1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. masmac74

    masmac74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve a tutti, sperando di non essere fuori tema,
    sto trattando l’acquisto di una casa degli anni 70 non abitata da 5 anni completamente da ristrutturare attualmente suddivisa in due unità abitative distinte (piano terra e primo piano) che vorrei unire (di fatto lo sono già) in una unica casa, ma nel cercare informazioni su costi, tasse, ecc. ho accumulato molti dubbi che vi espongo:
    - - La somma delle due abitazioni arriva a oltre 280 mq questo vuol dire che verrà considerata una casa di lusso, se si posso intervenire per portarla a casa normale, ad esempio “eliminando alcuni ambienti”? Posso acquistare le due case distinte e prenderne una come prima casa e una come seconda (sempre che la banca mi possa aiutare!)?
    - - Ho una casa di proprietà al 50% con mia moglie in separazione dei beni, per poter sviluppare l’eventuale acquisto e ristrutturazione con calma pensavo di vendere la mia parte a mia moglie, cosa che mi sembra di aver capito completamente legale, il dubbio che ho è nell’eventualità di vendita della casa da parte di mia moglie, deve aspettare 5 anni o fa testo il primo acquisto?
    - - Il venditore è una società immobiliare (no impresa edile) che valore devo considerare per il calcolo dell’IVA, il valore concordato o il valore catastale che sarebbe notevolmente superiore.
    Grazie.

    Marco
     
  2. Abakab

    Abakab Ospite

    Essendo due unità immobiliari distinte allo stato attuale si, puoi comprarne una come prima casa ( vendendo prima la tua quota a tua moglie) e l'altra con tassazione ordinaria.
    Dopo l'acquisto della tua quota, nel caso di rivendita nel quinquennio, tua moglie perderà le agevolazioni relative all'ultimo 50% acquistato.
    Se l'impresa è diversa da chi ha costruito o ristrutturato è un atto a regime imposta registro che andrà calcolato sul valore catastale.
    Vorrai dire il contrario .. valore concordato superiore al valore catastale.
     
  3. masmac74

    masmac74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    no purtroppo il valore concordato è di molto inferiore al valore catastale e se quello che mi dici viene confermato prevedo un altro salasso a questa difficile operazione!
    Grazie
     
  4. Abakab

    Abakab Ospite

    Okkio .. dichiarare una cifra inferiore al valore catastale fà scattare i controlli di chi di dovere !!
     
  5. masmac74

    masmac74 Membro Junior

    Privato Cittadino
    premesso che i pagamenti saranno tutti alla luce del sole, l'immobile è talmente messo male (di fatto si riesce a tenere parte dei muri esterni) è come se pagassi solo il terreno, al valore catastale è di fatto invendibile, certo che questo è un altro punto a sfavore visto la serie di operazoni a contorno da fare
     
  6. Abakab

    Abakab Ospite

    Non credo interessi lo stato dell'immobile di fatto L'AdE ha come riferimento certo il valore catastale .. ti consiglio, prima di agire, un consulto da un notaio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina