1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. idealista

    idealista Membro Attivo

    Il mercato immobiliare è uno dei grandi sofferenti del 2012 e secondo l'indagine annuale di idealista sul sentiment degli operatori del settore, la fiducia è letteralmente crollata.

    Ma il problema principale non sembra essere quello dei prezzi troppo alti: mutui e sfiducia nel futuro affossano il settore.

    Mutui o prezzi?

    Il progressivo peggioramento della situazione delle compravendite per gli addetti ai lavori è imputabile al credit crunch (47,8%) che incide in maniera preponderante sulle operazioni, i prezzi alti degli immobili incidono meno (38,2%) rispetto alla scorsa rilevazione.

    Secondo vincenzo de tommaso dell’ufficio studi di idealista.it: “mentre fino a ieri l’accesso all’abitazione di proprietà era garantita dal credito, adesso questo passaggio è assolutamente ostacolato. Inoltre, anche a fronte di sconti elevati, i differenziali sui mutui applicati dalle banche annullano l’effetto repricing, a dimostrazione che un buon mutuo è più importante del prezzo”.

    Forte diminuzione delle compravendite nella prima metà del 2012 per la maggior parte degli operatori: il 53% del panel accusa un calo pari a più del 20%; si assottiglia il gruppo di quanti invece avevano visto un incremento degli affari nella prima parte dello scorso anno, solo il 15,5% dei rispondenti, erano più del doppio un anno fa.

    Proprio sul fronte dei prezzi emerge un ulteriore elemento di novità rispetto alla scorsa rilevazione, sale il numero di operatori che si aspettano “rivoluzioni” (22,9%) prevedendo una forte riduzione dei valori, ma restano improntate alla cautela le opinioni della maggior parte degli operatori che parlano correzioni moderate o quotazioni stabili per i mesi a venire.

    Finisci di leggere l'articolo su idealista.it/news...
     
  2. fpsoft

    fpsoft Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Abbassate i prezzi, smettetela di dare la colpa alle banche brutte e cattive che non lanciano più i soldi dall'elicottero.
     
    A Mil piace questo elemento.
  3. O.r.d.i.n.a.r.y. Man

    O.r.d.i.n.a.r.y. Man Membro Attivo

    Altro Professionista
    preso atto di ciò penso che alla fine non rimanga che abbassare i prezzi....
     
    A enrikon piace questo elemento.
  4. daviduz

    daviduz Membro Junior

    Privato Cittadino
    Secondo me deve essere un incrocio delle 2 cose

    Prezzi umani delle case e banche che agevolano il credito cercando di non ricreare quello che è stato fatto in passato con mutui sconsiderati.

    Aggiungo
    Non che prima le banche regalassero i soldi ma creavano debitori cosa ancora migliore per loro sapevano benissimo cosa stavano facendo
     
  5. goldsilver

    goldsilver Membro Junior

    Privato Cittadino
    infatti.............le banche hanno giocato sporco e lo sapevano, hanno tirato la corda e oggi quella corda si e' spezzata..............
    meno male............niente soldi...niente mutuo.........niente acquisto.........niente vendita.............
    la gente sara' costretta a scendere i prezzi..................costretta.:innocente:
     
    A Deportivo piace questo elemento.
  6. daviduz

    daviduz Membro Junior

    Privato Cittadino
    Da compratore lo spero per l'economia in generale mi auguro di avere un pochino più di credito a tasso normale.
     
  7. fpsoft

    fpsoft Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il credito va dato per far crescere le idee SANE, non per far vendere case a 5000 Euro al mq quando il costo di costruzione è di 1500 (ossia: zero credito per speculazione, peraltro su un bene primario). La droga del credito facile deve finire, vedete dove ci ha portato. Non si possono dare in mano 300.000 Euro a persone che non ne comprendono il valore, a tutto vantaggio dei costruttori (che comunque, anche vendendo a -40% rispetto ad ora, ci guadagnerebbero).
     
  8. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La stima a costo di costruzionje può andare bene nelle borgate e nei paesini.
    Nelle grandi città e per i pezzi di pregio non c'è flessione ed a 5000 euro/mq non compri le cantine. Impossibile fare considerazioni generaliste.
    I costruttori sono imprenditori ed hanno diritto al guadagno.
    I costruttori anche falliscono e perdono tutto.
    I costruttori hanno diritto a tentare di guadagnare e le tasse da loro pagate sono sante come quelle delle idee SANE.
    Il sistema Italia è in crisi ora proprio perchè l'imprenditore non gaudagnando non investe più....in Italia.
    Il settore immobiliare è una delle spine dorsali dell'Italia : distruggerlo, come si sta facendo, significa distruggere la ricchezza privata degli italiani.
     
    A La Capanna e skywalker piace questo messaggio.
  9. daviduz

    daviduz Membro Junior

    Privato Cittadino
    Guarda l'esempio lampante c'è l'ho avuto poco tempo fa, dopo aver visto una casa da costruttore 130mila ..... l'altro giorno faccio la solita ricerca adesso con agenzia a 105 mila meno male che ci abbiamo ragionato bene :rabbia:
     
    A fpsoft piace questo elemento.
  10. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Meno male che nessuno l'ha comprata prima di te.
    Anch'io, operando in commercio, a volte prendo tempo e tratto.
    Qualche volta mi riesce di comprare meglio e qualche volta ho perso l'acquisto perchè c'è stato un altro acquirente più generoso di me.
    Se il venditore è forte economicamente non abbassa i prezzi, te lo assicuro.
     
  11. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    E' vero il costo di costruzione è in media la cifra che indichi tu, però devi aggiungere l'acquisto del terreno che da noi incide dai 800 ai 1000 euro al mq

    Poi devi pagare gli oneri che incidono per il 10% sul costo di costruzione quindi aggiungi altri 150 euro al mq.

    Aggiungici anche la direzione lavori e la sicurezza, e poi non ultimo il costo del denaro.

    Mettiamoci pure il rischio d'impresa.

    Altrimenti faremmo tutti i costruttori!!
     
    A La Capanna, H&F e goldsilver piace questo elemento.
  12. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Bravo Alessandro, quando si acquista da impresa bisogna calcolare una serie d costi accessori al mero costo di costruzione medio, ma poi medio rispetto a cosa; la stessa identica casa nello stesso identico posto può costare 2000 al mq come 2500 a seconda della qualità dei materiali e delle finiture; quando sono nuove tutto sembra bello salvo poi trovare pavimenti in gres da 15 € al mq oppure pavimenti dello stesso materiale da 35/40 per non parlare degli impianti e degli infissi che dopo 2 anni si svirgolano al sole e non chiudono più. ecc. ecc. ecc.
     
    A pensoperme e Alessandro Frisoli piace questo messaggio.
  13. goldsilver

    goldsilver Membro Junior

    Privato Cittadino
    Dati allarmanti diffusi da Confartigianato: le compravendite immobiliari sono crollate del 17,8%

    [​IMG]
    Economia
    18.8.2012

    10:52 - E' caro-mutui: secondo i dati diffusi da Confartigianato, a maggio 2012 il tasso d'interesse sui prestiti alle famiglie si attesta al 4,12% (+103% su un anno). Una situazione difficile: gli italiani per pagare devono sborsare il 30,9% del reddito. Crollo per le compravendite (-17,8%) e crisi profonda per l'edilizia (-97.800 posti).
    Le cifre parlano chiaro: tra giugno 2011 e giugno 2012 - spiega Confartigianato - le imprese del settore costruzioni, pari a 899.602, sono diminuite dell'1,36%.

    In calo dell'1,17% anche le imprese artigiane, che sono la fetta più consistente del settore edile: 577.588, vale a dire il 64,2% del totale. Negative le conseguenze sull'occupazione: tra giugno 2011 e marzo 2012 è diminuita del 5,1%, pari a 97.800 posti di lavoro in meno.

    Per quanto riguarda i tassi, Confartigianato mette in luce che quello sui mutui alle famiglie per l'acquisto di abitazioni è sensibilmente sceso fino al minimo di 2,51% in giugno 2010: successivamente è tornato a crescere, ma a maggio 2012 si attesta sul 4,12%.

    Il tasso medio sui mutui a maggio 2012 è così di 103 punti base superiore rispetto ad un anno fa e di 161 punti base superiore rispetto al precedente punto di minimo di giugno 2010.



    http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=2070ca880e979ca8
     
  14. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Verissimo, ma ci sono tutta una serie di aumenti di costi che sono dipesi dall'aumento dei prezzi finali e non viceversa, compreso perfino i costi di alcuni materiali che hanno SEGUITO l'andamento dei prezzi, non preceduto. ;) Quindi serve un deleveraging.
     
  15. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Infatti così è stato!
     
  16. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    In effetti, per 5 o 6 annetti è stato proprio così... ;) Ma entrambi i ragionamenti hanno radici fondate....
     
  17. Mil

    Mil Membro Senior

    Altro Professionista
    Parliamoci chiaro. Nè i costi intrinseci nè tantomeno quelli dei vari oneri possono giustificare certe cifre. C'è il problema del credito, c'è una serie di questioni indiscutibili, ma c'è nei fatti una lievitazione dei prezzi che solo in minima percentuale causerebbero delle perdite vive se venissero ritoccati. Si può parlare di mancati guadagni sperati, questo forse sì. La crisi è partita dalla finanza ma è stata cavalcata da molte imprese edili. Il percorso di rientro purtoppo adesso deve essere a ritroso o non c'è via d'uscita.
     
    A O.r.d.i.n.a.r.y. Man piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina