1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    La crisi attuale sta mettendo in seria difficoltà molte famiglie, ma per alcuni resta almeno il conforto, l'affetto e la fiducia nei famigliari...
    Ci si rifugia nella mamma, nel papa o nella moglie o nel marito.. o tra l'affetto dei figli...
    Ma cosa succede quando scopri che è accanto a te c'è un "mr./miss. Hyde"?

    [​IMG]

    Qualcuno ti mette al mondo e ti aspetti che almeno quel qualcuno sia la persona su cui far affidamento nella tua vita... ma poi scopri che è la prima persona che vuole fregarti nella vita...
    Oppure quella che consideravi tua moglie o tuo marito li ritrovi con conti intestati con altri/e ed inizi a farti tanti domande... "chi era questa persona? cosa ancora mi aspetta?"

    Fino a che punto possiamo dire di essere trasparenti e corretti con le persone che ci stanno attorno?
    Quanto il nostro ego personale incide sulle scelte al punto i non accorgersi delle sofferenze che si sta arrecando?
    Quando la maschera che diciamo di tenere solo in certi ambienti come chat e forum non la teniamo anche nella realtà.. anche se affermiamo di non farlo? Viene considerata... valvola di sfogo... siamo sicuri che poi siamo persone diverse?

    Raccontate chi siete... oppure perché lo siete... immaginando che un domani sia vostro figlio/moglie/marito a scoprire il vostro mr. Hyde... che reazione vi aspettate?
    Oppure che siate voi stessi a scoprire...come vi comportereste?
     
  2. Studio CR

    Studio CR Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non parto mai con il presupposto che il prossimo voglia fregarmi... ma ahimè non ho ancora capito se è un bene o un male!

    già fatte mille domande, e senza risposte plausibili... quindi dopo aver sbattuto un innumerevole numero di volte contro un muro... ho detto basta! senza rimpianti!

    fin troppo limpida...

    a volte penso che dovrei averne un po' di più!
     
    A Bagudi e ludovica83 piace questo messaggio.
  3. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Quando conosci qualcuno c'è una vocina dentro di me che recita, spero tu sia sempre te stesso, uomo o donna che siano.
    Rispondere passo passo non riesco, ti dico solo che in linea generale io non mi aspetto niente da nessuno. Mi aspetto solo da me stessa, perché sono l'unica in grado di lavorare per soddisfare le mie aspettative .... prevengo le delusioni così. Rispetto gli altri sempre e la loro capacità di dare, poco, tanto o niente.
     
    A skywalker piace questo elemento.
  4. Studio CR

    Studio CR Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :triste:
    mi scuso in anticipo se dicendoti quello che sto per scriverti invado la tua sfera personale: perché potresti essere l'unica a soddisfare le tue aspettative?! secondo me così ti precludi tante cose belle...le persone sono in grado di dare molto o molto poco, non c'è una via di mezzo...e a volte purtroppo riceverai il molto poco e la tua vocina ti dirà: " te l'avevo detto!! " quindi, la delusione sarà minima, ma se invece accadesse il contrario?! ti sentiresti alle stelle!
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Assolutamente no, non mi sento invasa, anzi, forse sono stata molto cruda, ma Ludovica ha toccato un tasto molto delicato e soprattutto vero. Le aspettative ci accompagnano ogni giorno, ci fanno muovere, prendere decisioni, instaurare relazioni amorevoli o di amicizia. Io intendo e dico che dietro ogni aspettativa ci deve essere necessariamente qualcos'altro, qualcosa di veramente sostanzioso. In grado di reggere delusioni, non possiamo permettere di distruggere noi stessi o chi ci sta intorno. E' evidente che con la tua risposta mi hai frainteso, il mio discorso riguarda un aspetto molto più sottile, che non si limita alle solo aspettative, ma alle nostre azioni, che devono essere modulate alla propria dignità e alle persone con le quali si entra in relazione. Sono la prima ad amare le relazioni ma con le giuste distanze.
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In genere, ho un intuito molto speciale nel giudicare le persone, un sesto senso molto sviluppato che mi fa vedere oltre l'apparenza - spesso positiva _ e mi fa sentire il desiderio di allontanarmi da quella persona (e alla lunga, difficilmente ho sbagliato...) ma, in un paio di casi, che mi coinvolgevano direttamente, non ho visto, o non ho voluto vedere ????

    La reazione è il ritrarsi, naturalmente, ma le ferite ....rimangono :basito:
     
    A Studio CR, Graf e ludovica83 piace questo elemento.
  7. Studio CR

    Studio CR Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    si, avevo frainteso...:fiore:
     
  8. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Aspettative.
    Questo è un termine terrificante, un'altro è : " speranza".
    Personalmente sono abituato a non aspettarmi nulla dagli altri anche se si tratta di stretti familiari o della consorte.
    Allo stesso modo non ho speranze da soddisfare nel senso che non "spero" mai che una cosa vada in un determinato modo...lavoro affinché succeda quello per cui mi sono impegnato e basta.
    Aspettarsi da qualcuno che si comporti come vorremmo significa riporre in questo qualcuno una speranza...siamo felici quando le nostre aspettative non vengono disilluse e tristi quando accade...qualcuno però si è mai chiesto se la persona da cui ci aspettavamo questo o quello sarebbe stato sinceramente Felice nel darcelo?
    Personalmente preferisco altri termini...impegno, serietà, dedizione, ambizione, coerenza, lavoro, successo, stima, empatia, determinazione, forza, comprensione, realizzazione, abilità, progettualità, futuro, obbiettivo, risultato...
    Ci sono tanti termini tra i quali scegliere...posso fare a meno dei primi due...
     
    A Bagudi e Tobia piace questo messaggio.
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma non si addicono al post iniziale.
     
  10. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino

    :ok: :ok: sono ko, ciao a tutti/e
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Notte piccola. A domani. Riposa bene. :)
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  12. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ti sbagli...si addice perfettamente...
    Il presupposto del post nasce proprio dal bipolarismo presente nell'eterna lotta tra desiderio e realtà.
    La premessa verte sulla possibilità di scoprire il Mr. Hide nelle persone a noi vicine, genitori o consorti che siano...oppure in noi stessi... ma ciò presuppone da parte nostra la speranza di aver a che fare con dei dott. Jekill o di esserlo.
    Aspettarsi dagli altri solo quello che possono e vogliono dare senza idealizzare una figura solo perchè ci ha partorito o sposato aiuta a non crearsi aspettative eccessive.
    La domanda finale infine vuole indagare su una reazione generata dallo scoprirai Mr. Hide...questo però presuppone di aver pensato sino a quel momento di essere jekill, diversamente non esisterebbe ne domanda ne reazione.
     
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ti posso rispondere domani? Sono a pezzi ......
     
  14. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Questa tua risposta è la più banale conferma di quanto stavo dicendo.
    Ci si aspetta sempre dagli altri qualcosa, aiuto, amore, comprensione, la cena pronta, che non ci rubi le coperte, che si ricordi del nostro compleanno...o molto banalmente che ci risponda: " ma certo, se sei stanca rispondimi pure domani, buona notte e sogni d'oro".
    Cosa succederebbe se invece ti rispondessi: " assolutamente no che non puoi, ho risposto ad un tuo appunto pertanto pretendo una tua risposta, quando una persona con cui stai parlando ti dice qualcosa che fai, gli rispondi: scusa ma ora vado a dormire domani ti telefono e ti dico"?
    Ovviamente mi considereresti un maleducato dimenticandoti di considerare invece che sei stata proprio tu con la tua domanda a darmi la possibilità di esserlo a fronte di una tua disillusa aspettativa e cioè quella di avere una risposta affermativa e cortese.
    Diverso sarebbe stato se tu, stanca come sei non avessi detto nulla e te ne fossi andata a letto, tanto cosa cambia?
    Probabilmente avrai già spento il pc e quindi un mio no secco non avrebbe comunque risposta sino a domani.
    Capisci dunque l'inutilità della domanda che è quindi fine a se stessa e funzionale unicamente a mantenere una forma cortese ma ininfluente ai fini del risultato ( a letto ci sei già)
    Ovviamente stò scherzando e parzialmente ironizzando sulla cosa ma ti ripeto, jekill o hide sono la medesima persona, prima lo accettiamo e prima smettiamo di chiederci cosa penseranno gli altri.
    ...o peggio...di aspettarci dagli altri delle risposte da dott jekill sapendo che ognuno ha il suo hide e Val la pena accettarlo.
     
  15. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Lo possiamo accettare fino a che punto?
    Vediamo il dott. jekill in prima fila a messa la domenica, che sembra la persona + brava di questo mondo, serio e preciso legato alla famiglia, ma poi a casa è hide... e quando va bene si limita ad esternare la sua ambivalenza con se stesso ma quando va male... beh la cronaca ci insegna di quante donne cornificate e ammazzate e poi si scopriva la doppia vita del marito.
    Questo problema nn è solo tra marito e moglie ma molto spesso tra uno dei genitori e figli o tra fratelli... e quindi cosa fai?
    Ti rivolgi alla giustizia? Quale giustizia?
    Quella che poi archivia dicendo "è mr Hyde solo in ambito famigliare quindi non procediamo nemmeno?. I famigliari cosa sono delle entità astratte che non sono degne di avere giustizia?".

    Ma hyde nasce in ambito famigliare... è cronaca ancora di questi giorni di un padre cha ha bruciato i propri figli perchè ce l'aveva con la moglie... e tutti dicevano... brava persona, affettuoso con i suoi bambini...

    Naturalmente ci sono vari gradi e livelli di Hyde... ma non credo che si possa accettare questa cosa... quando va oltre certi livelli...e se ci fosse + giustizia forse ci sarebbero invece più persone che possono parlare e scrivere invece di essere sotto metri di terra...

    Hyde non lo controlli e quindi è sempre intorno a noi... e nessuno sa quando e come agirà o fino a che livello si spingerà.
     
  16. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    I presupposti del post iniziale non parlavano certo di questo.
    Si discuteva di atteggiamenti non di patologie per le quali sarebbe più appropriato un trattamento sanitario obbligatorio (TSO).
    Allo stesso modo non si discuteva di istinti lesivi per la propria persona o per altri con risvolti da cronaca nera.
    Questi sono argomenti diversi per i quali i discorsi sono complessi e poco adatti ad un forum.
    Allo stesso modo anche i buchi legislativi, l'assenza di strutture, la poca competenza delle figure che dovrebbero monitorare certe situazioni ( e qui la crisi non è ininfluente in quanto spesso si tratta di professionisti giovani e con esperienze limitate che , vista la scarsità di risorse e le retribuzioni incerte e non commisurate all'importanza del ruolo, accettano di lavorare nell'ambito solo perchè neo laureate e comunque in attesa di un posto migliore e meglio retribuito.
    Avevo intuito si discutesse di fatti marginali legati più ad una propensione a far prevalere una necessità propria ma comunque sempre nel rispetto della legalità e delle regole del vivere civile.
    Se di contro l'intenzione era quella di affrontare argomenti più complessi e con risvolti ben più gravi e incerti, non credo sia la giusta sede per parlare di situazioni e fatti che affondano le proprie radici non solo nella crisi economica come da te ipotizzato ma in un profondo disagio personale e sociale che non pretendo di poter comprendere appieno vista la folta schiera di professionisti che nonostante gli sforzi, vedono il fenomeno aggravarsi ogni giorno di più.
    Se invece vuoi discutere dei motivi per cui personalmente o lavorativamente a volte ci troviamo a ritenere degli hide quelle persone che magari non lo sono realmente ma ai nostri occhi hanno l'imperdonabile colpa di non aver fatto ciò che noi ci aspettavamo da loro o che ci hanno delusi solo perché si sono comportati in modo differente da quanto la società (ipocrita) si aspetta...allora sono disponibile e mi sembrava che questo fosse in linea con quanto da te richiesto all'inizio.
     
  17. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    No il mio era un discorso + ampio dettato anche dalle cronache costanti... di questi giorni... dove vedi il caldo... aumentano sempre di + le situazioni negative...
    Alla fine ti domandi... ma siamo sicuri di chi ci sta accanto?
    Come può una persona arrivare a certi livelli?

    Poi non si può certo negare che la crisi economina abbia aggravato la situazione... come non si può dire che questi casi non siano sempre esistiti.

    Resta da capire fino a che punto il dottor Hyde è accettabile... e dove non lo è +.
    Se lo scoprire la doppia identità di una persona in certi ambiti deve far indurre una persona a maggior indagini a riguardo... oppure deve semplicemente considerare la cosa... "un vizio"...
    Perchè alla fine per quelli che possono essere considerati semplici flurt in chat si è arrivati ad uccidere... e ci sono dei bambini che sono rimasti vittime di tutto questo...

    Lo stato e la giustizia, non tutela... e si sa... basta vedere quando dicono "in passato aveva avuto denunce..." oppure aveva detto che lo uccideva..." e poi gli ha dato fuoco al padre cieco...
    Ma allora??? Non si poteva intervenire prima? Che senso ha parlare quando è già successo?

    Cosa mi fa dire... è un atteggiamento o è una patologia?
     
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciaoooo scusa, ma ieri sera proprio non connettevo, davvero, e sono felice che dall'altra parte ho trovato una persona che ha capito, grazie.
    Tutti i giorni viviamo di aspettative bisogna solo avere la capacità di tenere presente gli altri, rispettare è questa la base di ogni relazione. Imporre le proprie aspettative significa non rispettare l'altro per quello che è, per la sua unicità e dignità oppure soffocare le proprie, sotto quelle degli altri significa non rispettare se stessi, umiliarsi fino a distruggersi.
    Equilibrio amico skywalker è la migliore ricetta per vivere serenamente.
     
  19. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Appunto!
    ...equilibrio.
    Quello che però vedo ogni giorno è disequilibrio.
    Quello che ti fa vivere nell'aspettativa che gli altri facciano questo o quello per noi senza chiedersi mai se ne hanno voglia o se è giusto pretenderlo.
    Disequilibrio in tutti gli ambiti, dalle pretese del parlamentare che vuole andare in pensione dopo due legislature a spese degli esodati che non la vedranno mai a quelle del mendicante che anche se trovasse un lavoro non riuscirebbe a tenerselo[DOUBLEPOST=1374230016,1374229942][/DOUBLEPOST]per più di 15 giorni.
    A volte hide è solo l'espressione di ribellione e non un mostro ma un Salvatore.
     
    A ludovica83 e Rosa1968 piace questo messaggio.
  20. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Comunque scusa per ieri sera ero proprio cotta cotta.:)
     
    A ludovica83 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina