia legge, ma ora dobbiamo andare avanti e diventare ciò che siamo: professionisti"

    “I tempi sono maturi per una riforma della legge professionale degli agenti immobiliari”: questa la provocazione portata avanti dall'Assemblea degli associati Fiaip Bergamo del 29 aprile ed espressa dal Presidente provinciale Giuliano Olivati. "Il recepimento italiano della Direttiva servizi europea "Bolkestein" è frutto di un interessato equivoco, siamo arrivati ad un passo dalla cancellazione della nostra legge professionale e dalla totale deregolamentazione della nostra categoria, e come Fiaip siamo riusciti a salvare il salvabile, mantenendo i requisiti professionali, scuola media superiore, corso con piano di studi regionale ed esame finale in Camera di commercio. Ma ora non possiamo dormire sugli allori, sono cinque anni che la nostra categoria è sotto attacco e se non attacchiamo a nostra volta prima o poi arriverà la deregulation, che fa gola alle grandi centrali multinazionali della mediazione immobiliare“.

    "Siamo stanchi come categoria di non essere né carne né pesce – spiega Olivati - inquadrati come ausiliari del commercio ma oberati di compiti gravosi tipici del professionista, come privacy, antiriciclaggio e registrazione contratti preliminari e di locazione. Gli oneri ci stanno bene ma di pari passo con gli onori, per questo puntiamo a diventare professionisti a tutti gli effetti”.

    Ma quali sono i passi verso il pieno riconoscimento professionale, sui quali si sta interrogando in questi giorni l’intera categoria degli agenti immobiliari?

    “Dobbiamo partire dal percorso formativo per diventare agenti immobiliari”, spiega il Presidente Fiaip Bergamo, “il nostro mestiere non è più quello del sensale ruspante degli anni Cinquanta, è diventato una professione molto complessa dove dobbiamo essere esperti di tutto, dalla contrattualistica all'urbanistica, dalla psicologia alla scienza delle costruzioni. Il corso e l'esame camerale sono un baluardo ma non bastano, abbiamo bisogno di un percorso formativo professionalizzante. Una laurea triennale, con un piano di studi specifico per l’accesso alla professione, renderebbe l’agente immobiliare un vero professionista del real estate a 360 gradi”.

    “Il secondo step – spiega Olivati - è la formazione continua. Il mediatore è una figura nobilissima regolamentata dal Codice civile alla quale non vogliamo rinunciare. Ma se si trasforma in mediatore - professionista, come noi chiediamo, avrà bisogno di una formazione continua con l’obbligo di partecipazione a corsi e convegni promossi dalle associazioni di categoria. Come Fiaip Bergamo siamo pionieri in materia, avendo fondato il Servizio formazione permanente nel 2002".

    Volete essere professionisti, ma come rispondete alle lamentele sugli agenti immobiliari? Non avete dimenticato i consumatori?

    "A Bergamo siamo i primi in Italia - risponde Olivati - ad avere ottenuto l'approvazione del Codice deontologico Fiaip da parte di un'associazione consumeristica, il Movimento Consumatori. Da qui partiamo con un'alleanza sinergica all'insegna della massima trasparenza e collaborazione per soddisfare al meglio le esigenze dei consumatori, ossia dei nostri clienti. La conquista dello status di professionisti passa necessariamente attraverso il confronto con i consumatori, e il riconoscimento da parte delle loro associazioni. Per questo abbiamo definito Fiaip come una "casa di vetro" per i consumatori".

    Un esempio concreto di questa alleanza con i consumatori?

    “Ecco la prima battaglia da fare con i consumatori", risponde Giuliano Olivati. "Da Bergamo vogliamo combattere il cattivo andazzo del "supero" o sovrapprezzo. Questa pratica, già bandita da Fiaip, consiste nel pattuire con il cliente-proprietario un “prezzo netto”, cosa che dà possibilità all’agenzia immobiliare di praticare un ricarico occulto a proprio esclusivo vantaggio. La confusione e gli abusi lamentati dai consumatori – prosegue il Presidente Fiaip Bergamo - ci spingono a ribadire la condanna della pratica del “supero” o sovrapprezzo, assolutamente incompatibile con la terzietà e imparzialità del mediatore immobiliare. Secondo questo modus operandi il cliente – acquirente non sa che una parte (a volte sostanziosa) del prezzo dell’immobile è costituita dal supero/sovrapprezzo a favore dell’agenzia immobiliare. E' chiaro che questa procedura, oltre a falsare i valori immobiliari, è contraria al dovere di trasparenza e indipendenza dell’agente immobiliare previsto dal Codice civile e dalla legge professionale. Proponiamo quindi che la pratica (attualmente borderline) del “supero” nella mediazione immobiliare sia inequivocabilmente bandita per legge. L'agente immobiliare dev'essere compensato dalle parti con una provvigione chiara, trasparente e contrattata in anticipo”.

    Si sta parlando molto di carta dei servizi degli agenti immobiliari e di nuovi standard europei, qual è la vostra posizione?

    "Una concezione moderna del lavoro dell'agente immobiliare - dichiara Giuliano Olivati - consiste nell'essere mediatore - professionista, cioè mettere in contatto le parti per la conclusione di un affare immobiliare, ma con un contenuto professionale di servizi che vanno oltre la figura superata del sensale di piazza, per enfatizzare il servizio al consumatore e la tutela del suo investimento.
    Come Fiaip Bergamo abbiamo proposto di recepire nella legislazione nazionale lo Standard europeo EN 15733 “Servizi degli agenti immobiliari”, adattandolo e rendendolo compatibile con gli articoli del Codice Civile relativi alla figura del mediatore. Questo standard europeo, alla cui stesura ha contribuito anche Fiaip, obbliga a fornire informazioni precise ai consumatori nella stesura del contratto preliminare, come il titolo di provenienza dell’immobile, le visure ipo-catastali, il dettaglio delle spese condominiali. L'introduzione per legge di questi servizi (che sono già erogati dagli Agenti immobiliari professionali Fiaip) farebbe capire a tutti la differenza tra gli agenti immobiliari e gli abusivi, dimostrando ai consumatori la funzione di tutela e protezione delle parti tipica della nostra professione".

    "E questo - conclude Olivati - sarebbe il nostro più grande riconoscimento professionale, arginare l'abusivismo diffusissimo nel nostro settore dove tutti trattano e intermediano case, dal portinaio al commercialista, come in uno sport nazionale fuorilegge. Ma sconfiggere l'abusivismo dimostrando al consumatore che ha tutto da guadagnare affidandosi ad un Agente immobiliare professionale. Non deve farlo per noi, il consumatore, ma per se stesso e per tutelare i propri interessi. Sono certo che ci arriveremo, proprio grazie alla riflessione e alle proposte di Fiaip Bergamo e dell'intera federazione".

    Ufficio stampa Fiaip Bergamo
     
  2. credit

    credit Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Condivido totalmente lo spirito e le argomentazioni portate dal sig. Olivati in particolar modo le riflessioni fatte sul necessario rilancio della professione. Per guardare al futuro non bisogna però accontentarsi di aver salvato una legge che, per quanto valida, risale al 1989. Sono passati 21 anni, dico 21 anni ... non esisteva internet, non esisteva neanche il cellulare, non esisteva il navigatore satellitare e non esistevano neanche i giovani che si apprestano oggi a comprare casa !!!
     
  3. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non capisco cosa si sia salvato.
    Con l'abolizione del ruolo l'unica cosa che ci distingueva dal nulla dei pro a nostro vantaggio, ci ritroviamo esclusivamente con i contro previsti dalle varie norme opra elencate preliminari dichiarazione in sede di stipula assicurazione etc. ripeto cosa abbiamo salvato?
    Gli oneri tutti i pro quali? Che dobbiamo studiare di piu' essere piu' per cosa e di chi?
    Senza un riconoscimento siamo nulla o quasi e siamo solo gravati da oneri . Meglio il mercato libero il vecchio e stanco mediatore che una professione di soli oneri.
    Cordialmente
    Noel
     
  4. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ...e mentre noi saremmo gravati da altri oneri, cioé da corsi triennali, aggiornamenti e così via...quegli altri si venderebbero ancora più tranquillamente gli immobili senza neanche pagarci tasse... e continuando a far credere ai clienti che tramite loro si risparmia..in effetti continuerebbero a non dover pagare l'IVA ed è già un bel risparmio per chi compra o vende casa...
     
  5. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Olivati attndevo il dopo proclama:
    Arrivera'?
    cordialmente
    Noel
     
  6. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    d'accordo sulla formazione di partenza, senza necessariamente farne una laurea triennale, che mi sembra molto esagarata. Ho visto gente laureata fra gli agenti immobiliari, talmente disonesta che superava la mia ignoranza. Come nel mondo,del resto. Pensate davvero che un titolo universitario possa cancellare il peso sulle mie spalle o piuttosto rimpinguare le vostre casse? Mostrate la vostra buona fede organizzando cosi gratuiti.
     
  7. Matteo de Stasio

    Matteo de Stasio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    La situazione e grave , non bisogna salvare il salvabile ma bisogna farsi rispettare , le associazioni di categoria devono tutelare gli agenti immobiliari devono alleggerire le responsabilità in questo ultimo 4 anni ho visto solo crescere le responsabilità civili e penali degli agenti immobiliari riciclaccio, registro clienti, assicurazione,scheda cliente, studi di settore,rientriamo nell’atto ecc. ecc. ma di vantaggi nessuno. Mica dobbiamo fare formazione per diventare commercialisti .
    Una laure triennale:risata::risata::risata: …….bene i corsi di aggiornamento:ok: ma una laurea mi sembra un po’ troppo
    La realtà è diversa le agenzia chiudono, gli “abusivi” aumentano i cartelli privati nascono come funghi ( vi siete mai chiesti il perché) e noi agenti dobbiamo formarci formarci formarci e pagare le tasse
     
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    e' difficile pensare ad Agenti Immobiliari trentennali che hanno la terza media e per i nuovi Agenti Immobiliari la laurea breve:shock:
     
  9. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Va a finire come i corsi da infermieri. A un certo punto, hanno pensato che la vecchia scuola per infermieri non bastava più e hanno istituito il corso di laurea triennale di infermieristica. Naturalmente i costi sono lievitati e chissà mai perché, le domande di partecipazione hanno subito un calo, talmente drastico che ora siamo costretti a richiamare infermieri dall'Europa, che guarda caso, hanno tutti il vecchio diploma da infermieri!
    Pensare poi ad obbligare alla formazione (quale formazione?), dopo che l'agente immobiliare ha conseguito l'abilitazione, é talmente anti democratico che sembra più una punizione riservata unicamente agli agenti immobiliari. Mi domando quale mente abbia potuto partorire una scemenza del genere e se gli scritti a queste Associazioni, si siano resi conto che in questo modo, continuano a darsi la zappa sui piedi!
     
  10. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    I casi sono due ( come diceva una geniale, straordinaria, vecchia pubblicità di Carosello che Antonio Troise ha riportato sul thread "la televisione degli anni '50").
    Sempre, nella vita, i casi sono due: nella questione specifica o si sollevano gli Agenti Immobiliari da tutti gli obblighi vincoli e pesi, alcuni dei quali lardellano ESCLUSIVAMENTE la loro professione ( le responsabilità civili e penali in materia di riciclaccio, registro clienti, assicurazione, scheda cliente, studi di settore, solidarietà fiscale, obbligo di "confessare" il proprio onorario davanti al Notaio...), soluzione che io preferisco perché, se gli Agenti Immobiliari sono ausiliari del commercio, lo devono essere sia nei diritti che nei doveri, senza obblighi ulteriori da "commercialista"; oppure, se devono essere professionisti vestiti e calzati, allora, oltre al relativo corso di laurea specifico, occorre dotarli di un ORDINE ad hoc.
    Non è che li facciamo laureare e poi continuiamo a considerarli "commercianti"?
    In Italia può succedere questo ed altro.
    Comunque, prevedere l’ostacolo della laurea, può essere solo un escamotage per scoraggiare l’entrata nel mercato di ulteriori frotte di mediatori….
    Succederebbe come per gli Infermieri, come ricorda Limpida, qui sopra.
    Ma avere mediatori tutti dottori mi sembra una vera forzatura.
    Questi “dottori” avrebbero poi, tutti, l’umiltà di cominciare la professione suonando campanelli o di fare zona?
    :domanda::fico:
     
    A Antonio Troise piace questo elemento.
  11. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    per me la formazione e l'aggiornamento è un dovere, non un obbligo

    in tutti i campi

    :shock::shock:

    :shock::shock:
    Tutti i professionisti in tutti i campi si aggiornano continuamente ... gli AI no?
    Anche il medico che si laurea con il massimo dei voti DEVE aggiornarsi costantemente in tutti i campi di propria competenza. Viviamo in una realtà dove tutti abbiamo il dovere personale e verso i clienti di essere aggiornati.

    e quello che trovo strano è anche che queste dichiarazioni siano manifestate in una discussione aperta da una associazione di categoria e che questa non intervenga a chiarimento di quanto affermato dall'utente. Anche questa è formazione.
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  12. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Condordo in toto Carlo...ma da li a chiedere la laurea breve...:shock:...in fondo questo e' il ns. paese...o niente o l'assurdo
     
  13. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per dovere di correttezza, chiarisco a Carlo Garbuio, che il pensiero da me espresso qui sopra, se ha voglia di rileggere e di capire, é riferito all'obbligo che "qualcuno" ( in questo caso sembra le Associazioni immobiliari, dico sembra perché lo ha affermato il signor Olivati), vorrebbe attuare nei confronti degli agenti immobiliari e non all'obbligo personale di formazione che ciascun agente immobiliare può scegliere, dopo essere stato abilitato alla professione.
     
  14. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Nessun problema, gli appunti apportati non sono stati fatti per criticare, non è mia intenzione, ognuno la pensa come vuole, ma per rafforzare concetti di carattere generale a cui ambire.
    Bene se condividiamo gli stessi valori, la mia intenzione non era assolutamente di criticarti, se fosse questo quanto percepito dall'utenza mi scuso.
    Per spiegarmi ancora meglio (ci provo):
    a me interessa il titolo (comunque importante, chiaro) ma ancor di più quei valori professionali che ritengo "più alti" e che mai potranno essere "certificati" da alcun "pezzo di carta" e che spero si diffondano, al di là, ripeto, di titoli, codici deontologici, associazioni professionali ....
    Un tempo non c'erano tante leggi e regolamenti come ora e con la stretta di mano l'affare era concluso ed ognuno era responsabile. Ora, per quanti documenti ci siano siamo in una situazione peggiore dal punto di vista della responsabilità e ognuno ha il suo legale ... tanto da arrivare a "coniare" la regola aurea "meno si scrive, meno si sbaglia".
    Spero di esser riuscito a chiarire il mio pensiero ed il senso del mio intervento
    ciao
    :stretta_di_mano:
     
  15. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    [
    [/QUOTE]

    :stretta_di_mano:
     
  16. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    La gente, come ben sappiamo , una volta era diversa, tutto era diverso, e a prescindere dal titolo altisonante che potremmo avere e che nel nostro caso sono convinta lascerebbe le cose nello stesso modo di oggi, è la legge che ci dovrebbe tutelare: stufa del comportamento di un abusivo molto conosciuto nella mia zona che cercava di soffiarmi una vendita ricattando il prorietario sono andata al comando di finanza per rendere nota la faccenda e chiedendo il loro intervento. Hanno apprezzato molto il mio contributo e mi hanno fatto capire se anche gli altri Agenti Immobiliari della zona,che sono a conoscenza di compravendite effettuate dallo stesso individuo, facessero le denunce, ecco che sarebbe più semplice incastrarli.
    In poche parole gli abusivi esistono perché noi lo permettiamo, si preferisce che la vendita sia effettuata da loro piuttosto che da un collega....qui ci sono agenzie che hanno collaborato con abusivi, sono stati derubati dagli stessi e son rimasti zitti, non hanno denunciato nulla alla finanza od altri che potessero intervenire e quegli abusivi continuano impetterriti a rubarci il lavoro..sin'ora mi risulta di essere stata la sola chi fatto denuncia.

    Sull' Elba esistono tante agenzie immobiliari, con alcune di mia sola iniziativa ho tentato di collaborare, poi ho smesso perché dall'altra parte mancava la volontà di collaborare per condividere le provvigioni, manifestavano solo tanta presunzione come di chi ha tutta l'Elba in mano ed è potente.

    Continuo a pensare, anzi sono convinta, che tutto ciò che sopportiamo e subiamo dipende solo da noi. Vorremmo essere considerati Professionisti e poi ci comportiamo alla stregua di commercianti che han paura di pagare le tasse e per non pagarle si nascondono e nascondono tutto ciò che dovrebbe essere visto per far conoscere qual'è la differenza fra noi che siamo onesti professionisti e quegli altri che fregano la gente e lo Stato!
     
    A andrea boschini piace questo elemento.
  17. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Credo che stiamo andando un po' fuori tema.
    Per me potrenne anche esserci il DOTTOR agente immobiliare , ma che poi sia riconosciuto tale e visto non come un de4linguente che e' li a derubare le persone e frodare il fisco.
    A noi hanno tolto anche il ruolo l'unica cosa avuta quale riconoscimento dalla nostra nascita, le unich a crescere in formazione sono state le associazioni perche' per fare gruppo o perche' tutte le incombenze di cui siamo stati gravati non erano piu' abbordabili da singoli?
    Le assicurazioni proposte da chi? Forse dalle associazioni? sapete l'anno delle assicurazioni obbligatorie quanti prodekiti nuovi hanno cattutrato le associazioni?
    Chi si isscrisse allora lo fece per crescere o per adempiere?
    I corsi per leglòi esami sono gratis per chi poi si associa? All9ora di cosa parliamo le associazioni pensano per se stesse e si alleano con i nostri politici se trovano gravami da mettere sulle spalle degli agenti imm9obiliari che per sef guitare ad esercitare debbono farlo solo con le associazioni, in quamto da soli (come successe con l'assicurazione le compagnie mom ti facevano la polizza),
    Scusate la mia prolissita', ma avendo vissuto dal di dentro le associazioni , sono convinto che l'unica cosa che hanno a cuore e' ........le loro poltrone ....il potere4.....e il denaro.
    Degli agenti immobiliari non gli interessa nulla.
    Quando capirete questo fose riuscirete a fare qualcosa per gli agenti immobiliari.
    Speravo in immobilio per unirci e trovare spunti e possiblita' tra noi convergenze fuori delloe associazioni, ma come i partiti sono ancora troppo forti e noi pecore alla deriva che cerchiamo di sopravvivere nel nosdtro piccolo orto.
    Scusate lo sfogo
    Cordialmente
    Noel
     
  18. Matteo de Stasio

    Matteo de Stasio Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Le associazioni ormai sono diventate come mediashopping fanno accordi e convenzioni e propongono :soldi:al consumatore finale … che sono gli agenti immobiliari .
    Ovviamente c’è sempre l’eccezione … (questo è un parere personale).
     
  19. La Capanna

    La Capanna Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Che bella soddisfazione! circa 30 minuti or sono: Entravo in Municipio, in contemporanea uscivano uno dietro l'altro il mediatore che fu radiato dal ruolo per usura circa 8 anni or sono ma che continua imperterrito a lavorare in ufficio di agenzia immobiliare e che diversi colleghi (con nomine presso FIAIP) continuano a proteggere e con cui collaborano pure... anzi lo hanno nominato pure nel gruppo dell'associazione agenti immobiliari dell'isola d'Elba....e dietro questo "radiato" a testa BASSA anche lui un losco individuo, con cui collabora, che ha fatto soldi a palate raggirando anche persone anziane... persone che mi evitano come...non so come si dice.... perché conoscono la mia personalità integerrima e mi detestano forse più di quanto io destesti loro, però io li guardo e loro non hanno nesnche il coraggio di alzare gli occhi, vigliacchi come sono!
    Però ripeto sono ambedue PROTETTI da molti di quei colleghi che con me non vogliono collaborare,e con loro invece collaborano, ecco perché la gente non ha riguardo per noi, siamo noi stessi a non aver nessun amor proprio, per amore dei soldi molti di noi sono disposti a tutto e non capiscono che se ognuno di noi si comportasse onestamente le persone lo scopriirebbero e verrebbero nei nostri uffici per vendere o comprare in quanto saprebbero di essere protetti.La nostra categoria avrebbe una bella ripulita!
     
  20. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Real estate ....Agenzia Immobiliare ......Real estate :affermazione:

    Colleghi ma siete a conoscenza del vero significato della parola "Real Estate"?

    Voi colleghi che scrivete sul vostro biglietto da visita o sull'insegna "Real Estate" siete esperti in :
    " valutazione immobiliare alle tecnicalità fiscali, dalla gestione dei processi di asset e property all’urbanistica e al marketing, dalla tecnica delle costruzioni alla finanza., e altri termini di economia e finanza"

    Il vero professionista della complessità del Real Estate, è un esperto, con un minimo una laurea in economia e vari master in finanza, marketing, urbanistica e altro, quindi un figura notevolmente lontana e diversa dal mediatore.

    Io son un agente immobiliare, un mediatore e voglio restare Mediatore!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina