1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gabrina

    gabrina Ospite

    Ho firmato un preliminare di compravendita il 24-12-09, in cui la parte venditrice si impegnava a consegnare l’immobile (acquisto di immobile in ristrutturazione), con le certificazioni annesse ed abitabilità, entro e non oltre il 31-03-2011. Ovviamente ciò non è avvenuto, e ad oggi non so più a chi rivolgermi, in quanto l’avvocato a cui mi sono rivolta finora ha solo peggiorato le cose, e non mi sento tutelata nenanche da lui! Per cui ho bisogno di consigli.
    Ho versato a dicembre 2009 caparra per 25.000,00 euro ed in pari data pagato agenzia immobiliare per 3.000,00 euro. In questo momento sto piangendo perché non riesco a fare altro. Preliminare non trascritto perchè l’agente immobiliare si è presentata come amica fidata del venditore, dicendomi “non c’è bisogno di niente, è una persona seria, stia tranquilla, stia tranquilla, garantisco io”. Da lì ogni mio giorno è stato un inferno, da cui oggi non ne sono più uscita.
    Ho inseguito il venditore per 2 anni, per i lavori che avvenivano troppo lentamente, e con tanti disagi creatimi da lui stesso, quale il non interessarsi ai lavori per la fornitura del gas, il rimandare la richiesta di carte al comune (l’abitabilità previo fine lavori), e tutta una serie di adempimenti che dovevano essere effettuati autonomamente dal venditore il quale invece si è rivelato totalmente incapace di gestire. Non vi racconto cosa ha combinato per la perizia della banca sull’immobile, che è avvenuta solo il 15 giugno 2011. A luglio 2011, già fuori termine contrattuale e con tante vicissitudini vissute col venditore che non manteneva impegni e accordi, il venditore ci comunica di essere pronto per stipulare l’atto, di compravendita e di mutuo: con la relazione preliminare notarile io e la mia banca veniamo a scoprire che sul venditore grava un debito Serit il quale deve essere estinto contestualmente alla erogazione del mio mutuo. La mia banca si rifiuta, perché non rientra tra le condizioni da lei praticate. Di questo debito serit non se ne parla nel preliminare, quindi nè la banca né io eravamo a conoscenza, ed il venditore sostiene di esserne venuto a conoscenza solo nel gennaio 2011, parlandone solo col mio notaio di effettuare tale operazione con serit all’atto di erogazione di mutuo.
    Pertanto perdo la banca, e l’atto non si può più fare. Dopo un’estate passata in modo terribile, a settembre giro per le banche e ne trovo una che è disposta a fare questa operazione contestualmente alla erogazione di mutuo. Siamo ad ottobre 2011, sempre fuori termine contrattuale per colpa del venditore. Inseguo banca e notaio per sbrigare in tempo la pratica, e finalmente banca e notaio mi comunicano data rogito al 28 ottobre 2011. Contatto il venditore, mi dice che è tutto ok, che è pronto, ha organizzato tutto, e che manca solo una piccola carta, ma cosa di poco conto, l’atto di può fare (dice lui).
    Due giorni prima del rogito, il venditore mi telefona e mi comunica che non è in grado di stipulare perché ancora non ha ottenuto la concessione edilizia per le varianti che ha operato nell’appartamento, e questa pratica la deve ricominciare daccapo perché gli hanno trovato delle difformità e gli hanno negato l’autorizzazione.
    Per cui salta di nuovo il rogito, e sempre per impedimento causato dal venditore! L’avvocato che mi segue da settembre ancora non si muove con lettera di diffida perché dice che vuole evitare e continua a cercare di capire cosa fare, senza riuscire a fare niente!
    Ad oggi mi ritrovo con un immobile non consegnato, semicompletato, con 25.000,00 euro di caparra versata + 3.000,00 di agenzia immobiliare (la quale non si è più interessata, e mi risponde “si rivolga ad un avvocato”), con un legale che ancora dopo 1 mese non sa come agire, con un venditore inseguito dal debito serit che aumenta e che non è in grado di restituirmi le somme, dicendo che tutt’al più può provare a vendere l’immobile ad altri, ma non ci riesce, ed ancora aspetta la carta del comune, che chissà quando verrà rilasciata. E più il tempo passa, più il suo debito serit aumenta, più non sarà in grado di vendere a nessuno questo appartamento. Sono distrutta, come posso agire? Consigli? Grazie a tutti di cuore. Vivo a Palermo.
     
  2. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Prima cosa non perderti d' animo, c' è un po da lottare ma se puo' venire a capo. Punto secondo: contatta immediatamete un legale con esperieza e due maroni sferici. Io penso che se parte inviando una intimazione a presentarsi al rogito entro e non oltre 15 giorni con tutta la documetazione è già un buon punto, poi il notaio dovrebbe riscontrare che decorsi i termini e vista l' impossibilità a ottenere un mutuo per gravi negligenze del venditore. Detto questo vai in causa, ti accodi alla gerit, aspetti che l' immobile vada all' asta e prima o poi rivedrai i tuoi soldi. Se no vedi cosa ti consiglia il nuovo legale e prova a salvare capra e cavoli, l' unica cosa che hai da perdere ancora è il tempo...

    Aspetto consigli di altri colleghi piu' esperti di me... tienici aggiornati
     
  3. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    Pazzesco............... immobile all'asta, in causa, soldi fra quanti anni???
     
  4. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Incarica un'altro avvocato come ti ha consigliato raffa85, oppure fai verificare da un tuo tecnico o verifica tu stessa cosa occorre per avere tutta la documentazione comunale autorizzata, poi invita il venditore a provvedere oppure se ci sono i presupposti vedi di anticipare tu il completamento se questo conviene a te per la stipula del rogito e detrai il tutto da quello che devi ancora pagare al venditore.
    cioe mettilo con le spalle al muro costringilo a trovare una soluzione o la restituzione di quanto hai anticipato o il rogito.
     
  5. gabrina

    gabrina Ospite

    Voglio dapprima ringraziare tutti per i suggerimenti ricevuti. Io sto seguendo la pratica comunale, ed i tempi previsti sono almeno 3-4 mesi, se tutto va bene. Il problema è che noi seguiamo questo signore da 2 anni! Ogni volta che doveva uscire un documento ci dovevo stare dietro, se non lo seguivo lui mollava e non rispettava gli appuntamenti! Vi dico un incapace! Purtoppo la situazione è un po’ più grave: il problema riguarda necessariamente me e mia sorella, poichè abbiamo fatto il preliminare con lo stesso venditore, nella stessa data, e per 2 distinti appartamentini attigui. Il venditore potrà estinguere il suo debito serit solo ed esclusivamente se la compravendita, al prezzo pattuito, la fa contemporaneamente ad entrambe! Nel senso che con l’importo ricavato da un singolo appartamento non può estinguere i suoi debiti (nascosti al momento del preliminare)! Mia sorella ha versato una caparra di ben 30.000,00 euro! Quindi io e mia sorella siamo necessariamente vincolate. Mia sorella ormai vuole uscire dalla cosa perché non ce la fa più (sono da mesi che gli diciamo che gli avremmo inviato la diffida, ma lui è tranquillissimo, perché dice che altri beni non ne ha, quindi noi ci accoderemo a serit e ad altri suoi debitori!). Dall’altro lato sappiamo che iniziando una causa legale non recupereremo più soldi. Ma neanche contrattando con lui recupereremo i soldi!
    Infatti, aspettando i tempi del venditore, lui non sarà mai in grado di rivendere ad altri gli appartamenti, per far recuperare le somme a noi, in quanto già è molto limitato di suo perché ha bisogno di essere spronato e seguito per fare qualsiasi cosa, inoltre deve trovare acquirenti che si accollano in sede di preliminare un debito unicredit (l’unico che aveva scritto nel mio preliminare) + un debito serit da estinguere contestualmente all’atto di compravendita! Ma chi se li compra gli appartamenti così? Inoltre più lui perde tempo più il suo debito serit aumenta!
    Ma che vergogna di persona siamo finite!
    A me sembra che non abbiamo molto scampo, l’unica strada percorribile è quella di andare in causa, e quindi non rivedrò mai più un soldo, perché prima c’è unicredit e serit che devono essere pagati.
    Mi confermate? Non c’è altra strada? Vi ricordo che noi lo abbiamo messo miliardi di volte con le spalle al muro, ma lui fa spallucce perché dice che non può fare niente, non ha altre proprietà, e non ci può pagare.
    Altra domanda: ci sono gli estremi per il reato di truffa? Come devo agire, devo recarmi in un commissariato a sporgere denuncia?
    Grazie a tutti per i successivi eventuali suggerimenti.
     
  6. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    L'avvocato avrebbe dovuto contattare i creditori, già da questo lo ritengo poco affidabile, fargli capire che se vogliono vedere i soldi dovrebbero aiutarti... Non mi torna il discorso della banca che si ritira per la scoperta di un debito al momento della relazione notarile, non riesco a capire cosa gli importi alla banca a chi vanno i soldi, se la cifra è capiente. L'agente immobiliare ha sbagliato a garantire per altri (mai farlo!) e invito sempre a diffidare da ci lo fa, perché é palesemente una "leggera"..., meglio era se il preliminare veniva trascritto. Io come ho detto mi assicurerei i avere una banca seria (difficile) dietro, pronta a finanziare, mi assicurerei presso il tecnico della ditta che i lavori si possano chiudere (potrebbe esserci dei problemi occulti, dovuti a oneri urbanistici da assolvere ad esempio), parlerei con i creditori per capire come stanno le situazioni (cifre e quant'altro). Se tutto è a posto e quindi posso risolvere anche da me, farei diffida ad adempiere per mettere in mora, nel frattempo proporrei una transazione che sarebbe costo richiesto e accordato dell'immobile meno le spese che dovrei affrontare per chiudere e finire i lavori (devi sentire il tecnico del costruttore per quello). Certo la butto la non sapendo le cose come si dovrebbe. Il fatto che siete in due a doverlo fare può anche agevolarvi, nei preventivi di spesa.
     
    A SALVES piace questo elemento.
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Concordo con pensoperme fate voi a cure e spese vostre quello che il venditore doveva fare per vendervi gli appartameti e non perdere i soldi versati, a tutto questo affidatevi a persone conosciute e serie sia tecnici che natai per assistervi alla chiusura delle pratiche e di tutto quello che occorre.
     
  8. raffa85

    raffa85 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non c' è nessuna modalità per acquistare gli immobili subito, allo stato attuale con congrua riduzione del prezzo pagando voi i creditori e ultimandoli personalmente? parlane con un legale e il notaio
     
  9. massimoca

    massimoca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    il problema, da quel che leggo, è anche la sorella che non vuole più proseguire nell' acquisto, e questo determina un ostacolo insormontabile per l' annullamento del debito Serit ( ma si sa a quanto ammonta questo debito?).
    é una situazione molto complicata, dato anche l'assoluto menefreghismo del venditore, ed è una situazione che deve prendere in mano un buon avvocato.
    Non ti chiedo nemmeno se hai preteso al momento del versamento della caparra la giusta fidejussione, altrimenti non posteresti qui....... E, se così fosse, temo che anche il nostro collega Agenti Immobiliari, non ti abbia assistito come doveva.....Auguri.Massimo:fiore:
     
  10. patrizia581958

    patrizia581958 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vai da un serio legale e richiedi un sequestro cautelativo, se è tutto come dici, il giudice non può negartelo
     
  11. gabrina

    gabrina Ospite

    Gli immobili non li possiamo acquistare in questo momento perchè è ferma al comune la concessione edilizia per la variante apportata, il venditore questa settimana si era preso l'impegno di andare a presentare al comune la documentazione integrativa che gli avevano richiesto, e che lui non presentava per puntiglio perchè sosteneva che era tutto in regola e si scontrava pertanto apertamente anche col comune...un incapace, che si spaccia per architetto ma che oggi, collegandomi sul sito dell'ordine degli architetti, ho scoperto che non è!
     
  12. DIEGO BIR

    DIEGO BIR Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Ma la fidejussione sulla caparra??
     
  13. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Figurati se gliel'ha rilasciata. Quella della tutela degli acquirenti per immobili da costruire è una delle leggi più zoppe e piena di buchi mai fatta, d'altronde le cose vanno fatte fare a persone capaci che si intendono dell'argomento che pretendono di regolare. Infatti è praticamente quasi ignorata da moltissimi costruttori.
     
  14. DIEGO BIR

    DIEGO BIR Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    verissimo, ignorata dai costruttori, ma pur sempre obbligo di legge; considera anche che ha comprato tramite AI
     
  15. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Si capisco e dici bene, ma se l'agente ha avvertito del rischio sia il costruttore che l'acquirente e questi si mettono d'accordo in altro modo (non so se è questo il caso) cosa dovrebbe fare l'agente? Non ci sono sanzioni per la mancanza se non la possibilità di dichiarare nulla l'atto per l'acquirente, ma se un acquirente versa i soldi a uno che poi non ce li ha più cosa fa, annulla il contratto? (l'idiozia del legislatore è palese) Q se l'agente ha detto che ci vuole la fideiussione ma le parti decidono altrimenti (vuoi per i costi, vuoi per chissà cosa) ch dovrebbe fare l'agente?
     
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Finalmente, un intervento di Pensoperme a favore ....:^^:

    Ti trovo particolarmente "dolce" oggi....:innamorato::innamorato::applauso:

    Silvana
     
  17. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Pensa, io credo di essere, tra i 5-6 difensori della categoria degli agenti, quello che si impegna di più! :D ...certo voi vi rovinate talmente tanto da soli che è difficile metter pezze. :D
     
    A smoker e ccc1956 piace questo messaggio.
  18. gabrina

    gabrina Ospite

    Grazie a tutti per i contributi, tramite questi sto facendomi una idea via via più chiara, grazie. Ad oggi non posso fare niente, ci incontreremo Martedì con i nostri rispettivi legali, incontro in cui il venditore ci esporrà (si spera) in maniera chiara la suaconcreta situazione,debito serit e rilascio concessione edilizia per variante al comune. Spero che il legale che mi assiste sia all'altezza, ma lo capirò seduta stante ed eventualmente revocherò il giornodopo il mandato. Son 2 giorni che provo a contattare infatti il mio legale ma sembrasparito nel nulla, pur aspettando sue notizie in merito ad eventuali chiarimenti che avrebbe dovuto avere in viatelefonica con l'avvocato della controparte. Possibile cheuna persona seria in tutta questa storia non ci sia??! Mi consigliate di cambiare il legale dopo martedì? o sono tutti così? o in genere può essere sufficiente parlargli chiaramente?
     
  19. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Ok, parata e risposta, come si fa nella scherma...:^^: beh, me la sono andata a cercare !:risata:

    Silvana
     
  20. gabrina

    gabrina Ospite

    Nessuno mi ha mai parlato di fidejussione, non so nenahce cosa sia. Purtoppo ad oggi mi son dovuta ricredere e di parecchio sull'ai, che ll'apparenza "sembrava" una persona seria. Mi ha fatto desistere dalla registrazione del preliminare perchè diceva che non sarebbero sorti assolutamente problema in quanto conosceva personalmente il venditore, che potevodormire sonni tranquilli, e che sarebbero stati soldi persi vista la fiducia che aveva nel soggetto. Inoltre, ogni volta che gli hochiesto di intervenire sul venditore puntualmente lo sentiva ma poi mi rispondeva che non poteva fare niente, che gli parlava non poteva costringerlo a fare cose che non voleva fare. In più, un commercialista gionri fa mi ha detto che oggi è obbligatorioregistrare il compromesso, e che l'ai è tenuto a farlo registrare, e l'ai è vergognoso che non conosca tale norma di legge.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina