1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Naoto

    Naoto Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    sto affittando un appartamento intestato a 2 proprietari uno di questi la figli ha li la residenza e vorrebbe mantenerla - la figlia vorrebbe affittare la sua parte a delle persone facendo un contratto 3+2 e mantenere la residenza facendo un comodato graTUITO per la parte riferita alla proprieta' della madre. per cui per quanto concerne la madre (locazione di una parte dell'appartamento alla figlia con contratto di comodato) relativo alla figlia ( contratto con terzi che prenderebbero la residenza con contratto concordato 3+2) ------ domanda per cui e' possibile all'interno dello stesso appartamento avere 2 residenze visto che la figlia la manterrebbe? o la cosa non e' fattibile? avevo avuto un caso simile e il notaio mi aveva detto che la cosa era fattibile nella fattispecie l'apprtamento era intestato ad un unico proprietario che aveva un mutuo sopra l'immobile - per cui li' ora ci sono 2 residenze una del proprietario e una dell'inquilino e non ho riscontrato prblemi di sorta -- nel nostro caso forse e' ancora meglio perche' i propritari sono 2 - grazie per le risposte - dal punto di vista fiscale facendo il 3+2 gli eventuali inquilini possono usufruire di tutti i benefici fiscali previstoi dal contratto? lo stato comunque siccome il contratto e' registrato percepirebbe benefici - l'appartamento e' grande e una stanza all'interno dello stesso la terrebbe la figlia dove manterrebbe la residenza - dal puntoi di vista dei paramentri nel concordato ci si rientra come cifra - saluti
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se sono riuscito a cogliere il significato della problematica, credo ( ma potrei sbagliarmi ) che il tutto si possa risolvere in questo modo: la madre redige un contratto di comodato gratuito con la figlia e nel contratto di comodato la autorizza a subaffittare una porzione dell'immobile a terzi. La proprietà cointestata ( salvo casi diversi ) è un bene comune indiviso che non è possibile quantificare catastalmente a meno che non si creino le condizioni necessarie. Fabrizio
     
  3. Naoto

    Naoto Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    dovro' approfondire questa cosa ............. ma credo sia fattibile chiedo anche al sunia grazie per il tuo consiglio in merito saluti
     
  4. karuba

    karuba Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    il 3+2 si stipula convenientemente con l assistenza di associazioni competenti per cui per il calcolo della fascia entro cui collocare il canone di locazione fornisci loro tutti gli elementi (compresa la doppia residenza e il subaffitto)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina