• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

kara

Membro Attivo
Professionista
Abito in una casa privata a tre piani.I primi due sono proprietà dei parenti,il terzo e proprietà mia.Il riscaldamento è in comune al gasolio.Per tanti anni con gli inquilini dei parenti al secondo piano abbiamo condiviso la spesa per il gasolio. Il primo piano e stato sempre vuoto,da due anni e sfitto anche quello del secondo piano.Posso chiedere ai proprietari una quota fissa per il riscaldamento? Il problema è,che c'è talmente dispersione di calore che a me rimasta da sola nella casa non mi basta il gasolio che consumavo prima anzi il consumo e quasi uguale a quello per due appartamenti.
 

n3m3six78

Membro Assiduo
Privato Cittadino
hai un contratto di affitto? per chiedere puoi chiedere quel che vuoi , ma senza un contratto sarà solo tempo perso
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Di fatto siete in condominio. Con obbligo di termoregolazione e contabilizzazione calore. Quinti temovalvole e ripartitori calore, con divisione spese secondo Uni 10200. Ne consegue calcolo da parte di un termotecnico di consumi involontari (cosiddetta parte fissa) e volontari.

Il guaio è che dopo aver sostenuto spese ( 120-150€ a radiatore) avrai solo la soddisfazione di attribuire un 30% di spese in base ai millesimi, compresi gli sfitti non riscaldati. Ma i consumi rimarrebbero sostanzialmente invariati.

L'obbligo della contabilizzazione può essere sanzionato, ma non è detto che i controlli siano efficienti.

Ti consiglierei di coibentare il solaio. Il grosso delle dispersioni è verso l'alto. E forse non è difficile provvedere nel sottotetto.
Più invasivo fare altrettanto sulle pareti laterali. Rimarrebbe la dispersione verso alloggio non riscaldato sottostante
 

marioaoun

Membro Attivo
Agente Immobiliare
essendo parenti si può provare a staccarvi ognuno con la sua caldaia se c'è la possibilità , oops ho letto male , con il gasolio non so come funziona
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
essendo parenti si può provare a staccarvi ognuno con la sua caldaia se c'è la possibilità , oops ho letto male , con il gasolio non so come funziona
Non è purtroppo un rimedio: se è circondato da ambienti non riscaldati avrà comunque le medesime dispersioni, e necessiterà di produrre le medesime calorie.
L'unico risparmio sarà nella differenza di prezzo calorie tra metano e gasolio, e potrà incidere la differenza di rendimento, che non è detto suia favorevole alle piccole caldaie.
 

kara

Membro Attivo
Professionista
Infatti,il mio tecnico di fiducia mi ha detto che passando a metano non risolverò niente perché la dispersione di calore rimane uguale ed in più dovrò aggiungere le spese per allacciamento al metano e la caldaia.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

josko ha scritto sul profilo di gabriellina.
se desideri, senza tediare tutti, ti mando in privato uno schema che utilizzo che ti potrebbe aiutare.
Morri ha scritto sul profilo di il Custode.
Buongiorno, mi sono appena iscritto ma il sito non mi da la possibilità di iniziare una nuova conversazione (questo è il messaggio che mi compare: Non hai i permessi per vedere questa pagina o compiere questa azione). Come posso fare?
Grazie
Alto