1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabiodl

    fabiodl Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Buonasera come detto in un altro post ero in trattativa per acquistare un box.solo che adesso venditore ha cambiato idea e preferirebbe concederlo in locazione con contratto registrato e con tassazione ordinaria in quanto non attuabile la cedolare secca. Ora mia domanda riguarda le spese che dovrei sostenere. Nel caso di locazione io posso farmi prevedere,riportandolo nel contratto,un canone tutto compreso? Ossia che eventuali spese condominiali, sia ordinarie che straordinarie, e eventuali imposizioni fiscali statali o comunali (penso a IMU,tasi,tari) rimangano a carico del locatore? E che le spese per la registrazione del contratto, bolli e imposta di registro, siano addebitati al 50%?
    Nel caso di eventuale accertamento da parte ufficio tributi del comune dove è ubicato box, se proprietario non dovesse adempiere al pagamento delle imposte dovute di mia competenza, mi libera aver nel contratto riportato che le eventuali tassazioni sarebbero rimaste a carico del locatore?
     
  2. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Assolutamente NO
     
  3. fabiodl

    fabiodl Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Quindi la soluzione sarebbe un canone di locazione inferiore e poi pagare io tutte le spese? Neanche prevedendo una somma che pago al locatore come quota oneri accessori, mi riterrei nel caso di accertamento? Oggi provo a sentire ufficio tributi del comune per capire se tassa rifiuti su secondo box è dovuta, visto che su internet ho letto che è una cosa discrezionale del comune farla pagare o meno.
     
  4. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il canone e' una cosa, gli oneri un'altra, ed un'altra cosa ancora le spese di godimento
     
  5. fabiodl

    fabiodl Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Scusami, quindi se io ho una cifra massima che voglio spendere oltre la quale non intendo andare, ovviamente comprensiva di tutte le spese a mio carico, come faccio a rappresentarlo nel contratto, se non ho esatta menzione degli oneri a mio carico? Per tari e tasi posso chiedere al comune, spese condominiali solitamente non viene diviso tra box e casa, in quanto oltre box proprietario ha già un'abitazione nello stabile concessa in locazione
     
  6. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Le spese di godimento hanno uno stato di preventivo ed uno di consuntivo e si dividono in a carico proprietario e spese di godimento conduttore.
     
  7. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Dato che le spese condominiali ed accessorie normalmente non sono preventivabili con precisione assoluta, non puoi (cosa che del resto ti sarebbe capitata anche acquistando).

    Mettendo una spesa complessiva ("tutto compreso") non solo accolleresti al proprietario questa variabilità (su servizi di cui in definitiva godi tu), ma ancor peggio gli faresti pagare delle tasse su una porzione di canone che per lui sono spese.
    Da cui il presumibile diniego del proprietario, a meno che il canone non sia tale da incorporare il maggior esborso ed i rischi di cui sopra.
     
    A Umberto Granducato e topcasa piace questo messaggio.
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    puoi sempre fare un contratto con i costi di locazione più spese condominiali, salvo conguaglio a fine anno amministrativo, esempio canone mensile €. 100 + spese condominiale €. 20 totale rata mensile €.120,00, sempre inserite nel contratto, io faccio sempre così nei contratti di locazione con extracomunitari
     
  9. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E cosa cambia da quello che ho detto io?
     
  10. fabiodl

    fabiodl Membro Attivo

    Privato Cittadino
    io non so se proprietario ha effettivamente coscienza di tutte le spese... non ho parlato mai con lui essendoci di mezzo un'agenzia. Io ho solo fatto presente che massimo avrei speso x annuali per quel box.. ieri mi ha richiamato agenzia con proprietario davanti dicendomi che mi proponeva contratto quadriennale, con recesso ambe parti in qualunque momento di 3 mesi, per un canone x+50 euro e che non avrei dovuto pagare altro se non marche da bollo e imposta registro a metà. Però di spese condominiali e tassa rifiuti non abbiamo mai parlato... forse mal interpretando che le avrei sostenute io, quando io ho sempre inteso la mia offerta come massimo importo che avrei potuto sostenere.
    Si tratta come detto di un box vecchiotto e di dimensioni non molto grandi, in stabile dove proprietario non vive e dove ha già un appartamento locato (ad inquilino non interessa box) e in una zona cmq con presenza di parcheggi. Quindi come detto quella cifra offerta è tenendo conto di tutte queste variabili... se devo aggiungerci anche spese condominiali e tassa rifiuti (è tutto oggi che chiamo ufficio preposto per sapere se è dovuta per il secondo box ma è sempre occupato) non ne vale più veramente la pena.
     
  11. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Basta chiarire con agenzia. Poi penso ci sia una proposta scritta anche se di piccolo importo. Oppure se hai bozza contratto verificalo con AI
     
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :soldi::stretta_di_mano:se dopo tutto quello che ti abbiamo risposto non ti sei ancora orientato boh
     
  13. fabiodl

    fabiodl Membro Attivo

    Privato Cittadino
    adimecasa, si mi sono orientato, problema che non ho nè la bozza nè c'è stato ancora alcun accordo scritto con proprietà. SUl prezzo abbiamo parlato solo telefonicamente in quanto lui aveva davanti proprietario... ma non ho mai parlato delle spese. Quindi non so se loro danno per scontato le pagassi in aggiunta al canone, ma questo lo appurerò con agente non appena mi da una bozza di proposta o cmq appena lo risento. L'intento del post era solo appurare se nel caso avessi potuto prevedere un canone "all-inclusive". Cmq grazie per le vostre risposte
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Mi permetto di aver una opinione diversa: almeno così pare, se ho inteso le vostre risposte.

    1) Il contratto è bene che indichi una cifra specifica in conto canone (e fin qui siamo d'accordo), che sarà considerata in conto reddito.
    2) Poi può essere indicata una cifra forfettaria in conto spese condominiali, spese luce, e perchè no anche comprensiva di TARI ed eventuale quota TASI in carico all'inquilino. (IMU e TASI sono già imposte a carico della proprietà)
    3) Può essere stabilita l'assenza di eventuale conguaglio: sta al proprietario valutare se gli conviene.

    Unico problema è cosa consegue in sede di registrazione. In passato un ufficio ADE aveva tassato separatamente la condizione della quota forfettaria spese senza conguaglio, in misura fissa (oggi 200€?)

    Oggi non sembra sia ancora applicata allo stesso modo: ma basterebbe inserire una condizione di conguaglio da applicarsi solo se la differenza a consuntivo supera una determinata soglia significativa, per tornare alla tassazione di registro solita.
     
    A ab.qualcosa e Rosa1968 piace questo messaggio.
  15. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    :stretta_di_mano::triste:hai messi il carro davanti hai buoi, non sai ancora come sarà il contratto e chiedi come sono divise le spese condominiali e del canone, boh
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino


    Boh....
     
  17. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Boh, cosa
     
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non ho mai chiesto come sono divisi canoni e spese: ho detto che si possono separare. Canone X, Spese forfettarie Y.
     
  19. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Fabiodel, puoi proporre un contratto di locazione con spese condominiali a carico del proprietario, ovviamente esso ne terrá conto nel determinare l'importo del canone mensile. Le spese della tares invece sono a tuo carico e farai la tua iscrizione in Comune, mentre il proprietario dará la sua disdetta.
    L spese di registro ed i bolli sono al 50% , e siete solidali al pagamento.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  20. Taraka

    Taraka Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :shock: Contratto di 4 anni su un immobile ad uso diverso dall'abitativo? :disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina