1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Arindel

    Arindel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,

    Sto cercando una risposta al mio quesito:

    Sto per firmare un contratto di locazione dell'immobile in toto di 4+4 a canone concordato con cedolare secca, da quanto ho capito il proprietario per continuare ad usufruire delle agevolazioni dovute dalla prima casa vuole continuare a mantenere utenze e residenza nell'appartamento.
    Ora la mia domanda è a cosa potrei incorrere legalmente se permettessi di firmare il contratto senza una clausola che dice il contrario? sarei suo complice d'evasione? potrebbe accedere quando vuole alla casa in cui vivo?

    vi ringrazio molto per la risposta
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ma evasione di che? La residenza la può togliere benissimo perché la legge non detta un limite per il mantenimento della residenza nell'immobile. Forse lo fa per scaricare gli interessi passivi del mutuo?
     
  3. Arindel

    Arindel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta.
    Per evasione intendevo dire il fatto che il locatore non risiede realmente li ma da un altra parte quindi... In caso di pignoramento come sarebbe dichiarabile la differenza dei beni nell immobile?

    La ringrazio Luna mi faccia sapere se ha bisogno di piu onfo per aiutarmi
     
  4. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Pignoramento? E di cosa? Perché?
    Gli aggravi come dicevo ,sono più in tema di scarico interessi passivi mutuo che vengono meno e a Fini IMU in quanto non si pagherebbe più come prima casa. Il problema è più questo che l'Agenzia delle Entrate. Nulla vieta di locare un immobile prima casa. Se lui vuole e voi non vi opponente può mantenere la residenza li ed essere domiciliato altrove. Però in qualsiasi cosa vostra, come sua, ci sarebbero dei problemi riguardo la composizione del nucleo familiare con complicanze fiscali e/o civili. Per questo è sconsigliato non per altro.voi porterete la vs residenza li?
     
    A Sim piace questo elemento.
  5. Arindel

    Arindel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si noi vorremmo cambiare subito la residenza e regolarizzare tutto
     
  6. Giulianarob

    Giulianarob Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    il contratto 4+4 non è a canone concordato....
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  7. Arindel

    Arindel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la correzione è vero mi sono confuso, conosce anche la risposta al quesito?
     
  8. Giulianarob

    Giulianarob Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    dovresti verificare al Comune dov'è posto l'immobile cosa prevede in caso di più nuclei familiari con la stessa residenza.
     
  9. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Appena Arindel va dai vigili per chiedere la residenza con il suo contratto di locazione, al primo sopralluogo vedranno che il proprietario non abita li e qui casca l'asino.
    Queste cose stanno in piedi solo se i vigili non vanno a controllare al cambio di residenza, più fattibile per chi si trasferisce entro il Comune.
     
  10. Studio Roversi

    Studio Roversi Membro Ordinario

    Altro Professionista
    La residenza - definita dall'articolo 43, comma 2 del cod. civ. - è il luogo in cui la persona ha la dimora abituale ed è caratterizzata dall'elemento oggettivo della stabile permanenza. Come può il locatore avere residenza all'interno della casa se l'ha interamente locata e non vi abita stabilmente? L'affitto integrale a terzi fa presumere inoltre che la casa non sia più la sua abitazione principale, con conseguente decadenza del diritto alla detrazione degli interessi passivi e a tutte quelle agevolazioni fiscali che prevedono quale requisito che l'immobile venga destinato ad abitazione principale. Solo nel caso in cui riservi una stanza per sè (in questo caso, quali coabitanti, no essendo nè amici nè parenti, avrete due fogli di famiglia anagrafica distinti), si può ritenere che la casa continui ad essere qualifcabile come abitazione princpale anche alla luce delle precisazioni fornite dalMinistero delle Finanze e del fatto che, ai fini dichiarativi, le istruzioni dei modelli prevedono da tempo la casistica "abitazione principale parzialmente locata".
     
    A ab.qualcosa e dormiente piace questo messaggio.
  11. Arindel

    Arindel Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ok grazie mille, quindi ho capito che potrebbe farlo solo se mi affitti parzialmente l immobile.
     
  12. Giulianarob

    Giulianarob Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    in alcuni contratti dove il proprietario vuol mantenere residenza nell'alloggio locato viene inserita una frase del tipo: "il proprietario si riserva l'uso di una camera con uso di bagno e cucina"
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina