1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, vi ringrazio fin da ora per l'aiuto che vorrete darmi in una situazione abbastanza spinosa.

    A ottobre 2011 ho firmato una proposta irrevocabile di locazione, su un appartamento di recentissima costruzione (ultimi lavori che ai tempi erano ancora in corso). La proposta è stata accettata dai proprietari che hanno ricevuto a titolo di caparra una mensilità. Ho dato disdetta al vecchio appartamento in cui vivevo, sempre in affitto, convinta che per dicembre avrei avuto le chiavi della nuova casa. Nel nuovo appartamento mancava la cucina, che avrebbero dovuto installare di lì a breve (novembre). Invece, è stata installata la scorsa settimana, così come i dati catastali che sono stati depositati solo qualche giorno fa (senza i quali non posso richiedere gli allacciamenti di elettricità, gas).

    La cosa secondo me grave è, però, che ad oggi tutto lo stabile non ha ancora l'agibilità, perché - stando alle parole dei proprietari - "Telecom non fa l'allacciamento per l'ascensore", credo per il sistema di comunicazione dell'ascensore. Da qui, ancora niente agibilità dal Comune e non si sa se e quando verrà data. Siccome quando ho firmato la proposta il mediatore si è ben guardato dal dirmi che non c'era l'agibilità, e siccome sono stanca di vivere senza una casa da due mesi, posso rescindere dalla proposta e ritirarmi definitivamente? Preciso che nella detta proposta non si faceva menzione su eventuali clausole rescissorie.

    Vi ringrazio tutti e vi auguro buona serata.
     
  2. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
  3. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    e poi ho trovato questo...

    "La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 8409/ 2006) ha stabilito che, in assenza di patto contrario, incombe all'alienante o disponente l'obbligo di curare l'ottenimento del certificato di abitabilità, posto a tutela delle esigenze igieniche e sanitarie nonché degli interessi urbanistici, richiedenti l'accertamento pubblico della sussistenza delle condizioni di salubrità, stabilità e sicurezza dell'edificio. In presenza di contratto di locazione, pertanto, tale obbligo deve ritenersi incombere al locatore, quale proprietario o comunque titolare del potere di disposizione sulla cosa. Qualora tale certificato non sia ottenibile, si ha una situazione di grave inadempimento del locatore, a fronte della quale il conduttore può chiedere la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno".
     
  4. sfilasto

    sfilasto Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Buongiorno,

    Non è possibile esprimere un parere senza esaminare il carteggio. In questi casi è sempre bene consultarsi con un legale di fiducia prima di intraprendere qualsiasi iniziativa.

    Buona giornata
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Condivido e, inoltre, trattandosi di un immobile di nuova costruzione appena ultimato, il giudice potrebbe senz'altro prendere in considerazione che la responsabilità del ritardo non sia imputabile al proprietario, ma a un terzo (TELECOM)...

    Secondo me, o provi a metterti d'accordo con la proprietà per rescindere il contratto o ti conviene aspettare.
     
  6. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sicuramente la responsabilità non è loro (voglio credere alla buona fede). Quello che mi ha lasciata, diciamo così, perplessa è che il mediatore non abbia specificato al momento della proposta che l'abitabilità non c'era. Non sarebbe obbligato a farlo? O forse dovevo darlo per scontato trattandosi di un immobile appena ultimato?
    Ringrazio tutti quanti per le pronte risposte.
     
  7. GladiusAgenteEst

    GladiusAgenteEst Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il problema è che le persone, sono sempre pronte a metterti sulla gogna. Se tutto va bene l' agente imm. non è servito a niente, e quindi è un succhiasoldi. Se c' è un pelo fuoriposto allora inizia la sfilata a chi lo condanna meglio. Invece le cose spesso non sono come sembrano. E una casa priva di abitabilità può essere comunque abitata. Se la casa è più vecchia puoi cmq richiederla, ma questo certificato non cambia la vita come vi vogliono far credere. E' soltanto l' ennesimo pezzo di burocrazia inutile di uno stato fallito. A Roma esistono case da 12 milioni di euro senza abitabilità. Dove lavoravo prima il comune aveva dei problemi a dare questi certificati, anche sulle case nuove pr problemi di acquedotto/fognature quasi saturi. Con tutti gli immobili nuovi, allacciati alla fogna e a tutto, cosa fanno? Li lasciano vuoti perchè manca questo certificato?
    Se invece il problema è che non hanno allaccio in fogna, la cosa è risolvibile con un auto-depuratore...ma ad allacciare corrente, linea telefonica e sopratutto acqua sono obbligati. Quindi non so perchè non lo facciano, ma penso che a questo punto ci siano dei dubbi sulla conformità/regolarità della costruzione.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  8. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    No, come dicevo, il problema dipende dall'ascensore: fino a che Telecom non fa l'allacciamento ad esso (credo sia per il sistema di comunicazione in caso d'emergenza), l'abitabilità non viene concessa. E' da parecchio che i proprietari sono in ballo con questo benedetto ascensore, e potrebbero sistemare il tutto domani così come tra 6 mesi. Nel frattempo, però, io sono senza casa. Magari, se avessi saputo che l'abitabilità non c'era, non avrei dato la disdetta al mio vecchio appartamento e ora quantomeno non dovrei fare l'ospite a casa di altri. Mi avevano assicurato che a metà novembre avrei avuto le chiavi, siamo a febbraio... Capisco che non sia colpa dei proprietari, ma nemmeno è mia, credo.
     
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Esatto. Quando un immobile è finito, va fatta la richiesta di abitabilità, che richiede comunque dei tempi.

    E in ogni caso, gli immobili si sono sempre consegnati anche prima del rilascio dell'abitabilità, o, addirittura, senza abitabilità del tutto, come buona parte degli immobili in Italia...
     
  10. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perdonami, ma credo proprio di non aver condannato nessuno. A meno che fargli un bonifico di 1500 euro non significhi metterlo alla gogna. Mi è sembrato solo curioso che abbia taciuto su un particolare non di poco conto (lui e i proprietari, beninteso).
     
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Io ho abitato sei mesi in una casa di nuova costruzione all'ultimo piano senza l'ascensore che era in attesa di collaudo...

    Ma non mi è chiaro se il problema dell'abitabilità te lo poni tu o il proprietario.
     
  12. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusami innanzitutto per la mia totale ignoranza in materia. Capisco che sia un pro forma, ma proprio perché come tutti gli atti burocratici richiede tempi, magari anche biblici, forse sarebbe stato più corretto da parte loro specificare questa mancanza. Mi rendo conto d'esser stata ingenua.
     
  13. Nastasja2012

    Nastasja2012 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Se lo pongono i proprietari dicendo, testuali parole, "Finché Telecom non ci allaccia l'ascensore non abbiamo l'abitabilità" e quindi non posso entrare. Se sapevano di questo problema, perché tre mesi fa mi han detto che era tutto a posto? E' questo che non riesco a capire... Bastava specificarlo allora, e avrei atteso pazientemente fino alla risoluzione del tutto.
     
  14. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Probabilmente, non immaginavano che i tempi sarebbero stati "biblici", certo, due paroline in più per mettere a conoscenza l'affittuaria non ci sarebbero state male !

    Perchè non chiedi di entrare comunque ?
     
  15. GladiusAgenteEst

    GladiusAgenteEst Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ma a che piano sta l' appartamento????? Se è un palazzo alto e sei al decimo piano, darebbe fastidio anche a me...scordarsi qualcosa è tragico se già esci 4-5 volte al giorno, ma se il piano è relativamente basso e puoi farne a meno che importa dell' ascensore? Risparmi sul condominio i primi tempi...
    Capisco però che ci siano persone, come anziani o diversamente abili, donne in cintà per i quali comunque la presenza di questo è fondamentale...e se rientri in queste categorie allora a questo punto gli farei causa e pretenderei pure i danni. In quanto posso aver preferito quell' appartamento solo per l' ascensore. In caso contrario, hai pagato l' agenzia hai dato la caparra...pretendi di entrare lo stesso.
     
    A La Capanna piace questo elemento.
  16. Alessandraa

    Alessandraa Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    altra storiella dell'abitabilità-agibilità....ma sei l'unica a non poter abitare l'appartamento a causa dei proprietari così scrupolosi o il resto vi abita tranquillamente?magari è una cosa generale e allora bisogna andare più a fondo...cioè il perchè nessuno abita uno stabile sol perchè manca l'agibilità per l'ascensore...mica manca perchè è inagibile...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina