1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gianluca78

    gianluca78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    La domanda è volutamente scherzosa.

    Però il punto rimane. Io sono di Roma e voglio comprare un immobile del '61 (dentro al Comune di Roma).

    L'agente dice che non ha nessun certificato (agibilità, abitabilità, concessioni edilizie) ma che va bene così.

    Che non ci sono problemi. Dici che è la legge a dirlo.

    Ora visto che la figura "Agente-legislatore-magistrato" non l'hanno ancora inventata io vi chiedo:

    Possibile che gli immobili costruiti prima del '67 non abbiano bisogno di nessuna certificazione?

    Niente concessioni? Niente agibilità?

    Ma cos'è successo nel '67?
     
    A Limpida piace questo elemento.
  2. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    in estrema sintesi.......il 1 settembre 1967 è una data fissata in relazione all'obbligo di verifica del certificato di abitabilità e licenze, richiamata in particolare dalla l.47/85, che imponeva l'obbligo di verifica delle licenze edilizie e certificati di abitabilità per gli immobili post 01.09.1967, mentre per gli immobili costruiti precedentemente era sufficiente la dichiarazione sostitutiva, che quotidianamente viene riportata negl'atti notarili...; questa data è stata scelta per convenzione, non potendo effettuare ricerche a ritroso "fino alla notte dei tempi"..
    il certificato di abitabilità/agibilità è stato introdotto col r.d.1265 del 1934, sebbene alcuni comuni avessero già in precedenza qualcosa di simile, mentre la licenza edilizia è obbligatoria dal '42.
    nel periodo 34-67, quindi, non è che "tutto è a norma", ma semplicemente, non è necessaria la verifica a pena di nullità degl'atti...
     
    A ccc1956, studiopci, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E' quella che volgarmene si chiama " lenzuolata " ;)
     
  4. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Boh, so che qualcosina è successo, invece, nel '68 :fico:
     
  5. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Eì' quella che volgarmente si chiama rivoluzione. :risata::risata::risata:
     
  6. gianluca78

    gianluca78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Diego Antonello mi potresti trovare nella legge 47/85 il riferimento all'agibilità...

    perchè io non l'ho trovato.
     
  7. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    la 47/85 è quella che comunemente viene chiamato "condono dell'85", il cui fine era quello di regolarizzare gli immobili che, se oggetto di abusi edizi, ex lege avevano perso i requisiti di abitabilità/agibilità....
    avendo stabilito che:
    e poi:
    e ancora:
    e infine:
    dall'entrata in vigore della 47/85 bisogna dichiarare se la costruzione è iniziata ante 01.09.1967 oppure dopo: nel primo caso non si indaga oltre in quanto già regolamentata dalla normativa precedente (in particolare dalla l.1150/42, dal r.d.1265/34 e dal r.d.652/39), mentre nel secondo caso, il notaio ha l'obbligo di verificare licenze e permessi a costruire e relativi provvedimenti, che infatti vengono poi citati nell'atto.
     
  8. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Nei centri urbani non è sempre così.
     
  9. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    cosa intendi in particolare?
     
  10. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    intendo dire che quanto dichiarate non è esatto al 100%.
    Se l'abuso è ante 1967 non è detto che sia in prescrizione per "collaterale" effetto della legge ponte (n. 765/1967 che ha posto l'onere di dotarsi di licenza edilizia ogni volta che si fa un intervento). I comuni quindi si sono dovuti adeguare alle nuove regole dal 67, ma per l'interregno (un anno dal momento di uscita sulla G.U. e quindi fino al 68) ha permesso i comuni di adeguarsi seguendo criteri diversi a seconda se l'immobile fosse nei centri urbani o fuori da essi. Siccome la legge urbanistica è la 1150/42 se un intervento tra il 42 e il 67 non risulta autorizzato con gli strumenti urbanistici del tempo è un abuso da sanare (se non è già stato sanato), e se non fosse stato sanato potrebbe essere o perché non è proprio sanabile (e quindi demolizione in arrivo) o rientra nelle possibilità di sanatoria, nel caso va pagata la sanzione e ciao. Nei centri urbani la l. 1150 era meno efficace, ecco perchè dico che nei centri urbani può essere diverso.
    Normative
    L. n. 1150/42
    L. n. 765/1967
    D.P.R. 380/2001
     
    A studiopci e roberto.spalti piace questo messaggio.
  11. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Refuso: cassa [Nei centri urbani] poni [Al di fuori dei Centri urbani]. :D
    Certo sono nozioni che conosco non per titolo o studio diretto, ma per conoscenza indiretta, quindi non le do sicure al 80% perchè sono frutto della mia memoria che oramai è fallace.

    PS.

    Ma non si potrebbe lasciare a chiunque il diritto di modificare i PROPRI post quando vuole? Lo troverei democratico e utile.
     
  12. gianluca78

    gianluca78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Diego: anzitutto grazie per la risposta molto esaustiva (non ero riuscito a trovare questi riferimenti).

    Questa legge è molto complessa però in soldoni mi pare che dica: noi l'agibilità ve la diamo per le case ante '67, però voi dovete farne richiesta.

    Ora l'appartamento che ho visto io sta in una palazzina del '61, e nessuno nella palazzina ha questa agibilità.
    Nessuno ha mai fatto richiesta, e alla fine questi l'agibilità non ce l'hanno.

    Io non metto in dubbio che con questa legge abbiano diritto ad averla, ma forse devono richiederla.

    Ho capito poi che quest'agibilità non è vincolante ai fini della compravendita. Ma la mia domanda è:

    Non avere questo documento alla fine cosa comporta?

    Posso fare i lavori in casa buttare giù i muri con una normale SCIA oppure no perchè il comune mi dice guarda che non sei nemmeno agibilie figurati se ti faccio fare i lavori?

    Posso aggiornare dati catastali e quant'altro. Oppure no perchè il catasto si rifà a quanto è depositato al Comune.

    Non essedno un esperto su queste cose ho molti dubbi.

    Il punto è OK casa ante '67, OK mega lenzuolata sistema-tutto, OK posso comprare la casa.

    Ma questi l'agibilità non ce l'hanno. Questo cosa comporta? Non serve manco chiederla, o sì?
    Una casa ante '67 è come se ce l'avesse anche se non ce l'ha?

    Aiuto non ci capisco più niente.
     
  13. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    l'agibilità o abitabilità, se te la vendono come abitazione ci dovrebbe essere, se non c'è potresti pretenderla a meno che negli accordi del compromesso non sia palesato che tu ne eri edotto e accettavi al situazione (quindi no aliud pro alio, ti vendo un immobile senza i requisiti di abitabilità e tu accetti di comprarlo). Di solito l'abitabilità è ottenibile facilmente, se ci sono i requisiti e gli interventi sono migliorativi i comuni di solito non fanno obiezioni. Il punto è un altro: se è ante '67, ma c'è un abuso mai sanato, non è regolare ed è incommerciabile, a prescindere dall'abitabilità... sono cose diverse: prendere tecnico, possibilmente serio (molti hanno "troppo da fare e pongono poca attenzione e ritardano i tempi") che faccia tutti i controlli del caso e parli con il comune per vedere come si può intervenire per ottenere l'abitabilità, e passa la paura.
     
    A Diego Antonello piace questo elemento.
  14. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
  15. gianluca78

    gianluca78 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie mille.

    Il tecnico mi sta seguendo.

    Vediamo un po' che mi dice...
     
  16. Diego Antonello

    Diego Antonello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    occhio a non seminarlo....:^^:
     
  17. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Inoltre se all'immobile sono stati fatti lavori di manutenzione straordinaria dopo il 67 l'abitabiltà doveva comunque essere rilasciata.
    Il discordo ante 67 è sempre a posto, come già detto vale solo per gli immobili al di fuori dei centri urbani; per quei centri dove era in vigore il (di solito) Piano di Fabbricazione era necessario (obbligatorio) presentare i progetti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina