1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, ho fatto un'offerta ed è stata accetata.

    L'immobile è in costruzione, il preliminare dovrei firmarlo questa settimana, massimo la prossima.

    Il rogito è fissato per luglio, poi con uno Stato Avanzamento Lavori registrato il con il preliminare verrà ultimato e consegnato per ottobre.

    Mi verrà rilasciata Fidejussione Assicurativa.

    Unico problema è che l'assicurazione ha bisogno di vedere il prelimare firmato e il mio assegno per rilasciare Fidejussione che quindi riceverò non in modo contestuale ma una settimana dopo.

    Vi torna? Può essere?
    La cosa non è che mi faccia saltare di gioia comunque io pensavo di muovermi nel modo che segue per assecondare la situazione ma essere comunque tutelato.

    L'assegno NON lo faccio circolare bensì bancario, ovviamente non trasferibile.

    Lascio in agenzia la fotocopia di tale assegno in modo che si possano far rilasciare fidejussione.
    Dopo la fidejuissione lascio il mio assegno originale così il costruttore può incassare.

    Che dite?
     
  2. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Peter, è abbastanza normale ottenere la fidejussione dopo il rilascio del pagamento (anzi, una sola settimana è un'ottima tempistica); l'importante è che sul preliminare ci sia un termine ultimo per ottenere la fidejussione e possibilmente delle penali in caso contrario o la possibilità di citare per inadempimento contrattuale la controparte.

    La soluzione da te prospettata può essere comunque valida, per cui se proprio non ti senti sicuro applicala; ma non far saltare tutto se non te la accettano... Verifica solo quanto ti ho appena detto e, come al solito:

    IN BOCCA AL LUPO!
    ...e speriamo che crepi di morte violenta!
     
  3. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Be si funziona così in effetti la fidejussione non è nai contestuale bisogna portare i documenti e farla preparare in effetti come dice Sandro una settimana è già poco, però se è tutto segnato sul preliminare sei tutelato non ti preoccupare è come se l'avesse data se succede qualcosa puoi impugnare il contratto.
     
  4. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma quante ne sapete, grazie mille a entrambi!!!!!!!

    Sandro in particolare..... mi rispondi sempre, è come se ti conoscessi, sei un amico !!!!!!!!

    ;)
     
  5. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :confuso: dai che sono timido.....

    :risata:

    E' un piacere, però in cambio prometti di fare buona pubblicità al forum e di aiutarci a far capire al grande pubblico che:

    [center:17g2nef0]gli Agenti Immobiliari VERI non sono tutti dei FREGONI![/center:17g2nef0]
     
  6. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se vuoi maggiore tranquillità puoi fare il preliminare dal notaio e farlo trascrivere; ti costa un pò di più, ma non molto, però dal quel momento il contratto ti garantisce ancora di più in caso di fallimento dell'impresa dato che è molto più difficile far valere la revocatoria e inoltre sei comunque creditore privilegiato, per di più eventuali pignoramenti o atti giudiziari non possono essere posti sul tuo appartamento.
     
  7. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma se trascrivo dal notaio il preliminare posso anche fare a meno della fidejussione?

    Comunque la news è che sostanzialmente fra il preliminare ed il rogito passerebbe troppo poco tempo (1 mesetto) per cui l'agenzia assicurativa non vuole prendersi la briga di fare tutta la documentazione necessaria....

    Così mi dice l'AI......
     
  8. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Poco o tanto non cambia niente, un creditore insoddisfatto, una multa colossale o l'INPS per contributi non pagati possono avere già avviato una pratica di pignoramento senza che risulti ancora perché non trascritta ma potresti trovarti dopo il preliminare con una bella ipoteca su tutto il complesso, compresa casa tua; la trascrizione ti mette al riparo da tutto questo con alcune centinaia di €.
    La fidejussione è OBBLIGATORIA e il costruttore non può esimersi dal rilasciarla.
    L'attuale normativa per gli immobili da costruire prevede che:

    Le principali garanzie accordate: la fideiussione per le somme versate

    La legge (art. 2 e 3) prevede quindi che in sede di stipula del contratto preliminare, o comunque di qualsiasi contratto o accordo mediante il quale, a fronte delle obbligazioni assunte e delle somme anticipate o da versare, l’acquirente non acquisti da subito la proprietà del nuovo immobile in corso di costruzione, il venditore debba rilasciare un’apposita fideiussione (bancaria o assicurativa) che garantisca tutte le somme consegnate o ancora da consegnare prima dell’atto definitivo di compravendita (coincidente dunque con il rogito notarile) e fino a tale momento.

    E che la suddetta fideiussione costituisca in qualche misura il cuore dell’intervento svolto dal legislatore lo dimostra il fatto che il suo mancato rilascio legittima l’acquirente a dichiarare “nullo” il contratto, con conseguente richiesta di restituzione dei soldi già pagati, oltre che degli eventuali danni.

    Un’ulteriore garanzia: l’assicurazione dell’immobile

    Altra importante novità è costituita dall’obbligo gravante sul costruttore o sul venditore di immobili in costruzione di rilasciare all’acquirente una polizza assicurativa che, per almeno dieci anni, tenga indenne l’acquirente dai danni derivanti da rovina totale o parziale dell’edificio o da gravi difetti costruttivi delle opere (art. 4).

    Le ulteriori novità in tema di frazionamento, diritto di prelazione e fallimento

    Infine, la legge completa il rafforzamento della tutela dell’acquirente, estendendo anche al promissario acquirente il diritto al frazionamento del mutuo e dell’ipoteca gravante sull’immobile in costruzione, ed il correlativo divieto di procedere alla vendita prima della suddivisione in quote del finanziamento e frazionamento o della cancellazione dell’ipoteca o del pignoramento, ove non accollati (artt. 7 e 8).

    Si prevede quindi un diritto di prelazione a favore degli acquirenti di abitazioni adibite a residenze principali in sede di incanto (art. 9).

    Vengono inoltre compiute alcune modifiche in tema di legge fallimentare, in materia di esenzioni e limiti all’azione revocatoria e onde rendere più agevoli e certe le decisioni in ordine agli immobili coinvolti (artt. 10 e 11).

    In pratica cosa dovrà richiedere al venditore l’acquirente di un immobile il cui permesso di costruire (o altra denuncia o provvedimento abilitativo) sia stato richiesto dopo il 21 luglio 2005 e non ancora ultimata?

    Che il contratto preliminare o il compromesso o comunque gli accordi e gli impegni intercorsi contengano tutti gli elementi di informativa e tutela analiticamente previsti dalla legge;

    che al contratto preliminare o al compromesso o comunque agli accordi o impegni accompagnati dal versamento da parte sua di somme di denaro sia concessa apposita fideiussione, bancaria o assicurativa, che garantisca la restituzione delle somme consegnate o da consegnare;

    che all’ultimazione dell’immobile e al definitivo trasferimento della proprietà in capo ad esso sia consegnata apposita polizza assicurativa decennale a copertura dei danni che ne possono derivare da rovina totale o parziale o gravi difetti.

    Il problema delle fidejussioni nasce dal fatto che chi rilascia la garanzia vuole coperture finanziarie e il costruttore è costretto a garantire con propri beni personali, inoltre con l'attuale normativa bancaria una fidejussione è equiparata al fido e quindi il rilascio della stessa fa diminuire la capacità di indebitamento dell'impresa.
    FATTI RILASCIARE LA FIDEJUSSIONE
     
  9. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ottimo intervento, da ri-leggere.

    L'AI mi avrebbe addirittura proposto di andare in atto senza passare per la Fidejussione.... mi sembra un po' assurdo cavolo.
     
  10. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate ora faccio un po' il pessimista... ma che succede se lui non mi rilascia la fidejussione e il preliminare non viene stipulato?

    Non è che poi mi cita in giudizio e mi chiede i soldi che nella proposta sono citati per il preliminare?

    In altre parole come si può verificare che è LUI che viene meno poichè non mi rilascia Fidejussione e non io che non ho voluto pagare al preliminare?
     
  11. peterpan78

    peterpan78 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Vado a ruota libera.........

    se non mi rilascia la fidejussione ed il contratto è per tanto nullo...come la mettiamo con le commissioni per l'agenzia?
     
  12. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se non ti rilascia la fideiussione è inadempiente a termini di legge, e quindi delle commissioni, dei danni ecc. se ne dovrà preoccupare lui, nel senso che tu diventi "parte lesa"! :D

    ;)
     
  13. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il contratto non è nullo in se ma la Legge legittima l'acquirente a richiederne la nullità.
    Pertanto il contratto è valido finché non chiedi l'annullamento.
    Tu stipula tranquillo e dai 15 giorni per la fidejussione, se non la rilascia chiedi la nullità il doppio della caparra versata e le provvigione pagate; vedrai che arriva subito.
    Comunque trascrivilo e sarai più sereno.
     
  14. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao Peter,
    un'alternativa potrebbe essere quella di lasciare l'assegno (come dici bene tu, bancario, non trasferibile e intestato al venditore) in deposito all'agenzia e scrivere sul preliminare che la somma verrà consegnata all'impresa cntestualmente al rilascio della fidejussione.
    Diego
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina