1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. giamagio

    giamagio Membro Junior

    Privato Cittadino
    Nella foto allegata è riportato un muro di cinta e relativa recinzione in ferro che affaccia su una via pubblica. Detto muro si estende per 200 metri ed è di proprietà rispettivamente condominio A (20 condomini) 100 mt., condominio B (10 condomini) 30 mt. e condominio C (10 condomini) 70 mt. Detti condomini, seppur contigui, furono costruiti in tempi diversi pertanto ogni condominio provvide ad erigere e a manutenere sia il muro che la recinzione per l’estensione di propria competenza. Il condominio A ha deciso di effettuare la manutenzione straordinaria per quanto di propria competenza. Poiché l’inferriata è fatiscente ed il muro cha la sorregge è quasi tutto da rifare, abbiamo a disposizione due opzioni.

    Opzione 1) Stesso muro/ringhiera previa necessaria manutenzione e pitturazione (costo € 25.000) ;

    Opzione 2) Abbattimento e rifacimento del muro con l’utilizzo di blocchi in pietra e nuova ringhiera (costo € 30.000).

    La differenza dei costi fra le due opzioni non è eccessiva e, considerato che avremmo un manufatto ex novo, è pertanto accettabile. Può detto condominio A decidere di erigere un muro ed una recinzione che non siano esteticamente in continuità con il rimanente muro/recinzione o è “obbligato” alla continuità del muro/recinzione rimanente e quindi solo alla manutenzione del manufatto esistente ?

    L’opzione 2 è da considerarsi innovazione e voluttuaria art. 1120- 1121) ?

    Secondo il mio modesto parere, può essere innovazione (art. 1120) ma certamente non molto gravosa a carattere voluttuario (art.1121).

    Se trattasi di innovazione la maggioranza prevista è quella prevista dal quinto comma art. 1136 (maggioranza degli intervenuti + 2/3 del valore dell’edificio)?


    Grazie a chi vorrà illuminarmi
     

    Files Allegati:

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina