1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. PETRONILLA

    PETRONILLA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buonasera. ho firmato un preliminare di compravendita per un immobile che, a seguito della perizia della banca, si è rivelato con abuso edilizio: sottotetto non abitabile nel quale sono state ricavate due camere ed un bagno. ergo: mutuo sospeso in attesa di "sanatoria" dell'abuso. il tecnico incaricato della procedura ha presentato una scia tardiva in comune a cui seguirà piano-casa per il recupero della volumetria nel sottotetto. ora la mia domanda è la seguente: ammesso che la banca mi eroghi comunque il mutuo nelle more dei procedimenti edilizi il rogito di compravendità può essere effettuato? (magari citando nell'atto gli estremi della presentazione dell'istanza al comune)? grazie mille
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Occorre che vengano rilsciati i permessi in sanatoria e variazione catastale per sbloccare il mutuo e la redazione del rogito.
     
  3. PETRONILLA

    PETRONILLA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si lo immaginavo. quindi devo attendere il silenzio assenso previsto per i procedimenti comunali? (purtroppo sono 30 gg + 30 gg). l'atto sarebbe nullo se effettuato con la sanatoria in itinere? grazie ancora
     
  4. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Fino a che non si completano le pratiche (variazione catastale e pagamento sanzioni) il notaio non può stipulare o l'atto è nullo.
     
  5. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma il piano casa non è mica un condono, perché scia tardiva e non permesso di costruire?
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  6. PETRONILLA

    PETRONILLA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    perchè di fatto si tratta di aumento di volumetria nel sottotetto "praticabile ma non abitabile". il tecnico incaricato ha ritenuto questa la strada più agevole per inserire la camera da letto nel piano mansardato, sfruttando cioè l'aumento di volumetria del 20 % concesso dal piano casa
     
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Aprile 2014
  7. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Che io ricordi il piano casa permette di realizzare l'aumento di cubatura solo nel caso di opere ancora da realizzare e non già realizzate, in questo caso essendo di già realizzate occorre procedere a sanatoria.
     
    A sarda81 piace questo elemento.
  8. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Questo era chiaro.
    Quello che non ho capito è la scia tardiva. Il piano casa e la legge sui sottotetti riguardano "interventi ancora da fare", non sono "sanatorie"
    Ammenoché, con la scia tardiva sana semplicemente la diversa disposizione dei muri interni ma poi il piano casa resta tutto da fare ?
    E i 60 giorni d'attesa? Troppi per una sanatoria, pochissimi per un piano casa.
     
  9. PETRONILLA

    PETRONILLA Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    scusami. forse mi sono spiegata male io nel primo post: l'architetto presenterà un progetto edilizio con s.c.i.a. tardiva (art. 37 comma 5 D.P.R. 380 / 01) per sanatoria di unità immobiliare ad uso residenziale. successivamente, decorsi i 30 gg, un ulteriore progetto edilizio per ampliamento (d.i.a. - piano casa) per i quali il comune richiede ulteriori 30gg.
     
  10. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Non ho la situazione dei luoghi ma chiedendo quanto previsto dall'art. 37 comma 5 d.p.r. 380/01, occorre che le opere siano conformi alle norme urbanistiche, solo che soono state iniziate senza le preventive autorizzazioni.
    un altro punto è verificare se il sottotetto ha contribuito al computo della cubatura dell'edificio oppure è un volume tecnico che non vine computato a tali fini, quindi peoponendo una divisione interna anche se si dichiarano vani non abitabili comporta l'aumento di cubatura quindi insanabile.
    Ti consiglio di approfondire questa situazione con il tecnico incaricato ove evitare di incappare in sanzioni inconvenevoli che renderebbero il bene non commerciabile.
     
  11. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Solo al momento della perizia hai scoperto che il sottotetto non era abitabile? Sul preliminare firmato come veniva descritto l'immobile?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina