1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Essendo titolare di due alloggi in località sciistica in Piemonte che intendo affittare a ospiti per periodi inferiori ai 30 gg o superiori ai 30 gg. ho approfondito la tematica e, anche con l'aiuto di un consulente sono giunto alle seguenti conclusioni che è mia intenzione condividere anche per avere un feed back. Di seguito l'esposizione in forma sintetica.
    locazioni inferiori a 30 gg - FORMA CEDOLARE SECCA
    contratto NO (anche se è consigliabile ottenerlo soprattutto per alloggi affittati)
    foto documento ospite NO per cittadini italiani o comunitari (anche se è consigliabile ottenerla magari prima
    dell'inizio del soggiorno, alla foto si può supplire con
    istantanea del documento a mezzo smartphone in sede di accoglienza)​
    segnalazione PS NO per cittadini italiani o comunitari
    SI per ospiti extracomunitari
    Fisco (mod. UNICO) SI tra i redditi di fabbricati con cedolare secca inserire l'incasso lordo (includere quindi anche le commissioni riconosciute a intermediari Booking, Airbnb, Wimdu)

    locazioni superiori a 30 gg - FORMA CEDOLARE SECCA
    contratto SI sempre
    foto doc.ti ospite SI sempre
    segnalazione PS SI sempre (eseguibile anche in via telematica previa richiesta ID e PW Ag. Entrate)
    Fisco (mod. Unico) SI idem per locazioni inferiori 30 gg.
    durata non superiore ai 365 gg.

    Quanto precede vale per locazioni turistiche regolate con Cedolare secca da parte di privati, proprietari del/gli immobili da affittare. .
     
  2. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    locazioni inferiori a 30 gg - FORMA CEDOLARE SECCA :
    "contratto NO (anche se è consigliabile ottenerlo soprattutto per alloggi affittati)
    foto documento ospite NO per cittadini italiani o comunitari (anche se è consigliabile ottenerla magari prima
    dell'inizio del soggiorno, alla foto si può supplire con
    istantanea del documento a mezzo smartphone in sede di accoglienza)
    segnalazione PS NO per cittadini italiani o comunitari
    SI per ospiti extracomunitari."

    Le locazioni inferiori ai 30 giorni occorre precisare che sono quelle di tipo turistico, per cui occorre seguire l'iter burocratico della tua regione.
    - A livello nazionale vi é l' obbligo di segnalare gli ospiti italiani e non, alla Questura entro le 24 ore.

    locazioni superiori a 30 gg - FORMA CEDOLARE SECCA
    I contratti che non sono espressamente di tipo turistico hanno l'obbligo della segnalazione alla Questura entro le 24 ore solo per gli extra-comunitari.
     
    A patrizia581958 piace questo elemento.
  3. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Nella conversazione che ho iniziato ho inteso, come dal titolo, trattare solo le locazioni turistiche.
     
  4. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Nelle locazioni turistiche inferiori al mese, senza obbligo di registrare il contratto, la segnalazione alla Questura é obbligatoria entro le 24 ore, per ogni persona che ospiti.
    Se la locazione supera il mese, il contratto va registrato e la segnalazione alla Questura viene fatta solo per gli extra-comunitari.
     
  5. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    ABOLITA PER LOCAZIONI DENUNCIA AUTORITA’ P.S.
    Come è noto ,l’art.12 del Art. 12 del D.L. 21.3.1978. n. 59 convertito in legge 18.5.1978 n. 191 stabilisce quanto segue:
    “Chiunque cede la proprietà o il godimento o a qualunque altro titolo consente, per un periodo superiore a 1 mese, l’uso esclusivo di un fabbricato o parte di esso, ha l’obbligo di comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza, entro 48 ore dalla consegna dell’immobile la sua esatta ubicazione nonché le generalità dell’acquirente, del conduttore o della persona che assume la disponibilità del bene, e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento che il cedente deve richiedere al cessionario.

    Convengo sulla necessità/covenienza di effettuare la comunicazione, nondimeno la norma di legge che precede, salvo errorte, è ancora vigente ed è seguita, per quanto potuto appurare, da molti.
     
  6. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    se il contratto è soggetto a registrazione, non è più dovuta la comunicazione di cessione fabbricato.

    l’art. 2 del D.L. n. 79 del 20/06/2012 (decreto sicurezza) pubblicato sulla G.U. n. 142 del medesimo giorno e in vigore dal 21 giugno 2012.

    "Per tutti i contratti di locazione e di comodato di fabbricati o di porzioni di fabbricato sia ad uso abitativo sia ad uso diverso dall’abitativo per i quali è obbligatoria la registrazione, non è più dovuta la comunicazione di cessione di fabbricato, conosciuta anche come “denuncia antiterrorismo”, prevista dall’art. 12 del D.L. n. 59/78 (decreto antiterrorismo), in caso di permanenza nell’immobile superiore a trenta giorni."

    nello stesso decreto è descritta l'eccezione riguardante i cittadini extracomunitari, per i quali la comunicazione resta necessaria.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 16 Giugno 2016
    A dormiente piace questo elemento.
  7. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    per fare chiarezza, in primis allo scrivente, riprendo il contenuto di due post addietro:
    se il contratto è soggetto a registrazione, non è più dovuta la comunicazione di cessione fabbricato.
    I contratti di locazione turistica inferiori ai 30 gg non sono soggetti a registrazione e quindi non è dovuta la segnalazione di cessione di fabbricato.

    Non ho avuto risposta alla legge del '78 che conferma la mia tesi.
     
  8. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    ti riferisci a me con "lo scrivente"?
    in questo caso non ho capito..
     
  9. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    No assolutamente, lo scrivente sono io che cerca disperatamente, anche attraverso questo forum, di conseguire certezze per gestire in sicurezza le mie locazioni
     
  10. giovanniEDC

    giovanniEDC Membro Junior

    Agente Immobiliare
    No dai è chiaro:
    sotto i trenta giorni niente registrazione e niente comunicazione
    Sopra i trenta giorni registrazione e niente comunicazione.
    Se e solo se l'ospite è extracomunitario fai la comunicazione.
     
  11. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Io sono sulla stessa lunghezza d'onda. Ma la P.S.? Il motivo del contendere non è di poco conto perchè siamo nel penale con tutte le grane che ne conseguono,
     
  12. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Mi permetto di aggiungere, a suffragio di quanto riportato nei precedenti post, che il supporto normativo che la PS consegna al locatore che si accinge a compilare le schedine di registrazione del nominativo del conduttore riporta l'art.12 del DL 21/3/78 n. 59 convertito nella legge 18/5/1978 n. 191 cge recita: chiunque cede .....per un periodo superiore a 1 mese .... ha l'obbligo di comunicare all'autorità di PS le generalità del conduttore.
    Quindi se la PS cita come unico riferimento legislativo la sopra menzionata legge, il locatore non deve comunicare i nominativi dei conduttori per periodi inferiori ai 39 gg.
     
  13. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    scusate mi correggo: non 39 bensì 30
     
  14. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E che dice la Regione Piemonte sulle locazioni turistiche?
     
  15. oromalber

    oromalber Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    La Regione Piemonte, con la L R 31 del 1985, non si addentra sulle tematiche normative (registrazione, comunicazione di cessione di fabbricati) che interessa questa discussione.
    La legge regionale non aiuta a fare chiarezza sulle c.d. locazioni turistiche, dicitura che non si riscontra in tutta la legge n. 31 in parola.
    Parla di "case vacanza" e accenna che le locazioni non possono superare i 90 gg.
    La legge è datata (1985) e non "sposa" certo la realtà: ad esempio una locazione turistica semestrale (stagione invernale) non sarebbe contemplata e quindi possibile. Mi chiedo quante locazioni turistiche hanno una durata annuale e sono prorogate per anni; personalmente ne posso segnalare decine! A mio avviso occorre appoggiarsi alla comprensione del Sindaco (primo responsabile dei controlli) che dovrebbe farsi carico della problematica e, a mio avviso, gestire equanimamente le situazioni.
     
  16. claclaf

    claclaf Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buongiorno
    Segnalo che il ministero dell'interno con apposita circolare e quindi anche diverse questure, hanno esteso anche alle locazioni turistiche l'obbligo di comunicazioni dei dati degli ospiti tramite il portale alloggiati web quello utilizzato anche dagli hotel. In questo caso gli ospiti vanno dichiarati tutti. Qualora la questura della tua zona non sia di tale orientamento confermo che per gli extra UE devi depositare modulo ospitalità (è come la cessione fabbricato) con copia del documento dell'ospite.
     
    A dormiente piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina