1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Questa mattina abbiamo stipulato dal notaio il preliminare che dovrà' essere trascritto e registrato.
    Di comune accordo oltre alla caparra di 30k, mi sono impegnato a versare un acconto di euro 10k entro la prima settimana del mese di settembre, per problemi che non sto a spiegare in questa sede.
    Il notaio mi chiede 300 euro in piu' dicendomi che sull'acconto devo pagare in tassazione diversa, ma di non preoccuparmi perché' un anticipo che potrò' recuperare in sede di rogito.
    Io dovrò' pero' anche usufruire del credito d'imposta perché devo vendere la mia attuale abitazione e acquistare quella nuova come prima casa.
    Il credito d'imposta di circa 1900 euro pagato nel 2004 per l'acquisto è inferiore rispetto a quello che dovrò' pagare per il nuovo acquisto che ammonta a circa 1100 euro.
    quindi la differenza che non riesco a detrarre ossia 800 euro e le 300 euro pagate in più che fine fanno?
    Mi aiutate a capire questa nuova tematica di cui fino ad ora non mi ero posto nessun problema?
     
  2. pippo63

    pippo63 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Oltre alle imposte fisse di 200 euro (che non recupererai) sulla caparra dei 30k paghi lo 0,50% (150 euro), sull'acconto dei 10k paghi il 3% (300 euro); questa è la corretta tassazione per il tuo preliminare. I 450 euro sono da scomputare al totale delle imposte di registro che dovresti pagare al rogito (quindi 1100 - 450). Se hai un credito di imposta di 1900 euro non pagherai imposta di registro ma la differenza tra i 1900 ed i 1100 non la recupererai più.
     
    Ultima modifica: 17 Giugno 2015
  3. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi se ho capito:
    Credito d'imposta 1900 euro- 1100 euro non pago imposta di registro e fino li ci sono perchè l'imposta di registro della nuova casa è inferiore rispetto a quella pagata precedentemente.
    Ma le 300 euro in più che ho dato al notaio e che mi ha detto che li devo recuperare, come faccio a recuperarli? Non posso giusto.?
    Il credito d'imposta non utilizzato puo' essere portato in detrazione nel 730???
     
  4. pippo63

    pippo63 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Forse non mi sono spiegato bene; i 300 sono in acconto ai 1100, non sono in più (scrivo 1100 perché da quanto hai scritto credo sia l'importo totale dell'imposta che dovresti pagare al rogito). Purtroppo il credito d'imposta non utilizzato non potrai portarlo in detrazione nel 730. Il credito d'imposta può essere pari ma non superiore a quanto dovresti spendere in imposta di registro per acquistare la tua nuova "prima casa".
     
  5. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi al rogito 1100 - (300 euro per acconto e 150 euro per caparra) che fa 650 euro.
    Il mi credito d'imposta e' 1900 euro quindi 1900-650, mi avanzano 1250 euro che mi dici non possono essere portate in diminuzione IRPEF ho letto pero' questa cosa che riporto, sarà ancora attendibile?
    Il Notaio mi ha detto di chiedere al commercialista.


    "Se il contribuente utilizza solo parzialmente il credito d’imposta per pagare l’imposta di registro dovuta per l’atto in cui lo stesso credito è maturato, egli potrà utilizzare l’importo residuo solo in diminuzione dell’IRPEF o in compensazione, ma non in diminuzione delle imposte di registro,ipotecarie, catastali, sulle successioni e donazioni per gli atti presentati dopo la data di acquisizione del credito. La normativa prevede, infatti, che in relazione alle imposte dovute per tali atti e denunce, il credito deve essere utilizzato per l’intero importo"
     
  6. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Avendo avuto a disposizione 1900 euro di credito d'imposta non è stata una manovra furba dare 10k di acconto era meglio la caparra a questo punto, cosi mi scalavano dalle 1100 euro (50 euro piu' 150 euro) solo 200 euro e avrei potuto sfruttare di più il mio credito??
     
  7. pippo63

    pippo63 Membro Attivo

    Agente Immobiliare

    >>Il credito d’imposta per il riacquisto della "prima casa"


    Chi cede l’abitazione "agevolata" ed entro un anno dalla vendita ne acquista un’altra (anche se non ultimata) avente i requisiti "prima casa", ha diritto a un credito d’imposta pari all’imposta di registro o all’IVA pagata per il primo acquisto agevolato.

    Il credito d’imposta spetta anche nell’ipotesi in cui l’altra abitazione venga riacquistata mediante contratto di appalto o di permuta.

    Il credito d’imposta non può essere superiore all’imposta dovuta in relazione al secondo acquisto e può essere utilizzato:

     in diminuzione dell’imposta di registro dovuta in relazione al nuovo acquisto

     in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria, catastale, dovute su denunce e atti presentati dopo la data di acquisizione del credito

     in diminuzione dell’IRPEF dovuta in base alla prima dichiarazione successiva al nuovo acquisto

     in compensazione con altri tributi e contributi dovuti in sede di versamenti unitari con il modello F24 (usando il codice tributo 6602).

    Per fruire del credito d’imposta, è necessario che il contribuente manifesti tale volontà nell’atto di acquisto del nuovo immobile, specificando se intende utilizzarlo in detrazione dall’imposta di registro dovuta per lo stesso atto.

    In particolare, l’atto di acquisto dovrà contenere (oltre alle "ordinarie" dichiarazioni di possesso dei requisiti per l’agevolazione prima casa), l’espressa richiesta del beneficio e dovrà indicare gli elementi necessari per la determinazione del credito. Occorrerà, perciò:

     indicare gli estremi dell’atto di acquisto dell’immobile sul quale era stata corrisposta l’imposta di registro o l’IVA in misura agevolata nonché l’ammontare della stessa

     nel caso in cui era stata corrisposta l’IVA ridotta in assenza della specifica agevolazione prima casa, rendere la dichiarazione di sussistenza dei requisiti che avrebbero dato diritto al beneficio alla data dell’acquisto medesimo

     nell’ipotesi in cui risulti corrisposta l’IVA sull’immobile alienato, produrre le relative
    fatture

    Fonte: Guida Agenzia delle Entrate

    Sempre 1900 - 1100 sarebbe stato
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  8. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Questo che ho scritto è stato riportato dalla guida redatta dall'Agenzia dell'entrate aggiornata ad aprile 2015 e penso sia assolutamente attendibile.

    Perchè dici 1900-1100 sarebbe stato?
    Scusa ma non riesco a capire
    secondo me sarebbe 1900-650 euro
     
  9. pippo63

    pippo63 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il credito d’imposta non può essere superiore all’imposta dovuta in relazione al secondo acquisto e può essere utilizzato, a scelta del contribuente:
    Questo è imprescindibile
    Perché se devi pagare al rogito 1100 euro di tasse (a prescindere che in fase di compromesso tu ne abbia pagate -anticipandole- 100,200 0 500 ) il conto è sempre 1900-1100
     
    A Swingo piace questo elemento.
  10. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Chiarissimo adesso ho capito.
     
  11. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il tuo credito d'imposta è pari a 1.100 euro (la minore tra le due imposte di registro dovute per i due atti). Questo è il credito a cui hai diritto, che può essere utilizzato direttamente in atto o compensato in dichiarazione dei redditi. L'eventuale credito residuo non utilizzato al rogito, pari quindi a 350,00 euro, può essere portato in compensazione.
     
  12. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    il mio credito d'imposta per il primo acquisto è di circa 1900 euro.
    So che per acquistare la nuova casa dovrò' pagare al rogito in tasse circa 1100 euro.
    Quindi a conti fatti non dovrei pagare tasse per l'acquisto, perche' il mio zainetto fiscale è di 1900 euro quindi superiore ai 1100 da pagare in fase di rogito.
    Quindi non devo pagare nessuna tassa.
    Il notaio pero' ha preteso 300 euro in piu' per il problemi sopra indicati (acconto di 10k euro in preliminare).
    Io so solo una cosa che se questo acconto non lo davo non avrei dovuto pagare le 300 euro, perche' potevo completamente scontare l'imposta.
    Ora il notaio insiste nel dirmi che li recupero in sede di rogito, nel senso immagino che se il preventivo del notaio per il rogito era 1600 euro dovrei pagare 1300 euro?
     
  13. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Permettimi di semplificare il tuo ragionamento, per la verità un po' contorto, al fine di rendere tutto spero più chiaro.

    Il credito d'imposta corrisponde esattamente alla minore tra le due imposte dovute tra il primo ed il secondo acquisto. Stop.
    Quindi se per il primo acquisto il registro era 1.900 ed il secondo ne prevede 1.100, tu recuperi 1.100 euro.

    Quando le recuperi?
    Puoi scegliere se richiedere il credito in sede di rogito (solo per gli atti non soggetti ad IVA) o compensarlo in dichiarazione dei redditi.

    Cosa succede dei 350 euro anticipati al compromesso?
    O li recuperi il giorno del rogito, utilizzi 750 euro dei tuoi 1.100 euro di credito e compensi i 350 in dichiarazione....

    O utilizzi integralmente il credito di 1.100 euro al rogito e richiedi il rimborso dell'eccedenza pagata (i 350,00 euro anticipati al compromesso)

    La seconda strada è sconsigliabile perché il rimborso ha tempi biblici e per questo si sceglie la prima.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  14. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Adesso ho capito finalmente e dovrebbe essere cosi permetti di riassumere il mio ragionamento.
    Preliminare:formato da caparra di 30 k e 10k di acconto, quindi il totale da pagare a livello di imposta di registro, 150 euro per la caparra (0,50%) e 300 euro per l'acconto (3%) quindi in totale 450 euro.
    Il giorno del rogito imposta di registro 1100 euro di cui 650 recupero immediatamente 450 euro in compensazione nella dichiarazione dei redditi.
    Il problema è che il mio zainetto fiscale complessivo è di 1900 euro, riferito all'acquisto del primo immobile quindi mi rimarrebbe da recuperare altre 800 euro, oppure quest'ultime sono perse irrimediabilmente?
    Quindi la vedrei in questo modo ossia:
    650 euro subito al rogito;
    450 euro in compensazione nella dichiarazione dei redditi il prossimo anno;
    800 euro in diminuzione dell’IRPEF dovuta in base alla prima dichiarazione successiva al nuovo ,acquisto, oppure le 800 euro non sono recuperabili??? e su quest'ultimo punto che ho qualche dubbio.
    il totale farebbe 1900 euro Imposta totale per il primo acquisto e conti tornano..
    Se non riesco a compensare interamente le 450 euro posso compensarli anche l'anno successivo? fino all'abbattimento del credito a mio favore?
     
  15. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Swingo sei senza speranza!:D

    La norma dice che il credito d'imposta è l'importo minore tra quello pagato nelle due operazioni.

    Prima operazione 1.900
    seconda 1.100

    credito d'imposta 1.100

    prima operazione 1.000
    seconda operazione 2.000

    credito 1.000

    QUINDI I 1.900 NON LI DEVI PROPRIO CONSIDERARE
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  16. Swingo

    Swingo Membro Junior

    Privato Cittadino
    Quindi sono solo 1100 euro, io pensavo che la differenza tra 1900 e 1100, ossia 800 euro in qualche modo si potesse recuperare....
    E' da qui il mio equivoco.
     
  17. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'ho inteso... è per questo che mi sono intestardito. ;)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina