• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Achill389

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno,
avrei bisogno di un parere in merito alla situazione in cui mi trovo.
Mutuo approvato, rogito fissato e piante catastali conformi. Poiché devo effettuare delle ristrutturazioni, il mio architetto è andato in Comune a fare un sopralluogo e ha trovato una piccola difformità rispetto al catasto e allo stato di fatto (assolutamente sanabile).
Abbiamo quindi rinviato il rogito di 15gg per permettere alla parte venditrice di presentare la domanda. La domanda è stata presentata e protocollata ma non riusciremo a concludere tutto entro la nuova data di rogito. Oltre a tutelarmi in fase di stipula facendo inserire nel rogito che la parte venditrice si assume eventuali oneri costi etc per la chiusura della pratica, con la banca come dovrei muovermi?
Il loro perito non ha rilevato alcuna difformità e il mutuo è già approvato, abbiamo solo comunicato il cambio data di stipula. Il mio timore è che la banca possa avere dei "ripensamenti" nel momento in cui venga a conoscenza della pratica di sanatoria in corso per questa piccola difformità (un'altezza errata). Qualcuno di voi si è mai trovato in questa situazione? Anticipo io il tutto alla banca ? O dovrei andare sereno a rogito, dato che il loro perito ha dato approvazione senza segnalare la difformità?
Grazie a chi voglia darmi un suo parere in merito.
 

Abacus

Membro Attivo
Professionista
se la banca ha gia deliberato.... non svegliare il can che dorme... si tuteli in fase di rogito eventualmente lasciando una somma in deposito a copertura della sanatoria.....
oppure, come mi è già successo, potrebbe far scrivere dal notaio una lettera destinata al Comune facendo presente l' "urgenza" di definizione della pratica poichè vi è un imminente rogito di compravendita..
 

Giuseppe Di Massa

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buongiorno,
avrei bisogno di un parere in merito alla situazione in cui mi trovo.
Mutuo approvato, rogito fissato e piante catastali conformi. Poiché devo effettuare delle ristrutturazioni, il mio architetto è andato in Comune a fare un sopralluogo e ha trovato una piccola difformità rispetto al catasto e allo stato di fatto (assolutamente sanabile).
Abbiamo quindi rinviato il rogito di 15gg per permettere alla parte venditrice di presentare la domanda. La domanda è stata presentata e protocollata ma non riusciremo a concludere tutto entro la nuova data di rogito. Oltre a tutelarmi in fase di stipula facendo inserire nel rogito che la parte venditrice si assume eventuali oneri costi etc per la chiusura della pratica, con la banca come dovrei muovermi?
Il loro perito non ha rilevato alcuna difformità e il mutuo è già approvato, abbiamo solo comunicato il cambio data di stipula. Il mio timore è che la banca possa avere dei "ripensamenti" nel momento in cui venga a conoscenza della pratica di sanatoria in corso per questa piccola difformità (un'altezza errata). Qualcuno di voi si è mai trovato in questa situazione? Anticipo io il tutto alla banca ? O dovrei andare sereno a rogito, dato che il loro perito ha dato approvazione senza segnalare la difformità?
Grazie a chi voglia darmi un suo parere in merito.
Probabilmente il perito ha annotato sia la difformità che il protocollo della sanatoria e gli va bene così
 

Achill389

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Probabilmente il perito ha annotato sia la difformità che il protocollo della sanatoria e gli va bene così
No forse ho spiegato male io, la pratica per la sanatoria è stata protocollata parecchio tempo dopo la perizia in quanto prima non avevamo idea di questa difformità.
In ogni caso il perito potrebbe essersene accorto e se fosse così sarebbe anche meglio perché quindi la banca ne è già al corrente, ma sinceramente ne dubito.
 

zenoni

Membro Attivo
Agente Immobiliare
se dopo la sanatoria varia la rendita catastale o un subalterno devi rifare la pratica di mutuo....
Io farei una scrittura privata dove il venditore si impegna a rilasciarti a sua cura e spese una relazione tecnica integrata di conformità urbanistica e catastale entro tot giorni e vai a rogito. Se vuoi, fai segnalare dal notaio che la cifra "x" a saldo del prezzo verrà liquidata alla consegna della suddetta relazione
 

zenoni

Membro Attivo
Agente Immobiliare
....e chi lo sa? se cambiano i volumi potrebbe cambiare una rendita.....io non rischierei comunque
 

zenoni

Membro Attivo
Agente Immobiliare
.....se poi dovesse riportare in una nuova scheda catastale le altezze corrette, magari si ritrova a dover creare un nuovo subalterno per la cantina da dover indicare separatamente in una nuova scheda catastale......(personalmente mi è già accaduto)
 

Achill389

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
.....se poi dovesse riportare in una nuova scheda catastale le altezze corrette, magari si ritrova a dover creare un nuovo subalterno per la cantina da dover indicare separatamente in una nuova scheda catastale......(personalmente mi è già accaduto)
Buongiorno e grazie per la risposta. In realtà non è stata fatta e non verrà fatta alcuna modifica al catasto perché lì è tutto coerente allo stato di fatto. Sulle piante originali depositate in Comune, il costruttore ha segnato un'altezza errata ed è questa che ho fatto correggere.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Grazie per tutti i suggerimenti all'uso del forum
marcodelia94 ha scritto sul profilo di Elena.
Buongiorno Elena.. mi sono registrato a questo forum solo per scriverle e che purtroppo sto avendo lo stesso identico problema con l'acquisto della mia prima casa. Io vengo da IntesaSanPaolo e il venditore CheBanca! volevo sapere se infine aveva risolto il suo problema e come o se è ancora bloccata in questa situazione.. nel caso le dico alcune alternative che noi stiamo adottando. Grazie mille.
Alto