1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Erika81

    Erika81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti!!
    Ho bisogno dei vostri preziosi consigli ma soprattutto ho bisogno di aiuto!
    Vi spiego: Il 29 gennaio abbiamo firmato un preliminare di compravendita per l'acquisto di un immobile, versando un assegno di euro 5000. In quel documento la data del rogito era fissata per il 31 luglio 2011. Qualche mese dopo il venditore ci contatta chiedendoci di modificare la data del rogito al 29 aprile 2011 poichè lo stesso doveva a sua volta rogitare con un altro venditore. noi firmiamo la modifica. A causa di problemi con la banca riusciamo a rogitare solo il 16 maggio, quindi circa 15 giorni dopo la data prevista.
    il problema è che il venditore del nostro venditore non accetta questa nuova data e se ritardiamo un solo giorno minaccia di far saltare l'acquisto.
    Il nostro venditore ci chiede di versare ulteriori soldi per far star buono il suo venditore che a quanto pare accetterebbe di posticipare il rogito solo a fronte di un ulteriore assegno.
    Nel nostro preliminare non erano previste penali per il posticipo del rogito, nè tantomeno rate intermedie da versare al venditore.
    Se non versiamo questi soldi e il nostro venditore fà saltare l'acquisto, cosa può succederci? ovvero: non avendo inserito nessun tipo di penali, se l'affare salta a causa della data posticipata del rogito (solo 15 giorni) il venditore tratterrebbe la nostra caparra? dobbiamo versare ulteriori soldi?

    Vi prego aiutateci!! siamo nel pallone perchè non abbiamo altri soldi da dare prima del rogito.
    HELP
     
  2. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    In teoria e in pratica no, perché la data per il rogito non è stata fissata come termine perentorio ed essenziale (a meno che non ci fosse proprio questa dicitura nel preliminare, ma hai detto che non c'erano clausole). Il proprietario, dovrà prima mandarvi una raccomandata intimandovi 10 giorni di tempo per l'atto definitivo, e tra una cosa e l'altra, passano proprio i 15 giorni.

    Se non volete correre inutili rischi, secondo me si. Assicuratevi prima che la banca vi erogherà il mutuo, però, e che il venditore del venditore poi non faccia scherzi (scrivete due righe in cui a fronte dell'ulteriore acconto, lui accetta il rinvio).
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina