• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Angelicagiam

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buon giorno a tutti,
Sono nuova nel forum e sto cercando informazioni in merito al mio problema.
Ad ottobre 2018 sono entrate in un appartamento in affitto appena finito di ristrutturare, in questi mesi non è mai stato installato il citofono (nonostante in casa abbia il buco al muro per la predisposizione). Ho sollecitato più volte il proprietario ribadendogli tutti i problemi, dalla posta disguidata, al fatto di non essere trovata a casa dal datore di lavoro se fossi in malattia, alla difficoltà nel ricevere ospiti.
il proprietario si è sempre dimostrato disponibile all’installazione, ma si è sempre appigliato al fatto che dovrebbe intervenire il condominio (al primo piano ci sono due appartamenti oltre al mio, mentre il secondo piano è disabitato). Gli ho fatto notare che lui può sempre effettuare migliorie alla sua proprietà utilizzando anche parti comuni. Le mie richieste sono sempre state ignorate, ma io il mio affitto continuo a pagarlo sempre puntuale e per l’importo concordato (480 euro mensili). Ad aprile mi stufo di essere ignorata e gli spedisco una raccomandata di messa in mora, intimandogli di installare il citofono entro 30 giorni e se così non fosse stato avrei ridotto il canone di 40 euro.Vengo ignorata anche questa volta e oggi riceve il bonifico decurtato dei 40 euro. Ovviamente oggi mi telefona, aggredendomi e quant’altro. Dopo un comportamento tale la mia volontà è quella di liberare l’immobile, ma a questo punto vorrei capire come comportarmi:è abitabile un’immobile senza citofono? Posso chiedere a lui i nuovi costi che sosterrò per una nuova locazione dovuta ad una sua inadempienza?
grazie a chi mi risponderà
 
Ultima modifica di un moderatore:

Lin0

Membro Attivo
Professionista
L'installazione del citofono è a carico del condominio. In teoria quando hai visto l'immobile il citofono non c'era quindi conoscevi lo stato dell'immobile.
 

Angelicagiam

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Si, non c’era perché stavano finendo i lavori, tant’è vero che io ho la predisposizione nel muro. Vi allego la foto
 

Allegati

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
La riduzione del canone non potevi farla e immagino sia presente la clausola nel contratto di locazione. Se nello stesso è indicata la presenza o l impegno del proprietario a metterlo dovrai eventualmente fargli causa per farlo mettere o al massimo farlo tu e presentarli fattura che ovviamente non ti pagherà con le buone
Se c è predisposizione nell appartamento presumo che al portone condominiale sia già presente l impianto
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Non è che ti svegli la mattina e riduci il canone a piacere dell'importo che decidi tu. Ovvio che poi si inc@zz@. Se non dipende da lui cosa vuoi che faccia? È nel tuo interesse mantenere buoni rapporti, continuando così forse è meglio se invii disdetta e ti trovi un altro immobile. Fossi io in questa situazione, farei quello che posso per risolvere ma se deve metterlo il condominio è inutile che me lo ricordi
 

Angelicagiam

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Non è che ti svegli la mattina e riduci il canone a piacere dell'importo che decidi tu. Ovvio che poi si inc@zz@. Se non dipende da lui cosa vuoi che faccia? È nel tuo interesse mantenere buoni rapporti, continuando così forse è meglio se invii disdetta e ti trovi un altro immobile. Fossi io in questa situazione, farei quello che posso per risolvere ma se deve metterlo il condominio è inutile che me lo ricordi
Può metterlo lui, anche senza l’approvazione del condominio!
 

Angelicagiam

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ci saranno solo le canalette o la predisposizione , non può metterci le mani di iniziativa. In condominio non si fanno lavori di iniziativa. Vedo che continui a cercare la ragione
non è cercare la ragione... ma saprai benissimo anche tu, che i lavori di miglioria della propria proprietà si posso effettuare ai sensi dell’art. 1.102 cod. civile.
Concordo con te sul fatto di cambiare casa 😉
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Perchè sarebbe meglio?
Perché ti ostini a fare finta di non capire che non è un lavoro sulla proprietà PRIVATA, ma sulle PARTI COMUNI CONDOMINIALI, sul quale il tuo padrone di casa non ha alcun potere di intervento, se non sollecitare.

Inoltre quando sei entrata sapevi che non c'era il citofono.

E se nel contratto non c'e' scritto che il padrone di casa s'impegnava a far risolvere il problema all'amministratore entro X giorni, non hai alcuna ragione di pretenderlo, né tantomeno di abbassarti arbitrariamente l'affitto di 40 euro al mese.

**************************************************************************************

Tra l'altro ti stai rivolgendo alla persona sbagliata.

Anche se non dovresti parlarci tu con l'amministratore, nulla ti vieta di tempestarlo di raccomandate, telefonate, di fargli scrivere da un legale.

Per par condicio, dovresti torturare l'amministratore con la stessa bravura con cui stai mettendo a dura prova la pazienza del tuo locatore, che sui 480 euro l'anno che gli hai tolto paga pure le tasse.

è abitabile un immobile senza citofono?
Per te evidentemente sì, visto che hai firmato un contratto ben conoscendo lo stato dei luoghi e non avendo preteso, alla firma, una clausola che ti assicurasse l'installazione entro X mesi.

Posso chiedere a lui i nuovi costi che sosterrò per una nuova locazione dovuta ad una sua inadempienza?
Chiedigli anche i contributi per la pace nel mondo! Ma come ti viene in mente di chiedere i soldi che sosterrai per una nuova locazione? Sua inadempienza? Puoi dimostrare per iscritto che è una sua inadempienza? L'hai letto il tuo contratto di locazione, o l'hai solo firmato? Dove c'è scritto che entro X mesi ti sarebbe stato installato il citofono?
 
Ultima modifica di un moderatore:

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
A meno che il citofono non fosse stato promesso contrattualmente, non vedo perché il proprietario dovrebbe farsene carico. Non puoi imporre un tuo desiderio, e riducendoti il canone sei passata dalla parte del torto.
Evidentemente agli altri condomini non interessa ( se il condominio è piccolo forse non c'è nemmeno amministratore), e non mi risulta che avere il citofono sia obbligatorio, o possa essere considerato un "difetto" dell'immobile.
Sta ai condomini deliberare la messa in opera, se interessati e disponibili alla spesa.

Se non vuoi continuare ad abitare li, manda regolare disdetta, pagando i mesi dovuti, e nel frattempo cercherai altro.
 

miciogatto

Membro Senior
Privato Cittadino
Un citofono wireless, almeno momentaneo?

Ho dato un'occhiata su amazon e ve ne sono di veramente economici (anche a meno della cifra che ti sei illecitamente autodecurtata). Non so però la portata e nè conosco la distanza dal tuo appartamento (e se ci sono molti muri e c.a. nel mezzo non sarà facile che prenda o prenda bene) ma magari ti ho dato uno spunto su cui lavorare per risolvere il problema.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Volevo chiedere un informazione ma quando viene tolto l'inserzione di un immobile che succede dopo
Mirko Rossi Bergamo ha scritto sul profilo di Bagudi.
Grazie.
Alto