1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ILLUSTRAZIONE DEI MOTIVI
    Il funzionamento del mercato interno e la libera circolazione delle persone, dei capitali e
    dei beni negli Stati membri dell'Unione europea producono un costante aumento degli
    interscambi, dei traffici giuridici e, più in generale, dei negozi che presentano un
    elemento di estraneità.
    Questa diversificazione dei negozi giuridici e il costante aumento dei casi in cui si
    riscontra la presenza nei loro atti di elementi di estraneità hanno portato i notai europei a
    esaminare le modalità della loro collaborazione nell’intento di garantire ai consumatori
    assistenza e consulenza nelle operazioni transfrontaliere.
    Il notaio, pubblico ufficiale, delegato dall'autorità pubblica, è soggetto alle norme
    legislative e regolamentari vigenti nello Stato in cui è stato designato. Libero
    professionista, investito di un obbligo di consulenza nei confronti delle parti, il notaio
    deve ottemperare alle norme deontologiche che regolano la professione nello Stato in
    cui è stato designato.
    I notariati europei, dopo aver proceduto ad un'analisi comparata dell'insieme di queste
    norme, hanno deciso di dotarsi di "un corpo di regole comuni".
    Questo insieme di regole non ha lo scopo di sostituirsi alle normative nazionali che
    disciplinano la professione in ogni Stato membro, bensì di armonizzare alcuni aspetti
    della pratica notarile, segnatamente quando il caso trattato mette in gioco elementi di
    estraneità.
    Il Codice europeo di deontologia notarile testimonia la volontà della professione di
    garantire al consumatore europeo la medesima tutela sia nelle operazioni nazionali che
    in quelle transfrontaliere.
    L’introduzione di nuove tecnologie è finalizzata a migliorare la prestazione dei servizi, nel
    rispetto dei principi deontologici e dei requisiti della funzione notarile di tipo latino.
    DEFINIZIONI
    Nel presente codice, le espressioni elencate hanno il seguente significato:
    Conférence des Notariats de l’Union Européenne
    2
    "operazione transfrontaliera": operazione che comporta un elemento di estraneità; per
    esempio, il luogo di situazione dei beni oggetto dei negozi considerati, la cittadinanza, il
    domicilio o la residenza abituale delle parti, o il luogo di stipula dell'atto;
    "notaio del paese ospitante o notaio nazionale": notaio territorialmente competente
    per ricevere gli atti in virtù della legge nazionale di ogni Stato membro;
    "notaio del paese di origine o notaio straniero" (o notaio non nazionale): notaio di uno
    Stato membro diverso da quello dove sarà ricevuto l’atto.
    1. IL NOTAIO: DEFINIZIONE- CORPO DI REGOLE COMUNI

    1.1. DEFINIZIONE
    Risulta dalla risoluzione adottata all'unanimità dai notariati membri dell'Unione
    europea i giorni 22 e 23 marzo 1990 a Madrid:
    "il notaio è un pubblico ufficiale delegato dall'autorità dello Stato ad attribuire agli atti
    di cui è autore il carattere di autenticità, assicurandone al contempo la conservazione,
    l'efficacia probatoria e la forza esecutiva.
    Al fine di garantire alla propria attività la necessaria indipendenza, il notaio la esercita
    nell'ambito di una libera professione che comprende tutte le attività giuridiche non
    contenziose.
    Il suo intervento, tanto per la consulenza che fornisce in modo imparziale ma attivo
    alle parti, come per la redazione del documento autentico che ne è il risultato,
    conferisce all'utente del diritto la sicurezza giuridica che questi ricerca.
    Sicurezza che è tanto meglio garantita in quanto il notaio è un giurista di alta
    qualificazione universitaria che accede alla sua professione a seguito di diverse
    prove, esami e tirocini, e che la svolge secondo rigorose norme disciplinari, sotto il
    permanente controllo dell'autorità pubblica e grazie ad una dislocazione geografica
    che permette di ricorrere ai suoi servizi nell'intero territorio nazionale.
    Infine, l'intervento del notaio, che previene possibili liti, costituisce un elemento
    indispensabile per una buona amministrazione della giustizia."
    1.2. CORPO DI REGOLE COMUNI
    Il notaio è tenuto a rispettare gli obblighi generali in materia di deontologia,
    qualunque siano la tecnologia o il supporto utilizzati.
    Nel ricevere un atto notarile, ciascuna parte (o il suo rappresentante) deve essere
    fisicamente presente dinanzi a un notaio, il quale gli presta assistenza e
    consulenza, ne verifica l’identità, la capacità e la qualità del suo consenso e infine
    assicura il controllo di legalità.
    3
    1.2.1. Lealtà e integrità morale nell'esercizio del suo ministero
    Il notaio ha gli obblighi professionali di lealtà e di integrità nei confronti dei suoi
    clienti, dello Stato e dei suoi colleghi.
    Gli obblighi di colleganza si estendono sia ai concittadini che agli stranieri.
    Quando un notaio straniero ed un notaio nazionale collaborano in una stessa
    pratica sono tenuti a ricercare congiuntamente la soluzione comune che
    garantisca l'insieme degli interessi delle parti, conformemente alle disposizioni
    legislative e regolamentari in vigore.
    Il notaio agevola la circolazione transfrontaliera dell’atto pubblico notarile, sia su
    supporto cartaceo che su supporto elettronico, in conformità alla legge in
    vigore.
    1.2.2. Imparzialità e indipendenza
    Il notaio è tenuto a consigliare e stipulare con totale imparzialità e indipendenza.
    Il notaio è tenuto a prestare il suo ministero quando ne è legittimamente
    richiesto, fermi restando i divieti previsti dal suo ordinamento nazionale.
    1.2.3. Riservatezza e segreto professionale
    Il notaio è soggetto al segreto professionale e al dovere di segretezza
    segnatamente nella sua corrispondenza, essendo anche tenuto alla
    conservazione dei fascicoli, all’archiviazione dei suoi atti, sia che si tratti di
    documenti cartacei che di documenti elettronici, nel rispetto delle disposizioni in
    vigore in ogni Paese membro.
    Questi obblighi gravano non solo sul notaio, ma anche sui suoi associati e
    collaboratori, alle condizioni previste dalle norme in vigore in ogni Paese
    membro.
    1.2.4. Competenze giuridiche e tecniche
    Le istituzioni professionali di ogni notariato dell’Unione europea mettono a
    disposizione dei loro membri gli strumenti di formazione permanente, di tipo
    giuridico e tecnico, in particolar modo per quel che riguarda l’applicazione delle
    nuove tecnologie nel settore notarile.
    Il notaio ha il compito di aggiornare la sua cultura professionale, di vigilare ed
    incoraggiare il perfezionamento dei suoi collaboratori.
    4
    1.2.5. La pubblicità comune: "Informazione generale al servizio del
    consumatore"
    La pubblicità individuale è vietata salvo che essa sia consentita sia nel Paese
    d’origine che in quello ospitante. Se non è stabilito che la pubblicità è rivolta ad
    un Paese determinato, viene presa in considerazione solo la legge del Paese di
    origine..
    In ogni informazione diretta al pubblico il notaio esclude ogni dato che possa
    nuocere alla sua indipendenza, alla sua imparzialità e alla sua qualità di
    pubblico ufficiale, nonché ogni dato che comporti un giudizio di valore nei
    confronti di sé stesso e dei suoi colleghi.
    Il notaio non può accettare una pubblicità proposta da terzi, salvo nel caso in cui
    provenga dai competenti organi notarili.
    La pubblicità collettiva può essere assicurata da qualsiasi istanza professionale,
    a livello nazionale ed internazionale, ed in particolar modo dalla CNUE, allo
    scopo essenziale di fornire al consumatore e alle imprese una facile fonte
    d’informazione. A questo proposito potranno essere create pagine internet a
    carattere istituzionale, il cui contenuto è stabilito dalle autorità notarili di ogni
    Stato. Lo stesso avviene per la pagina internet della CNUE, tenuto conto delle
    delibere della sua Assemblea.
    1.2.6. Titolo e denominazione
    Il notaio assume nei suoi atti, nella sua corrispondenza e, in generale, nelle
    manifestazioni della sua attività professionale, il suo titolo di notaio, il cognome
    e nome con i quali é autorizzato ad esercitare secondo la legislazione nazionale
    e il luogo della residenza ove è stato nominato.
    Può anche presentarsi coi suoi titoli universitari
    I titoli di specializzazione sono ammessi solo in funzione della loro validità nel
    paese di origine.
    1.2.7. Astensione - Denuncia
    Quando un notaio ritiene che l’atto che gli viene richiesto di stipulare è
    suscettibile di essere in correlazione con una delle attività penalmente
    perseguibili menzionate nella Carta delle Associazioni Professionali del 27 luglio
    1999, egli deve valutare l’ipotesi di astenersi e/o di procedere alla denuncia, il
    tutto conformemente alla propria legislazione nazionale.
    1.2.8. Specificità dell’utilizzo dei siti internet
    Nell’utilizzazione del suo sito internet o di qualunque tecnologia equivalente, il
    notaio non può esercitare la sua funzione di consulenza sotto forma di offerta
    "in linea" , di contratto o di consulenza "in linea".
    5
    Per quanto riguarda le informazioni professionali relative all’istituzione notarile,
    questo sito rimanda preferibilmente alle pagine istituzionali del notariato di ogni
    Paese o a quelle della CNUE mediante ipertesti. In quanto alle informazioni di
    natura giuridica o fiscale, si consiglia il rinvio alle pagine internet a carattere
    istituzionale.
    Sono vietati i collegamenti di tale sito ad altre pagine appartenenti a terzi, quali i
    clienti, eccetto per pagine istituzionali del notariato, delle autorità pubbliche o di
    un istituto d’insegnamento quale che sia il livello.
    1.2.9 Utilizzo della firma elettronica
    Il notaio è responsabile dell’uso strettamente personale della sua firma
    elettronica.
    Dovrà comunicare al più presto lo smarrimento della firma a colui che presta il
    servizio o all’agenzia di certificazione, nonché ogni situazione o evento che
    possa mettere in pericolo il funzionamento del sistema, al fine di procedere
    immediatamente alla sospensione o alla revoca del certificato.

    2. CONDIZIONI E MODALITÀ D'INTERVENTO DEL NOTAIO NELLO STATO
    MEMBRO OSPITANTE​

    2.1. Libertà di scelta del notaio e competenza territoriale
    Ogni persona fisica o giuridica ha il diritto di scegliere il suo notaio, di richiederne la
    consulenza, di affidargli la redazione dei suoi atti. Può anche chiedergli di essere
    assistito collaborando con il notaio territorialmente competente con la responsabilità
    inerente alle loro rispettive funzioni.
    Il notaio del Paese d’origine che accompagna il suo cliente all’estero deve avvertire il
    notaio territorialmente competente, nel minor tempo possibile, e convenire con esso
    le modalità della loro cooperazione.
    Tuttavia, unicamente il notaio territorialmente competente è autorizzato a stipulare.
    2.2. Applicazione delle regole di deontologia
    Il notaio quando svolge operazioni trasfrontaliere si attiene alle regole del suo Paese
    d’origine, alle regole del Paese ospitante e alle regole del presente codice
    deontologico.
    2.3. Retribuzione
    Il notaio straniero che collabora con il notaio territorialmente competente deve
    precedentemente a quest'intervento informare il suo cliente della portata della sua
    6
    prestazione così come dell'ammontare delle spese ed onorari che ne deriveranno
    sulla base delle regolamentazioni in vigore, assicurando che il costo totale sia il più
    basso possibile.
    2.4- Garanzia
    Il notaio dovrà stipulare una polizza assicurativa che copra i danni derivanti dalla sua
    attività professionale, sia nel suo territorio di origine che in uno Stato membro
    ospitante.
    3. APPLICAZIONI E CONTESTAZIONI
    Ogni difficoltà d'interpretazione o di applicazione del presente codice europeo di
    deontologia notarile, nonché tutti i casi non previsti sono sottoposti al Presidente della
    Conferenza dei Notariati dell’Unione Europea, dopo essere stati esaminati
    dall'organismo notarile nazionale da cui dipende il notaio che ha sollevato la questione.
    4. ENTRATA IN VIGORE
    Il presente codice europeo di deontologia è sottoposto alle ratifiche dei notariati
    firmatari.
    Gli strumenti di ratifica sono depositati presso il Bureau della Conferenza dei Notariati
    dell’Unione Europea in Bruxelles.
    Il codice europeo di deontologia entra in vigore il primo giorno del primo mese dopo la
    data alla quale due notariati avranno depositato i loro strumenti di ratifica. Nei confronti
    di ciascuno degli altri firmatari ha effetto dal primo giorno del mese successivo al
    deposito del rispettivo strumento di ratifica.
     
    A SGTorino piace questo elemento.
  2. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    E' di grande interesse. Grazie

    Io però sto conducendo uno studio sulla fugura del NOTAIO OGGI IN ITALIA.

    Studio o semplici considerazioni che penso di farne oggetto di discussione su immobilio.

    Tema :Funzione reale del Notaio nella compravendita immobiliare e tutela della parte acquirente. Casistica e probabilità di Nullità degli Atti e delle Scritture private.
     
    A Silvio Luise piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina