Santo23

Membro Junior
Privato Cittadino
Buonasera, a febbraio 2022 ho visto un immobile e dopo averlo visionato 2 volte mi sono deciso per acquistarlo. Dopo un primo parere favorevole da parte della banca e la consapevolezza quindi della rata che sarei andato a sostenere ho fissato un appuntamento con l'agenzia e il venditore per la proposta di acquisto. Proposta accettata direttamente da lui e quindi firmata. In questa proposta vengono specificati i dati della casa, la caparra che verso a titolo di cauzione per poter bloccare l'immobile e le condizioni di parere favorevole mutuo per me e regolarizzazione catastale per lui. Ora io non ho potuto da febbraio chiedere nulla in banca perché non avevo le carte in regola della casa (per mutuo consap) e lui solo pochi giorni fa dopo tutti questi mesi è riuscito a farmele avere dopo tanto trambusto con il suo geometra ecc ecc. Da febbraio oltre a non avere più una condizione tale per poter permettermi un mutuo così (tassi aumentati di almeno 3%, banche che non usano più la Consap sul tasso fisso e rata rispetto a febbraio più cara di ben 240 €) la casa non risulta più da 145 mq come descritta agli inizi ma dopo gli aggiornamenti catastali risulta da 185. Ciò comporta anche il non poter usufruire del contributo regionale fvg da 16.500 perché supera il limite metratura imposto. Cosa su cui facevo affidamento per acquisto prima casa. Sulla proposta (tra l'altro mai registrata ufficialmente) è indicata ultima data per rogito ottobre 2022. Ora secondo voi è ancora valida questa proposta di acquisto? Cosa devo fare per recedere? Avviare per forza una istruttoria per dimostrare che non posso avere più il mutuo?
 

Santo23

Membro Junior
Privato Cittadino
C’è una sospensiva, questa sospensiva che termine aveva? ( se ne aveva uno )
Non ci sono termini legati a queste sospensive.. Le date fissate erano 15 aprile per accettazione dell'offerta che tra l'altro è stata accettata direttamente a febbraio davanti a me e ottobre per il rogito.. Ma quest'ultimo è duro farlo in meno di un mese visto che ancora devo avviare tutto perché appena ricevuto le carte... 20 gg solo di consap... Un altra cosa che ho visto se proprio devo vedere ogni accento è che la casa è cointestata, ma ha firmato solo lui quella volta la proposta.. Anche l'assegno di caparra l'ho cointestato ma nella proposta risulta solo la firma di lui non della moglie.. E nelle visure risultano tutti e due intestatari...
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Ora secondo voi è ancora valida questa proposta di acquisto?
Bisognerebbe leggere quanto firmato, per poter rispondere.
Ma se la sospensiva è un generico “vincolo mutuo” , o “salvo parere favorevole per il mutuo”, basta dire che non lo otterrai e sei libero.

che la casa è cointestata, ma ha firmato solo lui quella volta la proposta..
Anche a questo proposito andrebbe letta con attenzione la proposta: ma se è indirizzata ad entrambi, e ha firmato solo uno, non esiste alcun contratto.

Certo che il tutto è stato gestito male: anche se tu ora volessi intensamente quella casa, con i documenti consegnati da poco avere ok al mutuo e fare il rogito per ottobre sarebbe stato impossibile.
 

Santo23

Membro Junior
Privato Cittadino
Bisognerebbe leggere quanto firmato, per poter rispondere.
Ma se la sospensiva è un generico “vincolo mutuo” , o “salvo parere favorevole per il mutuo”, basta dire che non lo otterrai e sei libero.


Anche a questo proposito andrebbe letta con attenzione la proposta: ma se è indirizzata ad entrambi, e ha firmato solo uno, non esiste alcun contratto.

Certo che il tutto è stato gestito male: anche se tu ora volessi intensamente quella casa, con i documenti consegnati da poco avere ok al mutuo e fare il rogito per ottobre sarebbe stato impossibile.
Punto 16 clausole aggiuntive : tale proposta è condizionata alla regolarizzazione urbanistica catastale (ed è stata fatta) e dall'ottenimento di parere favorevole di mutuo da parte della proponente necessario ed essenziale per onorare tale impegno. Se tale condizione non avverrà la presente proposta sarà ritenuta nulla e la cifra versata quale cauzione sarà restituita.

Bisognerebbe leggere quanto firmato, per poter rispondere.
Ma se la sospensiva è un generico “vincolo mutuo” , o “salvo parere favorevole per il mutuo”, basta dire che non lo otterrai e sei libero.


Anche a questo proposito andrebbe letta con attenzione la proposta: ma se è indirizzata ad entrambi, e ha firmato solo uno, non esiste alcun contratto.

Certo che il tutto è stato gestito male: anche se tu ora volessi intensamente quella casa, con i documenti consegnati da poco avere ok al mutuo e fare il rogito per ottobre sarebbe stato impossibile.
Sui dati identificativi immobile alla voce "ditta intestatari" sono stati messi il nome di lei moglie e il nome di lui marito con relative date nascita codice fiscale ecc " mentre chi ha firmato per accettazione della proposta è stato solo lui...
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
comunicagli che la banca ha bocciato la pratica di mutuo.
Meglio, secondo me, comunicare che non c’ è stato parere favorevole, e non ci sarà entro fine ottobre.
Se proprio vogliono, al massimo possono aspettare fine ottobre per rendere l’assegno.
dall'ottenimento di parere favorevole di mutuo da parte della proponente necessario ed essenziale per onorare tale impegno. Se tale condizione non avverrà la presente proposta sarà ritenuta nulla e la cifra versata quale cauzione sarà restituita.
Comunque condizione scritta male: manca la data, quindi al massimo si fa riferimento a quella per il rogito, e la definizione “nullità della proposta” è una bestialità, visto che con l’accettazione la proposta è divenuta un contratto (che nemmeno diventa nullo, ma resta inefficace) .
E la cifra non è una “cauzione” , ma una somma in deposito in attesa di diventare caparra, o di essere resa.
La sostanza non cambia, ma la forma serve proprio per evitare equivoci.
In questa tentata compravendita pare che si sia solo perso tempo.
 
Ultima modifica:

Santo23

Membro Junior
Privato Cittadino
Meglio, secondo me, comunicare che non c’ è stato parere favorevole, e non ci sarà entro fine ottobre.
Se proprio vogliono, al massimo possono aspettare fine ottobre per rendere l’assegno.

Comunque condizione scritta male: manca la data, quindi al massimo si fa riferimento a quella per il rogito, e la definizione “nullità della proposta” è una bestialità, visto che con l’accettazione la proposta è divenuta un contratto (che nemmeno diventa nullo, ma resta inefficace) .
E la cifra non è una “cauzione” , ma una somma in deposito in attesa di diventare caparra, o di essere resa.
La sostanza non cambia, ma la forma serve proprio per evitare equivoci.
In questa tentata compravendita pare che si sia solo perso tempo.
Beh per come stanno messe le cose anche per me ormai è una perdita di tempo
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Discussioni simili a questa...

Le Ultime Discussioni

Alto