1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. piumino

    piumino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, ho acquistato un appartamento adiacente a quello in cui abito ed attualmente stiamo effettuando i lavori di ristrutturazione (abbattimento muri che dividono i due sub, modifiche murarie, impianti elettrici e idraulici, etc). L'architetto ha presentato i documenti per l'inizio dei lavori ma non mi è chiaro cosa dobbiamo fare al catasto per la fusione dei due sub. E' sufficiente presentare la variazione DOCFA con le due planimetrie o c'è qualche altro documento da produrre? Posso farlo io al catasto di Milano (o tramite il sito on-line) oppure lo deve fare l'architetto? E' possibile procedere già durante i lavori di ristrutturazione o è necessario avere il documento di fine lavori?
    Grazie in anticipo per la cortese risposta.
    Clara
     
  2. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Clara
    L'architetto ha presentato i documenti in Comune , asseverando il tipo di intervento con il relativo progetto ante e post operam,
    Una volta terminati i lavori il tecnico provvederà a comunicare in Comune documentando il "fine lavori" a quel punto il tecnico stesso deve provvedere alle relative variazioni catastali ripresentando la planimetria riferita allo stato attuale, per intenderci dopo la fusione, non credo che sia una cosa che possa fare tu , sempre che tu non sia un tecnico abilitato, tramite la procedura DOCFA, dove il tecnico menzionerà il cambiamento "fusione" a fronte della documentazione depositata in Comune con i relativi estremi data e protocollo .
    Ovviamente successivamente ti troverai in visura una volta decorsi i tempi di lavorazione del catasto stesso , il nuovo numero di subalterno , oltre la nuova consistenza (numero di vani) e rendita catastale.

    Ps. a Roma funziona così (credo che per Milano sia la stessa cosa anche se grazie al Forum ho appreso che da Comune a Comune alcune cose , iter burocratici, usi e consuetudini cambiano)
     
    A Sim e cafelab piace questo messaggio.
  3. architettimilano

    architettimilano Membro Junior

    Altro Professionista
    Confermo che a Milano funziona esattamente come detto da ingelman. La procedura di variazione catastale va redatta, entro trenta giorni dalla fine dei lavori, da un tecnico abilitato che provvederà a depositare la nuova planimetria rispettando gli standard stabiliti dalla legge e dalle circolari dell'Agenzia del Territorio (il Catasto).
    ciao,
    D.


    Studio Architetti Milano
     
  4. debboa

    debboa Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Visto che io l'ho fatto, volevo solo precisare che la viariazione catastale può avvenire anche prima della fine lavori! Ad esempio io, che ho acquistato l'appartamento contiguoa quello dove già risiedevo, ho fatto accatastare i due sub accorpati non appena il nuovo "pezzo" è stato vivibile, perché così mi risultava prima casa! Poi, con calma, ho finito i lavori accessori e ho fatto dare la fine lavori.
     
  5. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La normativa prevede però che la variazione (o la denuncia per costituzione) avvenga entro 30 gg. dalla fine dei lavori.
     
  6. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Tecnicamente c'è un piccolo inghippo:
    Il DOCFA chiede la data di fine lavori
    la dichiarazione di fine lavori (che va consegnata in comune nei casi previsti) chiede di allegare il DOCFA.
    burocrazia italiana...


    Come mai non hai fatto queste domande al tuo architetto?
     
    A ingelman e mata piace questo messaggio.
  7. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Perchè il lavoro del professionista, in quanto non visibile a differenza di un muro o di un pavimento, è spesso sottovalutato ed in molti ritengono di poterlo fare da soli. Mi piacerebbe che l'interlocutore provasse a fare lui la pratica catastale ....
     
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Classico esempio del cane che si morde la coda :)
     
  9. piumino

    piumino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ringrazio tutti per la cortese collaborazione.
    Clara
     
  10. piumino

    piumino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel sito on-line del Catasto di Milano sarebbe possibile procedere alla DOCFA anche come privato ma preferisco lo faccia un professionista. Il dubbio nasceva dal tipo di documento da presentare: semplicemente richiesta di "fusione catastale" o la DOCFA (come avevo letto sul web). Ora ho le idee più chiare.
    Grazie a tutti per la collaborazione.
     
  11. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma sei sicuro?!
    Il fatto che lo deve fare un tecnico appartenente ad una categoria regolamentata, non è perché sia difficile o scomodo; in quel caso basterebbe rifare il programma In una maniera decente…
    Compito del tecnico è quello di certificare che le dichiarazioni fatte dal privato siano veritiere (assevera)
     
  12. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Le pratiche per l'aggiornamento degli atti catastali, sia a Terreni (frazionamenti, tipi mappali) che a Fabbricati (DO.C.FA), devono essere predisposte da un professionista tecnico abilitato (architetti, dottori agronomi o forestali, geometri, ingegneri, periti agrari ed edili). Un privato o un non iscritto non possono redigerle. Basta vedere le pratiche presenti in Catasto fin dalla sua formazione (ho trovato anche pratiche della metà del 1800, firmate da un geometra). Comunque di sicuro adesso è obbligatorio. La pratica è a carico dei proprietari o, in caso di inerzia di questi, dei possessori.
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/aggiornare dati catastali e ipotecari/aggiornamento catasto fabbricati - docfa/scheda info docfa
     
  13. piumino

    piumino Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Tutto chiaro, grazie ancora a tutti.
    Clara
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina