1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Cari colleghi, da poco sono iscritto e vorrei subito approfittare delle vostra esperienza. Vi chiedo, gentilmente e se conoscete un modo per risolvere un contratto di franchising ed evitare l'obbligo di non poter operare nella precdente zona di competenza. Grazie mille per le risposte
     
  2. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    A quanto ne so io, i patti di non concorrenza hanno validità se, alla cesazione del rapporto vi è un riconoscimento economico.

    Ossia tu non fai l'agente immobiliare nella tua zona a fronte di x mila euro. Altrimenti come fai a campare nel periodo in cui non puoi esercitare?

    Poi per evitare grane, sicuramente hai sottoscritto tale clausola, non puoi far altro che lavorare per conto terzi, o aprire con un prestanome, poi quando finisce il periodo subentri
     
    A Antonello piace questo elemento.
  3. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie alessandro per la tua risposta. Il punto e' proprio come hai scritto : " come fare a campare" . Purtroppo ho firmato un contratto che prevede una forte penale in caso disattenda questa clausola di non concorrenza . Vorrei agire ed impugnare l'accordo ma devo trovare un precedente, una motivazione valida.
    Spero che qui , tra tanti colleghi, possa trovare un aiuto
     
  4. pieromeloni

    pieromeloni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Cercati un buon avvocato. La penale di norma prese 2 anni di roualy, proponi uno sconto! Ratteizzala e vedila come se fisse la roialty della libertà! Oppure costituisce una srl, cerchi un preposto x il tempo necessario. Io sono andato in causa ho perso e pagato la libertà ma gi lavorato con serenità con me stesso!!! Buona fortuna ciao
     
  5. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Grazie PieroMeloni per la risposta. E' quello che temevo: non posso fare altro che accettare la situazione e pagare le conseguenze. Purtroppo per me, non sono in grado di sostenere altre uscite di denaro ne tantomeno aprire una srl. Dovro' quindi cambiare zona oppure cambiare lavoro.
     
  6. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Hai perso la causa?
     
  7. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    No. Non inizio una causa se gia' di partenza so che non ho possibilita' di vincere. Se trovassi un modo , un argomento un precedente mi farei forza ma da come sto capendo non c'e' niente da fare . Devo smettere di lavorare nella mia zona per almeno due anni. A meno che, il Franchising, non mi conceda una liberatoria ma nel commercio, non credo nell'altruismo.
     
  8. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Guarda che quello che ti ha detto Pieromeloni è corretto, fai una srl con un preposto.

    Poi senza iniziare una causa, vai da un avvocato, e vedi cosa ti dice. Perchè bisogna anche vedere che clausola è, potrebbe darsi che la tua sia estremamente vessatoria (tempi, luoghi, ed ambiti lavorativi)
     
  9. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Basterebbe una sas in cui tu fai l'accomandante. Costa meno di una srl.
    Oppure, se sei in una grande città, cambia zona. Non dovrebbe essere una tragedia... .
     
    A Antonello piace questo elemento.
  10. sfn

    sfn Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io me ne fregherò della clausola e aprirò lo stesso...
    mi faccio il segno della croce..... :shock:
     
  11. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Rispondo ad Alessandro . L'avvocato mi dice che non vi sono evidenti argomenti contrattuali da sfruttare a mio favore a meno che non vi sia una precedente sentenza che non ho ancora trovato
    Rispondo a enrikon . Non so se basterebbe . Perche' in tutti i casi sarebbe sempre un operare "fisicamente" e quindi sarei sempre aggredibile da una penale micidiale
    Rispondo a Sfn . No, mi dispiace , non me la sento di rischiare . La penale e' troppo grande.

    VI RINGRAZIO COMUNQUE PER LE RISPOSTE
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  12. pieromeloni

    pieromeloni Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti. Si ho perso la causa. I contratti di franchising nel 2003 erano ben doversi da dopo la normativa successiva dopo il 2004. Il problema è che clausole vessatorie tra imprese non esistono! Nonostante l'affiliato sia un cliente! Purtroppo poi nel foro competente era indicato Milano, e significava doppia spesa legale per difenderti con avvocato tuo locale + quello in sede su Milano. Comunque ho dato filo da torcere e ho operato nello stesso territorio nonostante la clausola che mi vietava per due anni di operare!! Me ne sono stra fregato, perchè questi contratti quando rompi comunque avranno sempre da chiederti qualcosa, penale ecc... allora tanto vale o tutto o niente. Ripeto io ho rotto il contratto per giusta causa! Affiliavano nella mia zona persone senza patentino, ovvero abusivi legalizzati e mi imponevano di dividere le "mezze" cosi vengono chiamate con loro. Da li che ho intrapreso tutte le azioni per difendere la professione da SOLO, perchè le istituzioni quando ponevi il problema ridacchiavano, la camera di commercio che mi guardava come un alieno! Allora ho capito che nella mia zona (ma ogni mondo è paese) si parla solo di lotta contro l'abuso della professione ma si applica, anzi ti trovi solo e tutti nemici. Poi vedi il presidente di una delle due più gettonante associazioni di categoria (non faccio nomi) che collabora attivamente con quell'agenzia, solo perchè è gnocca (o come dire ... d.a.) pensi di non dire più niente a nessuno e fare le tue lotte da solo, perchè comunque è un mio problema e non il loro. La cosa più bella è che avevo nella stessa zona una società di mediazione creditizia, sono scomparsi tutti e non presentavano più pratiche.... che bello fare la lotta contro gli abusivi e avere dei "colleghi" affiatati contro di te.

    Buona fortuna
     
  13. Roberto65

    Roberto65 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    grazie piero . ho capito il tuo punto di vista e lo rispetto. Ma non e' il mio. Io non posso permettermi di perdere una causa costosa e figurarsi di pagare due avvocati. Inoltre io non ho una giusta causa a cui appellarmi perche' semplicemente il franchising non ha agito male . Io voglio solo evitare il patto di non concorrenza perche' altrimenti non posso continuare a lavorare e quindi sostentarmi . Purtroppo la mia mia non e' una lotta su principi ma solo sulla sopravvivenza. Chissa' se esistera' un modo "lecito" per risolvere questo contratto ???
     
  14. sfn

    sfn Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io so solo che qui in zona dove lavoro, negli ultimi 2/3 anni sono almeno 6/7 i colleghi che hanno chiuso il contratto di franchising ed hanno riaperto nello stesso ufficio in cui erano. nessuno ha avuto problemi.
    incrocio le dita e mi baso su quel che è successo a loro...farò così pure io...
    lascio a fine ottobre....
     
  15. loggino

    loggino Membro Junior

    Agente Immobiliare
    X Roberto65

    Ma sei sicuro di avere nel contratto una clausola (patto di non concorrenza) che ti vincola così aspramente da non poter esercitare per proprio conto nella zona che ti aveva attribuito il Franchisor?
    Perché normalmente tali clausole impediscono la riaffiliazione soltanto a Gruppi considerati concorrenti, lasciandoti libero di operare come agenzia singola indipendente da Marchi.

    Ma di quale Franchisor stiamo parlando?

    Vedrai che c'è certamente una via d'uscita, occorre però approfondire la conoscenza del caso.
     
  16. Legal

    Legal Membro Junior

    Altro Professionista
    Senza leggere il contratto è impossibile aiutarti.

    Anche se non riscontri gravi inadempimenti, non è detto che non ci siano vizi e che l'informativa precontrattuale sia stata corretta.

    A livello generico ti dico che in effetti tra professionisti non trova luogo la tutela del codice del consumo. Tuttavia non tutti sono già professionisti al momento della stipula del contratto di affiliazione commerciale (pensa a chi intraprende una nuova attività).

    Comunque fuori dalla protezione del codice del consumo, rimane sempre la protezione del codice civile 1341 e 1342.

    Trovare una irregolarità nel contratto e nella sua formazione può esserti di grosso aiuto nella transazione per porre fine al rapporto.

    Escluderei comunque una causa giudiziale se non vi sono stati gravi inadempimenti (inclusa la fase precontrattuale). E comunque sei sicuro che il contratto non preveda un arbitrato?
    Cerca un legale che se ne intenda di franchising che ti dia un parere o ti prospetti una possibile via d'uscita. E' una questione da risolvere in via bonaria.In alternativa non ti resta che cercare quanto meno uno sconto e sottoscrivere un accordo transattivo.

    saluti


    ciao
     
  17. luxcillor

    luxcillor Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Di solito il patto di non concorrenza ricorre in caso di affiliazione ad altro gruppo,non se operi in forma individuale sulla stessa zona.
    Esperienza personale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina