1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Felast

    Felast Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buona sera a tutti... Chiedo aiuto ai più' esperti e preparati....
    Come locatore ho sottoscritto anno scorso un contratto di affitto a canone concordato 3+2 a canone concordato di euro 450 ( canone minimo 440 max 600). Ora con l'uscita dal contratto di un conduttore gli altri conduttori mi richiedono una riduzione del contratto anche sotto il canone minimo.
    Al di la' della decisione della mia famiglia come ci si comporta con agenzia entrate? Se togliere un conduttore è possibile con scrittura integrativa al contratto e pagamento di euro 67 + 16 di marca a pagine, per quanto riguarda la riduzione del canone:
    - e' possibile inserire nella scrittura privata integrativa la riduzione del canone?;
    - la riduzione del canone comporta il rifacimento completo del contratto concordato ( questa è quanto detto agenzia entrate)?
    In sostanza la riduzione del canone nel caso di contratto a canone concordato senza opzione cedolare secca, comporta la risoluzione del vecchio contratto e la stesura di un nuovo concordato oppure basta una semplice scrittura privata tra le parti registrata? Ringrazio tutti coloro che mi possono indicare la soluzione. Grazie.
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    La riduzione del canone viene effettuata in caso di momentanea difficoltà economica del conduttore. Per tal motivo dal 14 settembre 2014 è un atto esente bollo e imposta di 67 euro. Puoi inserire tale clausola nella stessa scrittura privata di cessione. Quando vai a registrare agli sportelli non ti chiedono qual è il canone minimo del tuo contratto, e poi, ripeto, ciò viene fatto per "momentanee difficoltà del conduttore", non stai pattuendo un nuovo canone. Qualora invece così fosse, anziché fare la cessione, risolvi il contratto e ne fai uno ex novo con i restanti conduttori.
     
    A CheCasa! piace questo elemento.
  3. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Prima di rifare un nuovo contratto, controlla che nel frattempo non siano intercorsi i rinnovi degli Accordi territoriali con variazione delle tariffe che potrebbero ridurre ulteriormente il canone.
     
  4. Felast

    Felast Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti per le risposte. Quindi
    1) verificare eventuali nuovi accordi territoriali
    2) la mia domanda era finalizzata a sapere quanto segue: nel caso non fosse possibile fare scrittura integrativa con riduzione conduttori e canone dovrei procedere a pagare 67 euro per risoluzione e poi nuovo contratto con tutte le conseguenze spese ( nuovamente imposta di registro e marche da bollo). Non riesco a capire perché non sia possibile fare una semplice scrittura integrativa con riduzione conduttori e canone senza rifare contratto. Ma è possibile? Ringrazio tutti coloro che condivideranno la soluzione.
     
  5. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E' possibile, te lo ha detto Luna.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina