• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ken78

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno, vorrei procedere all'acquisto di un immobile all'asta con un mio amico, io al 70 e lui al 30%.
Vorrei porvi queste domande:
- la casa è su due livelli, io prenderei il piano di sopra e lui quello di sotto, sono già di fatto separati ma risultano accatastati insieme: possiamo in una scrittura privata già definire a cosa corrisponde il 70 e il 30?
- possiamo poi procedere al frazionamento? entro quanto tempo?
- dopo il frazionamento necessitiamo di un atto notarile per le relative intestazioni?
- durante la fase di comunione del bene diciamo, siamo liberi di fare i lavori che ci pare nel rispetto della scrittura privata con le quote stabiliti oppure abbiamo dei problemi? nel senso che se io procedo con dei lavori e succede un guaio(magari un semplice danno alle parti comuni dell'edificio(è un condominio), ne rispondiamo entrambi oppure in base alla scrittura privata è solo della responsabilità di chi nell'atto ha come sua proprietà quella percentuale?
Vi ringrazio in anticipo
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buongiorno, vorrei procedere all'acquisto di un immobile all'asta con un mio amico, io al 70 e lui al 30%.
Vorrei porvi queste domande:
- la casa è su due livelli, io prenderei il piano di sopra e lui quello di sotto, sono già di fatto separati ma risultano accatastati insieme: possiamo in una scrittura privata già definire a cosa corrisponde il 70 e il 30?
- possiamo poi procedere al frazionamento? entro quanto tempo?
- dopo il frazionamento necessitiamo di un atto notarile per le relative intestazioni?
- durante la fase di comunione del bene diciamo, siamo liberi di fare i lavori che ci pare nel rispetto della scrittura privata con le quote stabiliti oppure abbiamo dei problemi? nel senso che se io procedo con dei lavori e succede un guaio(magari un semplice danno alle parti comuni dell'edificio(è un condominio), ne rispondiamo entrambi oppure in base alla scrittura privata è solo della responsabilità di chi nell'atto ha come sua proprietà quella percentuale?
Vi ringrazio in anticipo
Ciao, potete fare la scrittura privata ed anche la pratica tecnica per separare l'unità in due nuovi subalterni, ma senza un atto notarile sarete comunque comproprietari dei due subalterni al 70% ed al 30% in quote indivise.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Dei lavori fatti mentre siete in comproprietà ne rispondereste insieme , verso il condominio e verso terzi.
Naturalmente serve un atto di divisione fatto dal notaio, per separare ufficialmente la proprietà.
Prima di procedere , secondo me, dovreste anche valutare se il regolamento di condominio impedisce la divisione , o certi interventi necessari .
Penso soprattutto alla scala interna, per rimuovere la quale , forse, si deve intervenire su parti strutturali.
Mi pare che la scrittura privata debba essere fatta molto bene, perché dividere un immobile in comproprietà potrebbe far sorgere molte discussioni , anche se adesso siete d’accordo.
 
Ultima modifica:

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Buongiorno, vorrei procedere all'acquisto di un immobile all'asta con un mio amico, io al 70 e lui al 30%.
Vorrei porvi queste domande:
- la casa è su due livelli, io prenderei il piano di sopra e lui quello di sotto, sono già di fatto separati ma risultano accatastati insieme: possiamo in una scrittura privata già definire a cosa corrisponde il 70 e il 30?
- possiamo poi procedere al frazionamento? entro quanto tempo?
- dopo il frazionamento necessitiamo di un atto notarile per le relative intestazioni?
- durante la fase di comunione del bene diciamo, siamo liberi di fare i lavori che ci pare nel rispetto della scrittura privata con le quote stabiliti oppure abbiamo dei problemi? nel senso che se io procedo con dei lavori e succede un guaio(magari un semplice danno alle parti comuni dell'edificio(è un condominio), ne rispondiamo entrambi oppure in base alla scrittura privata è solo della responsabilità di chi nell'atto ha come sua proprietà quella percentuale?
Vi ringrazio in anticipo
La prima cosa è sicuramente informarsi se è possibile separare in maniera ufficiale l'unità immobiliare, potrebbe anche essere che risulti unica particella proprio perché non è possibile crearne 2. Bisonga conoscere il regolamento o avere il benestare dal condominio così come i regolamenti comunali che vanno anche in base al nr unità già esistenti nel fabbricato e ad altre questioni tecniche)
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Stellina 12 ha scritto sul profilo di francesca63.
Buongiorno @francesca63 sono qui a chiedere di nuovo il tuo aiuto. Oggi mi sono recata in agenzia per mettere in chiaro un po la situazione e parlando mi dicono che l'acquirente potrebbe chiedere il doppio della caparra? Il problema è che io adesso dovrò cercare di risolvere la situazione che mi ritrovo..
If I go, there will be trouble
And if I stay it will be double
So come on and let me know
Alto